Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | September 19, 2020

Scroll to top

Top

Il sindaco di Adro cita il discorso del premier australiano. Peccato sia un falso - Diritto di critica

Quello che ha lasciato in molti di noi la puntata di ieri sera di Annozero è stata un strana sensazione, espressa molte bene da Sandro Ruotolo nel suo duro commento finale che descriveva  «un clima di intolleranza  e di odio  mai sentito in 22 anni di carriera». I vari interventi del Sindaco di Adro, Oscar Lancini, applauditissimi dai suoi concittadini e elettori hanno mostrato un tipo di cultura molto presente in questo paese, fondata sulla continua accentuazione della paura nei confronti del diverso, coadiuvata da sentimenti come  il mero fastidio o peggio ancora l’odio razziale. Per avvalorare le sue parole e il suo credo il primo cittadino del comune bresciano ha citato le parole del premier australiano John Howard:

«Gli immigrati non australiani devono adattarsi! Prendere o lasciare, sono stanco che questa nazione debba preoccuparsi di sapere se offendiamo alcuni individui o la loro cultura. La nostra cultura si è sviluppata attraverso lotte, vittorie, conquiste portate avanti da milioni di uomini e donne che hanno ricercato la libertà.
La nostra lingua ufficiale è l’inglese, non lo spagnolo, il libanese, l’arabo, il cinese, il giapponese, o qualsiasi altra lingua. Di conseguenza, se desiderate far parte della nostra società, imparatene la lingua!
La maggior parte degli Australiani crede in Dio. Non si tratta di obbligo di cristianesimo, d’influenza della destra o di pressione politica, ma è un fatto, perché degli uomini e delle donne hanno fondato questa nazione su dei principi cristiani e questo è ufficialmente insegnato. E’ quindi appropriato che questo si veda sui muri delle nostre scuole. Se Dio vi offende, vi suggerisco allora di prendere in considerazione un’altra parte del mondo come vostro paese di accoglienza, perché Dio fa parte delle nostra cultura. Noi accetteremo le vostre credenze senza fare domande. Tutto ciò che vi domandiamo è di accettare le nostre, e di vivere in armonia pacificamente con noi.
Questo è il nostro paese; la nostra terra e il nostro stile di vita. E vi offriamo la possibilità di approfittare di tutto questo. Ma se non fate altro che lamentarvi, prendervela con la nostra bandiera, il nostro impegno, le nostre credenze cristiane o il nostro stile di vita, allora vi incoraggio fortemente ad approfittare di un’altra grande libertà australiana: il diritto ad andarvene. Se non siete felici qui, allora partite. Non vi abbiamo forzati a venire qui, siete voi che avete chiesto di essere qui. Allora rispettate il paese che vi ha accettati».

Le cose importanti da dire su questo discorso sono due. La prima è che di tratta di un falso. Svariate ricerche su internet hanno infatti dimostrato che queste parole apparterrebbero in realtà a Barry Loudermilk, un comune cittadino veterano dell’aviazione militare americana che le scrisse per un giornale locale statunitense nei giorni successivi agli attentati dell’11 settembre 2001. Versione avvalorata anche dall’ambasciatore australiano in Italia, Amanda Vanstone che rispose cosi a Panorama “colpevole” di aver pubblicato anch’esso una parte di questo discorso:

«Scrivo in merito alla lettera «Ricetta australiana» che attribuisce commetti sull’immigrazione e sulla religione al primo ministro australiano John Howard. I commenti sono completamente inventati. Howard, inoltre non è più primo ministro australiano da dicembre 2007.L’attuale primo ministro è Kevin Rudd».

La seconda valutazione invece è puramente politica. Fossero anche vere le parole del suo primo ministro, è giusto ricordare che l’Australia di cui parlava il sindaco è nata dal colonialismo e dall’immigrazione. L’ideologia leghista dovrebbe quindi portare i suoi componenti  non a difendere colonizzatori di lingua inglesi e religione cristiana ma a prodigarsi nella salvaguardia delle tribù indigene, che non sfigurerebbero al posto degli indiani usati in uno loro celeberrimo spot elettorale. Un altro esempio di serietà e coerenza leghista?

Comments

  1. Come volevasi dimostrare prendere in giro i "beoti" è più facile che insegnare loro ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, tipo l'odio tra poveri.

  2. Alfred

    Il razzismo mostrato dal sindaco di Adro è una dimostrazione di ignoranza grave per uno che ha in mano il comando anche di un semplice comune. Non mi meraviglio che si sia servito di un falso per avvalorare le sue ragioni. Contro gli immigrati loro elencano una lunga lista di doveri, ma non sanno che la legge ti impone doveri ma con relativi diritti, dove sono la lista dei diritti degli immigrati? In tutti i paesi dove gli italiani sono emigrati nel passato dopo 20 anni in quei paesi sono diventati a tutti gli effetti cittadini di quel paese, questo in Italia non esiste, questo non è civile. La realtà è che noi in Italia non abbiamo avuto mai a che fare con il razzismo provato sulla nostra pelle come razzisti, in passato siamo solo stati abituati a criticare gli altri come razzisti e ora che lo siamo noi non sappiamo che in realtà ci comportiamo come quelli che criticavamo. E' facile criticare gli altri, ma quando sei tu che ti ci trovi dentro non accetti di fare la fine che tu facevi fare ad altri. Siamo razzisti ma non vogliamo ammetterlo. Abbiamo paura del diverso e ci attacchiamo a qualunque scusa per non riconoscerlo. Dobbiamo ancora crescere e maturare e purtroppo lo stiamo facendo a spese dell'immigrato.

