Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | March 23, 2019

Scroll to top

Top

Il TG1 di Minzolini: tra accuse false ai magistrati e il volto di Silvio "dietro" il Van Gogh rubato - Diritto di critica

Il TG1 di Minzolini: tra accuse false ai magistrati e il volto di Silvio “dietro” il Van Gogh rubato

Nessuno immaginava un TG1 così. Passate le direzioni di Mimun e Riotta, il primo telegiornale nazionale con l’avvento dell’era Minzolini ha avuto una continua perdita di pubblico. Ha spiegato benissimo questa situazione Maria Luisa Busi, uno dei volti più noti di questi ultimi 20 anni di giornalismo televisivo:«Abbiamo perso pubblico siamo attestati al 26 per cento di ascolto. Incontro continuamente gente che dice, “io non vi guardo più”. La gente più disparata. Difficile credere che non dipenda da due ordini di problemi: il primo, gli editoriali. Il direttore ha diritto a farli, ma non credo debba dimenticare che si tratta del primo giornale del servizio pubblico. Che non si era mai schierato a questi livelli sui temi cari al governo e alla presidenza del consiglio. Il secondo, è la rappresentazione del Paese. Al TG1 non si parla più della vita reale, dei problemi dei cittadini, di chi ha perso il lavoro, di chi non ce la fa, dei cassintegrati, dei precari della scuola». La Busi ora non presenta più il Tg1.
Il suo ex direttore, Augusto Minzolini pochi giorni fa in un incontro a Cortina ha dichiarato che «i blog ed i siti offendono, e non vi è la possibilità per l’attaccato di difendersi». Un affermazione non veritiera ma addirittura opposta alla realtà. Internet è uno dei pochi luoghi in cui l’informazione è multi-direzionale e chiunque può commentare o rispondere ad una notizia, proprio il contrario per esempio ella televisione dove l’utente può solo ricevere.

Un esempio di questo ci arriva proprio dal TG1 di settimana scorsa dove si accusava la procura di Vigevano, utilizzando le parole di un intervistato, di essere chiusa per ferie e di non indagare sulla scomparsa di una ragazzina. Questa storia l’ha sbugiardata Bruno Tinti sul Fatto Quotidiano di domenica22 agosto raccontando la sua telefonata proprio al procuratore della Repubblica di Vigevano, il quale oltre a non essere in ferie, avrebbe già fatto il possibile (per legge) interrogando fidanzati e amici vari.
Il TG1 non ha ancora trasmesso la rettifica alla notizia e per Bruno Tinti c’è un motivo dietro questo operato. A fine servizio e dopo le accuse di immobilismo alla magistratura cosa rimane al telespettatore: «lacrime e indignazione generale: questi magistrati super pagati  fannulloni, insensibili, disorganizzati. Ah, come ha ragione “LUI”!». Sul TG1 e il suo lavoro Tinti fa invece un commento  molto crudo:«Anche il TG 1 sta facendo quello che può: sputtanare i magistrati e dare una mano al padrone. Che tutto questo passi per menzogne e superficialità non è molto importante per questa gente: tanto, avranno pensato, alla palla della Procura chiusa per ferie ci credono tutti[…]». L’ex magistrato con il “LUI” e il “padrone” si riferiva chiaramente al premier Berlusconi, primo portavoce in questi anni della “lotta” alla magistratura.

Certo. C’è anche il dubbio che alla redazione abbiano sbagliato inconsciamente. Lo si può anche credere finché non si assiste  purtroppo ad un altro servizio non politico, quello sul furto del Van Gogh in Egitto. Mentre il commentatore parla del ministro della cultura africano le immagini  lo ritraggono accanto all’omonimo ministro italiano Sandro Bondi, accompagnato dall’immancabile premier Silvio Berlusconi. Visto ciò, la domanda è lecita: «Era veramente l’unico video che avevano a disposizione del ministro egiziano?».

Comments

  1. michele

    w il tg della sette l unico che ha il coraggio di dire cose diverse da quello che ordina il padrone

    • Hai ragione. E' un ottimo Tg!

  2. lilli

    se ti vuoi fare 2 risate spensierate il TG1 è come un varietà!

    • Magari ma il più delle volte è solo il nervoso quello che si prova…

  3. Luigi Beretta

    Il TG1,oramai, è diventato la foto copia del TG di Emilio Fede.

    • Emilio è meglio di Minzolini. Lui è diretto, sai chi difende e con chi sta. Minzolini è ambiguo e nascosto…

  4. Filmail

    Mentolini, Scondinzolini, Minghiolini … come farà costui a guardarsi allo specchio la mattina nel bagno ? La dignità dove la mette ?

