Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | September 26, 2020

Scroll to top

Top

I soldi ci sono per la Festa della Birra dei Giovani Padani. Ma non per la biblioteca comunale - Diritto di critica

I soldi ci sono per la Festa della Birra dei Giovani Padani. Ma non per la biblioteca comunale

La biblioteca comunale è in degrado, ma la Provincia sceglie di finanziare la Festa della Birra organizzata dai Giovani Padani. E’ accaduto a Gazzaniga, un comune della provincia di Bergamo. A denunciare il fatto, con una mail alla redazione de L’Eco di Bergamo, è stato Roberto Pegurri del Circolo Pd Media Valle Seriana.

Sul sito della provincia di Bergamo è  infatti possibile rintracciare il patrocinio che la Giunta Regionale Pirovano (Lega Nord), in particolare l’assessorato alle politiche giovanili, ha rilasciato all’iniziativa denominata “2° Orobic Bier Fest”, svoltasi dal 2 all’11 luglio scorso presso lo stadio comunale di Gazzaniga e organizzata dal Gruppo dei Giovani Padani della Val Seriana.

Che per la Lega Nord la cultura non sia un settore particolarmente importante, non sarebbe una novità. Ma ciò che ha amareggiato l’opposizione locale è stato il sostegno sfacciato della Provincia ad un’associazione così marcatamente di partito e soprattutto per un’iniziativa sul cui valore sociale e culturale ci sarebbe da discutere.  «La cosa sorprendente – si legge sul sito del Pd – è leggere nella delibera di Giunta n° 605 del 23 dicembre 2010, con la quale si erogano una serie di contributi straordinari per un totale di circa 90.000 euro, che tra i destinatari dei contributi compaiono i Giovani Padani della Val Seriana per l’iniziativa in oggetto». Parole che esprimono sdegno e sconcerto: «è una vergogna. – scrive sul sito Matteo Rossi, consigliere provinciale del Pd – Ancora una volta Pirovano non si dimostra il Presidente di tutti i bergamaschi, ma solo dei leghisti e dei loro amici. In un momento di ristrettezze economiche – continua – i soldi dati ad un’associazione smaccatamente di partito per organizzare una festa della birra sono uno schiaffo in faccia alle realtà associative del territorio che più ne avrebbero bisogno e che si spendono veramente per gli altri».

Una delle quali, appunto, è la biblioteca comunale di Gazzaniga, in condizioni di estremo degrado strutturale. Oltre alle infiltrazioni di acqua e ai vetri rotti, mancherebbero le adeguate strutture di sicurezza: ai tre piani della biblioteca si accede infatti con un’unica scala, che sarebbe anche l’unica via di fuga in caso di incidente. Qualora essa si rendesse inagibile, sarebbe praticamente impossibile uscire dalla biblioteca in condizioni di sicurezza. Manca anche il bagno per le persone diversamente abili, sebbene uno dei bibliotecari sia un ragazzo in carrozzella: in caso di necessità, deve andare a casa, perché la struttura per lui non è attrezzata.  Inoltre l’auditorio – importante dal punto di vista architettonico perché può essere aperto con una saracinesca su un piccolo anfiteatro esterno – è in disuso da parecchi anni e utilizzato come magazzino. La pulizia della biblioteca è inoltre appaltata ad una ditta esterna, il cui lavoro non è però monitorato dalle amministrazioni e i lavori sono svolti in modo molto approssimativo.

« Sta infatti al buon amministratore verificare se le ditte appaltatrici svolgono bene i lavori. – si legge ancora nella mail di Pegurri – Si tratta in sostanza di verificare se vengono ben spesi i soldi pubblici: “i miei soldi”, come piace dire ai leghisti. Concludendo – scrive ancora con sarcasmo – chiedo alla Giunta Pirovano se si possano trovare i soldi anche per la biblioteca. Per mantenere la coerenza con le decisioni di finanziamento già prese dalla Giunta, si può pensare di mettere una spina per la birra accanto al banco prestiti della biblioteca. In questo modo gli utenti potranno leggere e studiare degustando la bionda bevanda che magari non ha origini celtiche, ma indubbiamente è molto nordica e quindi gradita a leghisti e giovani padani».

Comments

  1. l_incubo_dei_leghisti

    Oramai non mi stupisco più delle malefatte dei leghisti!
    Mi stupisco ancora nel constatare che nonostante tutte le “cagate” (e permettetemi questa parolaccia, perchè non c’è altro termine che si addica alle azioni leghiste!) fatte a Bergamo e altrove, in nome di un fantomatico ed utopistico miglioramento del Nord (la padania non esiste!!!), ci sia ancora gente che non vuole aprire gli occhi e continua a votare e supportare questa gentaglia rozza e ignorante!!!
    E che sopratutto i cari leghisti continuino ad additarsi come il “nuovo” che avanza, quando si comportano nella stessa maniera ,se non peggio dei loro predecessori!
    Tutto ciò mi fa un’estrema tristezza……!se questo è il futuro e il progresso…stiam messi bene!benissimo!!!

  2. Marco

    Purtroppo e’ l’ennesima conferma che il potere logora!
    Soprattutto chi non ce l’ha! Una volte saliti sul ‘colle’ diventano tutti della stessa famiglia!

  3. tereza

    tutto mondo è paese…. todo são mundo são iquais