Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | October 20, 2019

Scroll to top

Top

Fini: "Berlusconi deve rassegnare le dimissioni" - Diritto di critica

Fini: “Berlusconi deve rassegnare le dimissioni”

E’ un momento storico quello che si è celebrato poche ore fa alla convention nazionale di Futuro e libertà di Bastia Umbria. Il Governo Berlusconi è ormai agli sgoccioli e ad annunciarne la prossima dipartita è lo stesso Gianfranco Fini, leader del nuovo movimento politico del centro destra. Tanti i temi proposti durante gli interventi della convention, anche se nella memoria degli spettatori/elettori italiani resterà certamente la frase più importante dell’intero weekend politico:

«Berlusconi deve rassegnare le dimissioni. Se non lo farà i nostri rappresentanti non resteranno un minuto di più in questo Governo».

«Non ho problemi nel dire che con la congiuntura che c’è, con alcune nubi che arrivano da altri Paesi europei di tutto c’è bisogno tranne che di una sfida tra Orazi e Curiazi o dell’ennesima campagna elettorale. Non ho esitazioni nel dire che è necessario valutare le condizioni per un patto di legislatura è che a mio vedere il patto è qualcosa in più del compitino dei 5 punti con scolaretti che devono votare altrimenti è lesa maestà. C’è la necessità di un’altra politica, di superare la fase o si sta di qua o di là. Non è possibile che ogni volta che si parli di cercare momenti condivisi il tutto viene bollato come sinonimo del peggiore inciucio o di truffa agli elettori. Il bipolarismo è un valore, ma finita la campagna elettorale l’altra coalizione non può rimanere il nemico da combattere con un eccesso propaganda e deficit politica».

Il Presidente della Camera, oltre a dichiarare lo scongiurato passo finale da attuare (nuove elezioni), non ha mancato di criticare l’esecutivo anche su tutti i punti nel quale “Berlusconi non ha saputo dare risposte concrete agli italiani“. Durante il suo discorso Fini ha voluto sottolineare come altri soggetti, tra i quali i sindacati e confindustria, abbiano dovuto riunirsi per tentare di rispondere all’emergenza economica «mentre mancava il Ministro dello Sviluppo e qualcuno pensava che non era necessario, tanto pensa a tutto lui“».

Dopo l’ennesima vicenda con contenuti sessuali che riguarda le presunte relazioni del Presidente del consiglio con la neo-maggiorenne Ruby “Rubacuori”, e le dichiarazioni sconcertanti di Berlusconi che hanno indignato le associazioni gay e parte dell’opinione pubblica, la credibilità internazionale del nostro Governo sta raschiando il fondo del barile. Gianfranco Fini lo sa bene e non ha mancato di sottolineare che «il Pdl è il partito più arretrato d’Europa su diritti civili e immigrazione», sostenendo che l’Italia merita «un’immagine migliore».

Ieri infatti, dalle pagine della rubrica settimanale del Times “La mia settiamana”, il columnist Hugo Rifkin del giornale londinese ha pesantemente ironizzato sul nostro paese, descrivendo con imbarazzanti dettagli una “tipica settimana di lavoro nei panni del Premier Silvio Berlusconi“.

“Giovedì. Per tutti i miei guai, do la colpa alla mafia. E alle streghe femministe. Un party di sesso in piscina bunga bunga, lo chiamano. Che stupide! Davvero non capiscono che era una riunione del consiglio dei ministri?! Escort? Ma queste persone sono i miei più stretti consiglieri, eccellenti in finanza, diplomazia e massaggi” […]

Un riassunto con forti contenuti sessuali che evidenzia la reputazione che gode il nostro Governo fuori dai confini nazionali. Evidentemente poco in sintonia con il rigore spesso sventolato dai finiani negli ultimi mesi. «Le nostre responsabilità non ci spaventano – ha concluso Fini – , diamo ad altri l’onore di dimostrare se ha davvero a cuore l’interesse del Paese o vuole rimanere a palazzo Chigi in attesa che passi la bufera». Rispolveriamo dunque le nostre tessere elettorali. Dovremo spendere ancora qualche ora delle nostre vite e qualche milione delle nostre tasse per ridare fiducia ad una classe politica in forte affanno, salvo un astensionismo senza precedenti per questo paese.

Comments

  1. Francesco

    Un po' tardivo il ragazzo..

  2. samuele

    sperando che non sia il solito teatrino con ritirata finale…

  3. V3N0M

    il problema vero sarà liberarci subito di lui a lavoro ultimato.