    • trebor

      sotto le scarpe, oramai è abituato a leccare in c… di b… Certo che al confronto di Biagi (epurato)
      non ci sono paragoni, dite voi quale aggettivo più appropriato a questa specie di, bo!

  5. Ruth Tischhauser

    vuoi veder delle chiappe belle, essere informato dell 'ultima ricetta con i piselli,vuoi sapere chi si divorzia o quale cantante canto domani dove ???vai ad informarti al TG 1…

  6. gfranco.c

    scusate, posto in questo spazio un commento che ho già fatto in altra rubrica ma che mi sembra comunque idoneo.

    parlando del padrone e dei suoi seguaci che si fanno plastiche e lifting:
    Se ti avvicini troppo ai visi,sentirai una sgradevole puzza di merda.

    non serve avvicinarsi: la puzza si sente da lontano. il problema è che c'è un sacco di gente, ottenebrata da chissà cosa, che la scambia o ci fa credere di scambiarla, per profumo.

  7. Disincantato

    C'era una volta…..
    Parlare di servizio pubblico, per almeno l'80 per cento della programmazione R.A.I. è di per se una barzelletta. Grazie per avermi fatto sorridere.
    Se tremonti avesse le Palle di fare una cosa utile al paese, taglierebbe almeno due reti e relativi dipendenti.
    Con i risparmi rifonderebbe un unica rete di "effettivo servizio pubblico"retta dal canone, indirebbe regolari concorsi per far emergere e rivalutare le diverse eccellenze presenti in azienda.
    Far finta che quella azienda sia esente da lottizzazione equivale a vedere la pagliuzza nell'occhio del vicino senza veder la trave nel occhio proprio.
    Poco lo spazio per lasciare qui un vero e proprio ed organico progetto.
    Aggiungo che dopo vent'anni la Busi, di cui apprezzo la capacità professionale, deve lasciare spazio agli altri, la Rai è del popolo, e nessuno dovrebbe usarla come cosa propria, ad iniziare dai "mezzi busti dei TG.

  8. disincantato

    noto che l'ospite viene retrodatato di una settimana, cos'è, una forma di censura? se è questa la libertà di opinione che viene qui propagandata, stiamo freschi. Oggi è il 24 del mese d'agosto 2010 A.D. (p.s. in realtà fa un caldo "bestiale".
    Buone cose a tutti.

    • La cronologia dei commenti pubblicati è correttamente funzionante, infatti il tuo commento appare scritto "12 ore fa". E ovviamente si aggiorna con il passare dei minuti. La tua osservazione è priva di fondamento. Buona giornata

  9. Filmail

    rimane comunque un fatto da non sottovalutare : Burlesconi sta piazzando gente nelle strutture direttive della RAI con l'intento di raderla al suolo e di rimanere solo sul mercato dell'audiovisivo. Quindi prendiamocela apertamente con le persone ma non con l'Ente RAI che prima o poi, se Dio ci aiuta con l'eliminazione politica del suo "clone", tornerà ad essre quella che è sempre stata.

    • disincantato

      scusa se mi rivolgo a te in modo diretto. premetto che non sono certo filo berlusconiano, anche se in cuor tuo mi considererai tale. c'è mai stato nella storia della RAI un periodo in cui i politici di ogni colore si sono astenuti da quella che tu definisci una "occupazione"? obietterai che questi ultimi non possedevano però "mediaset", giusta osservazione. ok. se nonostante ciò non riconosci che la rai altra cosa non è che una derivazione dei peggiori usi e costumi della prima repubblica. Quanti di quei lavoratori, quadri e dirigenti di primo e secondo piano hanno avuto accesso in azienda per obbiettivi "meriti Personali? non approffondisco perche certe ovvietà si prestano ad attacchi sul piano del codice penale, alla faccia della libertà di pensiero.
      grazie dell'attenzione.

      • Filmail

        daccorrdissimo. La situazione di oggi pero' mi pare diversa : RAI 1 è diventata un sottoprodotto di Mediaset, filo Burlesconi, RAI 2 sta passando nelle mani della lega, rimane RAI 3 finchè regge. Nel passato erano in tanti ad occupare le poltrone, oggi è uno solo !!

  10. GIULIO

    "obietterai che questi ultimi non possedevano però "mediaset", giusta osservazione. ok." BASTA UNA VOLTA CHE HAI RICONOSCIUTO QUESTO, TACI. SIETE SOTTO UNA DITTATURA. PUNTO E BASTA.

    • disincantato

      abbiamo trasmesso Giulio il dittatore.