Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | August 14, 2020

Scroll to top

Top

Emergency: tra arresti, politica e 5x1000 - Diritto di critica

Ci sono gli arresti in Afghanistan ma ci sono anche i conti da pareggiare con la politica italiana e la firmetta per il 5*1000 che si avvicina. Emergency è in piazza a San Giovanni per il primo di questi tre motivi, gli altri fanno da corollario, a cascata, e sono ipotesi di chi scrive. Che non sia tutto oro quello che luccica, però, l’hanno confermato alcuni interventi e affermazioni quantomeno “lontani” dall’ argomento principale: la liberazione dei tre operatori arrestati in Afghanistan.

Andiamo con ordine. Prima c’è stata la lite in diretta dall’agorà di Annozero tra il fondatore di Emergency, Gino Strada, e il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, in cui il primo ha definito “terroristi” tutti quelli che usano la violenza (soldati italiani compresi), poi – oggi – la manifestazione in piazza a San Giovanni con bandiere e proclami che ben poco hanno a che vedere con la solidarietà. Anche in quest’ultima occasione, Gino Strada ha chiamato a raccolta quel popolo che una volta è viola, una volta è blu (con le valigie blu) e un’altra volta è per Emergency e che costituisce ciò che resta dell’attivismo popolare della sinistra. È lo stesso popolo che da mesi ormai vede sfilare sul palco leader sempre diversi ma mai quelli che dovrebbero davvero guidarlo: i capi dei partiti di sinistra. L’ultima manifestazione a piazza del Popolo è stata francamente un palliativo dai toni bislacchi.

In più – a onor di cronaca va detto – si avvicina il momento cruciale della firma per il 5*1000: Emergency è su tutti i giornali e televisioni. In gioco c’è la libertà di tre attivisti – non bisogna dimenticarlo – ma a cascata c’è anche tutto il resto. Le Ong minori, quelle che non hanno la capacità mediatica e logistica di Emergency, certo non potrebbero permettersi di organizzare un concerto in stile primo maggio in piazza San Giovanni (ho un ricordo di diversi anni fa di uno striscione con la scritta a caratteri cubitali EMERGENCY, appeso sul balcone di un attico in piazza Duomo, a Milano. Sul citofono la targhetta recitava: EMERGENCY).

Infine ci sono le contraddizioni: Gino Strada ha definito “terroristi” tutti quelli che usano violenza eppure poco fa, in piazza San Giovanni, dal palco si cantava a squarciagola “oh bella ciao!”. Che la politica c’abbia messo lo zampino, allora, è forse più che un sospetto.

Comments

  1. gabriella

    Sostenere, in un momento simile che si sia indetta una manifestazione per raccogliere denaro più che solidarietà e che cantare "Oh bella ciao" sia da terroristi… Mah…
    Emergency ci sfrutta per comprarsi qualcosa come l'attico a Milano e i partigiani erano terroristi. Bravo. Io non ci avrei mai pensato! Mi ha illuminato.
    Il tono strisciante di questo articolo ha un che di "feltriano": complimenti. Può mandare fiducioso il suo curriculum al Giornale o a Libero.

    • Emilio F. Torsello

      Alt fermi tutti. Non ho detto che i partigiani erano terroristi. Ho solo ripreso le parole di Gino Strada il quale ha sostenuto che chi usa la violenza è un terrorista (le parole potete ascoltarle nel link al video) e mi è sembrata una contraddizione sentire alla manifestazione la canzone Oh bella Ciao. E' pericoloso per Gino Strada politicizzare tutto perchè in questo modo si rischia di mettere da parte quanto di buono ha fatto Emergency fino ad oggi.

      Emilio Fabio Torsello

      • gabriella

        Allora si è spiegato male… Molto male.

        • Ma come Emilio "politicizzare tutto"? Strada ha sempre ripetuto che Emergency e' una ong indipendente e non politicizzata. Strada ha chiesto che alla manifestazione nessuno portasse bandiere di partito e via dicendo.
          Poi, capirai, non puo' mettersi a controllare i cori e le dichiarazioni delle persone, una per una…erano 50mila!
          inoltre, personalmente non vedo il cantare "bella ciao" necessariamente come un qualcosa "di sinistra". Lo spirito di quella canzone, mi sembra chiaro, va inquadrato nella lotta di Liberazione che ha creato questo paese, che ha creato la nostra Costituzione PACIFISTA e che sognava che quella guerra, quelle violenze e quella tragedia fosse l'ultima, per sempre.