    • antonio

      immigrati? un immigrato chiede il permesso di entrare in uno stato ! uno che non chiede il permesso è un clandestino , che si voglia o no!

  3. FRANCESCO

    io vorrei che tutti i meridionali e gli extracomunitari andassero via dal nord (lombardia-piemonte-trentino alto adige-veneto- emilia romagna) cosi dopo neanche 2 mesi vedremo le leggi dei Signori Berlusconi Silvio PDL e il Bossi Umberto LEGA NORD completamente ribalta. Solo allora saranno loro stessi ad offrire( case -stipendi piu adeguati – rispetto per il meridionale ed per l'extracomunitario)In tutte le regioni del nord il 90% della forza lavoro e costituita da meridionali e da extracomunitari se accadesse una cosa simile vedremo lo sviluppo del centro sud italia e la distruzione e la rovina del nord italia in piu' si darebbe una lezione di vita e di rispetto per l'umanita e per il prossimo. Ai signori che oggi sputano sul piatto di chi lia fatti ricchi col sudore della fronte.

    • Dino L.

      io meridionale da torino dal 1952.
      appena costituita la padania (mi viene da ridere) costituisco il PARTITO COMUNISTA DELLA PADANIA (se non è fuori legge)………
      saluti
      Dino L.

      • Molto divertente eheh

  4. Prudentissimo

    Cari Amici, la Lega e la sua ideologia sono il condensato della FECCIA. E' la dimostrazione del fallimento della Democrazia nel nostro Paese, è " a fessa 'emmano 'e criature" di partenopea memoria. Questa gente, nella stragrande maggioranza ignorante in modo massimo, non capisce, non sa, confonde. Si dicono padani e cristiani e sono pagani e pre-cristiani; si dicono superiori ai negri e si paragonano ai Pellerossa; si dicono imprenditori e democratici e vanno in caccia di banche, posti e lavori pubblici e hanno inaugurato le monarchie ereditarie per elezione come nella Corea del Nord.
    Citano quell'americano che parla di immigrazione: cosa ha fatto il Governo di cdx per far conoscere agli immigrati come si vive in Italia? Si riducono i fondi alla Scuola, figuriamoci se pensano ai corsi per immigrati. Eppure di questa gente si ha bisogno: chi sta sulle impalacature edili, chi in fonderia, chi a raccogliere pomodori, chi a pulire il didietro dei nostri vecchi, mentre anche noi italiani – bianchi, biondi e ariani (sic!)-,dobbiamo correre a lavorare?
    E con questa lega il PD (ineffabile) vuole dialogare, fare le riforme. Chi si dimentica che il II° Governo Prodi ha mantenuto la Legge elettorale "porcata" di Calderoli?
    Ciao a tutti
    Prudentissimo

  5. Franceskica

    Me lo sentivo. A parte tutto quello che ha fatto Rudd negli ultimi 3 anni (tema delle stolen generation incluso) e quello che non ha fatto Howard nei precedenti anni (ignorare molte questioni spinose), bisognerebbe ricordare a questo sindaco che è facile tirare fuori qualcosa di provocante senza contestualizzarlo… soprattutto sarebbe il caso di ricordargli che il White Australia Policy Act è stato abolito nel 1973 e che l'Australia ha accolto tanti, ma proprio tanti italiani e non solo.

  6. barbara

    ..ma signori miei l' ignoranza umana, sociale e culturale di questo informe essere di Adro (sindaco!? ah ahah) è davvero raccapricciante…..poveretto non sapendo piu a che appellarsi cita il povero australiano…..e nessuno gli ha suggerito di citare hitler? ci avrebbe fatto piu figura,,,,ma no…quel
    brav' uomo che non è razzista…..eh già…una montatura..nemmeno la mensa esiste giusto??E' una scenografia creata da anno zero??? MA ANDAIMO BRUTTI RAZZISTI ! Siate almeno onestamente razzisti. FATE SCHIFO……MI VERGOGNO DI ESSERE ITALIANA………
    LA LEGA CI STA DISTRUGGENDO E SIETE DELLE CAPRE SE NON LA CAPITE!

    • antonio

      cara Barbara , sei anche tu immersa nel buonismo che in questo momento spopola tra gli italiani ! ma forse non vedi , o non vuoi vedere quello che sta succedendo con questa immigrazione clandestina ! purtroppo non basta dire : accogliamo tutti perchè ci fanno pena. E fanno pena veramente ! ma arrivano nel nostro paese come sbandati , e sbandati restano! senza aiuti e senza lavoro! anni fa giravo in bici tranquillamente per le strade di campagna , ora è meglio evitare , me ne sono accorto parecchie volte , e , credimi , non sono ne mingherlino ne pauroso , ma ti trovi davanti dei gruppi di persone non molto disponibili al dialogo ! secondo me , prima di far entrare delle persone nello stato , bisognerebbe creare delle strutture di aiuto , e ovviamente che ci sia anche lavoro , cosa che per il momento , visto il 30 % di disoccupazione , in italia è una cosa lontana anni luce! ciao Barbara

  7. renz

    G’Day
    Peccato piuttosto che sia tratto da un famoso discorso di Peter Costello, e se non sapete (come credo) chi è costui potete sempre utilizzare wikipedia.
    http://en.wikipedia.org/wiki/Peter_Costello
    saluti da un leghista australiano , e mi raccomando: prima di partire con le solite cantilene fognarie cercate almeno di  documentarvi un pò.