Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | August 18, 2017

Scroll to top

Top

Il cuore nerazzurro del Cavaliere: «Berlusconi voleva comprare l’Inter»

Il cuore nerazzurro del Cavaliere: «Berlusconi voleva comprare l’Inter»

C’è chi come Massimo Fini che per spiegare «tutto il Berlusconi» pensiero ricorda un frase pronunciata nel lontano 1986 dall’allora solo imprenditore e neo presidente del A.C. Milan: «Non capisco perché a San Siro debbano venire anche i tifosi delle altre squadre togliendo il posto ai nostri». Un periodo che vedeva l’inizio dell’ascesa mediatica del Cavaliere, caratterizzato maggiormente proprio dal “suo” Milan stellare diventato negli anni il simbolo del Berlusconi vincente. Pochi sanno però che la squadra fin allora di Rivera e Nereo Rocco fu una seconda scelta per il fondatore di Milano 2 e Fininvest. Un retroscena raccontato alcuni anni fa nel libro il Catalogo dei Viventi di Giorgio Dell’Arti e Massimo Parrini:

«Giuseppe Ticozzi, ex giocatore dell’Edilnord allenata dal Berlusconi costruttore, giura che negli anni Sessanta Silvio era un grandissimo tifoso dell’Inter». Sandro Mazzola non ricorda la data precisa, ma conferma che durante una riunione per il Mundialito, Berlusconi gli domandò: «Mazzola, può chiedere a Fraizzoli (presidente nerazzurro dell’epoca n.d.r.) se è disposto a vendermi l’Inter?». «Fraizzoli non disse di no. Poi ci ripensò: no, a Berlusconi niente». Un dubbio continua a tormentare Sandrino: «Berlusconi voleva comprare l’ Inter e a volte mi interrogo: che cosa ne sarebbe stato del Milan se l’ operazione gli fosse riuscita?»

Berlusconi, diversamente, ha raccontato più volte che per lui «il Milan è un’avventura romantica. Da quando ero piccolo andavo allo stadio mano nella mano con mio padre abbassandomi ai cancelli per non pagare il biglietto. Il Milan ce l’ho nel sangue, allora come oggi detta valori importanti anche nella vita. Il calcio per me è sacro, è la politica a essere profana».

A pensar male si potrebbe facilmente identificare nel biscione scelto come logo di TeleMilano, poi di Canale 5 e Fininvest, il simbolo della squadra nerazzurra. Un supposizione che più essere chiaramente ribaltata, visto che il biscione è anche uno dei simboli della città di Milano. Come sempre comprendere a pieno chi stia dalla parte della verità non è semplice.