          • P.S.
            Anche riguardo alla parola "terrorismo" mi pare chiaro che abbia ragione Gino Strada. Ha ragione nel dire che la parola “terrorismo” non andrebbe nemmno utilizzata perche' al momento non esiste una definizione universalmente accettata dalla comunita' internazionale.

            Esistono pero' delle definizioni comuni. La piu' comune e' definire terrorismo quegli atti di violenza che mirano a creare paura/terrore, a perpetrare un fino ideologico/politico e che attaccano deliberatamente civili/non-combattenti oppure non si preoccupano di causare vittime civili/non-combattenti.

            [to be continued]

  2. Oreste

    qual'è il problema, la chiesa cattolica fa spot televisivi, le onlus cattoliche e non mi inondano di pubblicità x il 5 per mille , perchè non dovrebbe farlo Emergency. Hai visto l'attico di emergency, guardati attorno e fammi sapere quanti altri attici vedi e a chi appartengono.

  3. Non sono d'accordo con te Emilio. Il pluralismo è la base della democrazia e l'anima di un blog, questo è vero, ma dal canto mio trovo che le osservazioni da te proposte siano quantomeno discutibili. Avrei preferito che si facesse un resoconto sulla marea di amenità dichiarate dai vari ministri (Frattini e la Russa in primis), piuttosto che criticare (per onor di cronaca) Emergency e la straordinarietà del suo lavoro.

    P.S. La battuta su "bella ciao" la trovo leggermente fuori luogo.

    • Emilio F. Torsello

      Diego due cose: quello sulla politica italiana è un discorso da fare a parte e la reazione blanda agli arresti da parte di Frattini merita un ragionamento tutto suo da sviluppare in un articolo. Quello che mi ha sorpreso negativamente e che ho fatto capire – spero – in questo articolo è che Gino Strada stia cavalcando questa situazione FACENDO POLITICA! Altrimenti avrebbe dovuto non portare la gente in piazza criticando l'operato del governo ma dicendo "abbiamo fiducia nelle autorità e nelle istituzioni, attendiamo da loro segni concreti". A quel punto il mancato operato di Frattini o di chi per lui sarebbe risultato ancora più clamoroso. […]

    • Emilio F. Torsello

      (PROSEGUE DALLA RISPOSTA PRECEDENTE) Adesso invece, tra proclami e canzoni partigiane, di tutto si parla ma non dei cittadni italiani arrestati che continuano a restare in carcere perché un governo indispettito ha scelto la linea del "fate le adeguate indagini".
      Dei tre adesso quasi non si ricorda più nessuno, tutti stanno a guardare la lite Strada/La Russa. E non può dire, il fondatore di Emergency, che tutti i nostri soldati sono terroristi. Sappiamo benissimo che non è così. I militari morti a Nassirya erano terroristi allora? Ma dai su, per favore, non diciamo sciocchezze. Un ragazzo che conoscevo ha visto morire i suoi compagni a Nassirya uccisi – questo sì – da veri terroristi…
      Detto questo, ti chiedo nuovamente: che senso ha tutta la manovra che sta portando avanti Strada? Risposta: pareggiare i conti con il governo e farsi pubblicità.

      Emilio F. Torsello

      • Non credo che "alcuni interventi e affermazioni [di Strada siano] quantomeno “lontani” dall’ argomento principale". Secondo Strada, secondo sua figlia, secondo i familiari dei fermati e secondo tanto commentatori, le accuse rivolte ai fermati non stanno ne in cielo ne in terra. Tutta l;operazione sarebbe stata voluta da Karzai o chi per lui solo per motivazione POLITICHE: Emergency e' un testimone scomodo della guerra e si e' voluto chiudere un ospedale dove occhi indiscreti potevano assistere e raccontare cosa accade realmente nella regione teatro della "piu' grande offensiva Nato dal 2001". Di fronte a questa situazione, il governo italiano, inizialmente, non si e' comportato con la dovuta risolutezza. Cosa avrebbe dovuto fare Strada per denunciare la situazione se non quello che ha fatto (fare il giro delle televisioni itlaiane e organizzare in 4 giorni una manifestazione di 50mila persone?)?

        • [continua]

          E Strada starebbe facendo tutto quello che fa solamente per "pareggiare i conti con il governo e farsi pubblicità. "?
          Un Gino Strada abbastanza meschino mosso solo dalla volonta' di vendetta contro un governo che ha criticato la sua associazione, da smanie di protagonismo e dalla volonta'di rimpinguare le casse della sua associazione? Ne sei sicuro Emilio?
          In sostanza e' questa la tua tesi?
          Certo hai fatto bene a premettere che questo sono "solo ipotesi di chi scrive".

          • Io la penso come Alessio. Che il centro sinistra, per altro in cerca continua di un'identità, voglia soccorrere e appoggiare una OGN contro la guerra io lo trovo doveroso, non strano. Il centro sinistra, ma la sinistra ancor di più, notoriamente sono contro la guerra.

            La verità è che entrambe le due guerre in iraq e afghanistan puzzano di imbroglio e di invasione militare, e chi governa, come Karzai ma gli stessi italo-americani, nascondono il più possibile le malefatte. Sentire La Russa che parla di missione di pace mi da il voltastomaco. I soldati italiani, eroi in altre occasioni, in queste guerre non sono stati impiegati per le idee che si vendono in tv.

  4. Maddalena

    non vorrei che politicizzando la vicenda si perdesse di vista che ci sono tre cittadini italiani che pare anzi non si sa ancora se sono in stato di arresto o di fermo, il problema principale e' questo. il governo italiano che ha inviato truppe in quel paese ha il dovere e il diritto di chiedere che fine hanno fatto i nostri connazionali, il resto sono sterili polemiche di un paese ormai alla deriva

    • Emilio F. Torsello

      Esattamente cara Maddalena. E Gino Strada sta pericolosamente politicizzando la vicenda. I tre arrestati, invece, sembra siano caduti sullo sfondo di polemiche senza senso che rischiano di tramutare la linea del governoda un già poco deciso "liberateli!" ad un diplomatico "teneteveli per il tempo utile alle indagini"

  5. Io penso che la serietà di Emergency sia già più che comprovata, ma l'opinione di Emilio non è errata : Strada sta usando questa situazione, che lo faccia involontariamente o volontariamente, altrimenti sarebbe in Afghanistan lui stesso…Paragonare i militari italiani ai terroristi è stato un errore…ma sarebbe stato utile ricordare che i tanto odiati talebani fino a 15 anni fa erano i migliori amici degli americani contro i russi…qualcuno ricordi Rambo III e il suo finale…
    La coerenza è come al solito un optional…

    • Emilio F. Torsello

      E adesso vi chiedo: se Strada non avesse messo su tutta questa macchina mediatica, gli italiani sarebbero forse rimasti in pasto ai lupi? Non credo proprio…in una settimana sono stati liberati…

      Emilio

  6. [continua]

    Il problema di questa definizione, pero', e che come corollario ne risulta che il paese che piu' si e' macchiato di terrorismo negli ultimi 65 anni sono gli Stati Uniti d'America, che hanno bombardato (a volte senza troppo curarsi delle vittime civili, a volte cercando di ucciderle deliberatamente):
    – Cina 1945-6
    – Corea 1950-3
    – Guatemala 1954
    – Indonesia 1958
    – Cuba 1959-61
    – Guatemala 1960
    – Vietnam 1961-73
    – Congo 1964
    – Laos 1964-73
    – Perù 1965
    – Cambogia 1969-70
    – Guatemala 1967-69
    – Grenada 1983
    – Libano 1983-84
    – Libia 1986
    – El Salvador anni ‘80
    – Nicaragua anni ‘80
    – Iran 1987
    – Panama 1989
    – Iraq 1991-2002
    – Kuwait 1991
    – Somalia 1993
    – Bosnia 1994-5
    – Sudan 1998
    – Afghanistan 1998
    – Jugoslavia 1999
    – Afghanistan 2001-?
    – Iraq 2003-?
    – Yemen 2009
    [to be continued]

    • […]
      Secondo la definizione di “terrorismo” di cui sopra, gli USA risultano essere il piu’ pericoloso paese-terrorista al mondo anche per l’utilizzo che hanno fatto di armi non convenzionali (Uranio impoverito nella guerra del Golfo 1991, in Jugoslavia 1999 e in Afghanistan 2001, Bombe a grappolo in Laos 1965-73, Vietnam 1961-1973, Cambogia 1969-70, Jugoslavia 1999, Afghanistan dal 2001 in poi), nonche’ per aggressioni chimiche e batteriologiche USA contro le Bahamas negli anni ’40-50, il Canada 1953 (esperimento: diffusione di solfuro di zinco-cadmio sulla città di Winnipeg, Cina e Corea (anni ’50, attacco batteriologico, bombardamenti con napalm), Corea (anni ’60, cospargimento dell’erbicida diossinico Agent Orange), Vietnam (anni ’60-70, cospargimento dell’erbicida diossinico Agent Orange, bombardamenti con napalm), Laos (anni ’70, utilizzo di gas nervino Sarin, Cbu-15 o Gb), Panama (anni ’40-90, vari test di Agent Orange, Iprite, VX, Sarin, Cianuro di idrogeno e altri gas nervini ed erbicidi), Cuba […..]

  7. […]

    Cuba (anni ’50-60, probabile diffusione di zanzare portatrici di febbri dengue e febbre emorragica poi effettivamente verificatesi; contaminazione dello zucchero; contaminazione di allevamenti di tacchini con il morbo di Newcastle; contaminazione degli allevamenti di maiali con virus della febbre del maiale africano; varie contaminazioni delle coltivazioni).
    Capirete quindi che Strada ha ragione nel dire che la parola “terrorismo” non andrebbe nemmeno utilizzata.

    • Sono totalmente d'accordo con te Alessio. Le considerazioni di Emilio sul "non politicizzare" Emergency sono corrette da un lato, ma espresse in maniera nuda e cruda dall'altro. In un momento di così alta tensione come il prolungarsi dell'arresto di 3 medici forse serve un maggior tatto. Le critiche, comunque, sono legittime e libere.

  8. Maria Pia

    X Torsello: anche la chiesa chiede il 5x mille e pure l'8xmille: Bisognerebbe pensare chelo fa per pagare le cause delle vittime dei pedofili?
    Chi pensa male per principio, dimostra solo ciò che farebbe lui se potesse chiedere.

    Torsello, vada a lavorare per Emergency, poi parli per cognizione di causa, solo allora sarà credibile.M.

    • La Chiesa cattolica è un problema di tutt'altra dimensione. Per quanto mi riguarda sono ben conscio del fatto che è una religione privilegiata, che non paga niente per le sue chiese (immobili), che riceve soldi dallo stato italiano e dai cittadini italiani. E' un ossimoro vivente, professare l'umiltà e vivere nel lusso più sfrenato e coi viizi più schifosi. Sono lontani gli anni in cui facevo il chierichetto. Poi si diventa adulti, per fortuna, e nel mio caso senza traumi!

  9. Cecilia

    chi dice che è inpportuno come articolo, chi pensa che si voglia vedere sempre del marcio…di questi nessuno si rende conto di non avere un proprio pensiero. Emergency sicuramente fa del bene,nessuno glielo nega,ma è importante rendersi conto che l’uomo può sbagliare e non bisogna sempre giustificarlo. Il cantare “bella ciao” ieri non poteva essere riferito ad altri “invasori” della terra,non ha senso. È stata cantata solo perchi tutti omologati ad un sistema ormai unico ma inesistente: non c’è una controparte al governo. E comunque… ditemi che senso ha cantare BELLA CIAO ad una manifestaqzione di Emergency contro le guerre?!?!

    • Cecilia,
      il senso e' che "bella ciao" e' una canzone libertaria e contro la guerra. I partigiani combatterono l'invasore nazista e gli alleati fascisti per un senso di decenza e di morale che nell'Italia di oggi e' difficile persino immaginare.
      Ma e' una canzone pacifista, perche' i partigiani combatterono quella guerra perche' fosse l'ultima guerra. Combatterono il nazionalismo, il militarismo, la violenza e la barbarie nazi-fascista.
      Sconfitto il nazi-fascismo, scrissero sulla Costituzione che "l'Italia RIPUDIA la guerra". Nella lingua italiana il verbo "ripudiare" era il quello che meglio rendeva l'idea del rigetto assoluto della pratica barbarica dell'aggressione di una nazione contro un'altra nazione.

      • E io sono totalmente d'accordo. Ogni proiettile è il fallimento di tutta l'umanità.

  10. Cristian Bellucci

    Torsello, una domanda: si vergogna qualche volta?

    • Emilio F. Torsello

      E perchè dovrei? perché ho un mio pensiero non omologato e sono capace di criticare anche la parte a cui appartengo (perdoni il gioco di parole)? No, certo che no. Questo invito a vergognarci sempre e comunque ormai Berlusconi l'ha incuclato nell'anima della gente a forza di urlarlo dai palchi e dagli agoni televisivi: vedo che sta facendo proseliti. Purtroppo.
      Stia bene,

      Emilio

    • Cecilia

      Bellucci ma per cosa Torsello dovrebbe vergognarsi? A volte sembra che certe risposte scattino su come un disco rotto…"Non è d'accordo con me? Si vergogni!". Ma che significa….boh…

    • Disapprovo quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo. (Voltaire)

      Si può non essere d'accordo (io non lo sono tutt'ora) ma criticare è legittimo, sempre.

  11. V3N0M

    sono abbastanza d'accordo con l'articolo;penso inoltre che gino strada l'abbia fatta tante -troppe- volte fuori dal vasino, avendo rilasciato nel corso degli anni parecchie dichiarazioni con valenze politiche a dir poco sconvenienti per un medico.
    la frase
    "Anche in quest’ultima occasione, Gino Strada ha chiamato a raccolta quel popolo che una volta è viola, una volta è blu (con le valigie blu) e un’altra volta è per Emergency e che costituisce ciò che resta dell’attivismo popolare della sinistra. È lo stesso popolo che da mesi ormai vede sfilare sul palco leader sempre diversi ma mai quelli che dovrebbero davvero guidarlo: i capi dei partiti di sinistra."
    credo rappresenti bene la realtà della sinistra di oggi, con un 'popolo' che molto spesso vede certe manifestazioni unicamente come occasione di divertimento e svago personale,mentre gli altri governano e perlomeno fanno finta di occuparsi dei veri problemi della 'gggente, che di certo non stanno in afghanistan, ma sono le rate del mutuo,la microcriminalità,i posti di lavoro,gli aumenti, etc..

    cioè, parliamo chiaro, a me italiano medio preso in mezzo a 100 problemi del vivere quotidiano non interessa una mazza di sentir parlare di improbabile pace nel mondo,di talebani,di emergency: l'emergency è a casa nostra.
    posso dare amplissime assicurazioni che a una persona del sud italia -per esempio- non interessa una cippa assoluta se chiude un ospedale in una landa sperduta di un paese straniero,mentre interessa MOLTISSIMO sapere che l'ospedale inagibile a 300 metri da casa diventerà operativo,cosi come interessa moltissimo sapere che per fare un'ecografia non servono 9 mesi di attesa…se poi 'rapiscono' ingiustamente 3 medici italiani in afghanistan, a me al limite può anche interessare ma sono pronto a scommettere che la risposta dell'italiano mediamente sarà "che cosa ci sono andati a fare?".

    • VENOM: " occuparsi dei veri problemi della 'gggente, che di certo non stanno in afghanistan, ma sono le rate del mutuo,la microcriminalità,i posti di lavoro,gli aumenti, etc.. "

      Venom sono completamente in disaccordo con quanto da te scritto e fatico anche a cogliere il senso del tuo ragionamento.

      Strada si occupa di problemi eterei, da radical chic? No, e' un medico che salva la vita ad esseri umani. La ong da lui fondata ha curato A GRATISSE 2.300.000 pazienti.

      [continua]

    • 2

      Strada parla di temi difficili, lontani e improbabili per il cittadino medio come "la pace nel mondo"? Si, ma lo ammette. Una delle sue frasi ricorrenti e' che fino a 150 anni fa anche l'abolizione della schiavitu' era un qualcosa che sembrava assurdo al cittadino medio. Come e' vero che quando 200 anni fa qualcuno parlava di DEMOCRAZIA veniva bollato come un idealista e/o un pazzo fuorioso, perche la democrazia era ritenuta qualcosa di impossibile mentre la monarchia piu' o meno assoluta era la normalita' voluta da Dio. Insomma, seguendo il tuo ragionamento, se Strada sbaglia a fare e dire quello che fa e dice, allora sbagliava anche Einstein quando parlava di un mondo senza bombe nucleari e via dicendo.

      "I problemi degli italiani non stanno in Afghanistan"? Sbagliato, stanno anche li, se non altro perche' il governo spende 2 milioni di euro al giorno per sostenere il nostro impegno militare, soldi che potrebbero essere utilizzate per risolvere problemi quali "mutuo,la microcriminalità,i posti di lavoro,gli aumenti" o per rimettere in sesto l'ospedale vicino casa loro.
      [continua]

    • 3

      Insomma, a mio parere attaccare Strada oggi mi sembra veramente estremamente qualunquistico e senza senso alcuno.
      Dopo di che, se all'italiano medio non interessa un determinato tema – che sia la proliferazione nucleare piuttosto che l'occupazione israeliana della palestina, che sia il cambiamento climatico piuttosto che le guerre nordamericane in giro per il mondo, che siano le armi che le industrie italiane vendono a mezzo mondo piuttosto che la situazione umanitaria in Afghanistan – non penso che questo impedisca a Strada di portare avanti quello in cui crede e di esprimere la sua opinione quando gli viene chiesta. Strada non fa il politico di mestiere dunque non deve preoccuparsi di dire cose che interessino alla maggioranza degli italiani. Oltretutto, mi pare che parecchi italiani abbiano dimostrato di interessarsi del suo operato e delle vicende di Emergency,

  12. giuseppe

    V3NOM.prima cosa : che ne sai tu di quello che dice l'italiano medio! secondo : si,in Italia abbiamo una emergenza,quella di mandare a casa il nano B. terzo : lo sai cosa è la solidarietà verso chi soffre veramente e non ha voce ? evidentemente no. E poi anche altri italiani sono andati in Irak ma come mercenari,vedi cupertino & company:per questi non hai nulla da dire ??

    • V3N0M

      io ti dico solo quello che sento dire tutti i giorni dalle persone che mi circondano e che anche tu potresti capire partendo da una serie di deduzioni e per il rispetto che si deve all'intelligenza: dubito fortemente che interessino più i problemi dell'afghanistan rispetto ai fattacci nostri, a meno di essere persone che hanno tutto e stanno bene e quindi non fanno fatica a pensare a un prossimo lontano 10 mila miglia, visto che tanto non gli costa nulla e ci fanno pure bella figura.questa cosa certi partiti l'hanno capita meglio di altri, molto meglio di altri…e la usano pure in maniera strumentale-
      quando avrai mandato a casa berlusconi, l'unica cosa che otterrai sarà avere un paese con gli stessi problemi di prima e più nessuno su cui spalare letame.

  13. giuseppe

    Torsello,è facile scrivere stando bello seduto alla tua scivania. Invece di scrivere amenità,alza il culo a fa qualcosa di concreto !!!

    • Ti chiedo cortesemente di moderare i toni, grazie.

  14. OT

    La nuova veste grafica di DDC non mi piace. Inoltre non e' semplice visualizzare tutti i commenti.

    • La veste grafica è "artigianale" e in continuo miglioramento. I commenti sono gestiti da "intense debate" che è fra i migliori servizi di gestione e amministrazione per wordpress. in ogni caso accettiamo suggerimenti.