Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | October 16, 2019

Scroll to top

Top

Fukushima: esplode l'idrogeno nel reattore 2 ma i noccioli restano integri - Diritto di critica

Fukushima: esplode l’idrogeno nel reattore 2 ma i noccioli restano integri

Nottata drammatica per la centrale nucleare di Fukushima: due esplosioni di idrogeno hanno coinvolto i reattori 2 e 4, scatenando un incendio. I tecnici sono riusciti a spegnere le fiamme e a riportare in condizioni stabili i reattori danneggiati, ma la Iaea comunica una fuoriuscita di vapore radioattivo. Il premier Kan ha annunciato l’allargamento della zona di evacuazione a 30km dalla centrale. L’unica buona notizia è che i noccioli dei tre reattori di Fukushima sono integri: le esplosioni dei giorni scorsi e di stanotte non li hanno danneggiati. Resta però critica la situazione.

Questa mattina, poco dopo le 4, un’accumulo di gas idrogeno, fuoriuscito dal  reattore numero 2 (spento al momento del terremoto), è esploso provocando un incendio. I tecnici hanno dovuto contenere la fuoriuscita di acqua dalle vasche di raffreddamento danneggiate dalle fiamme, e sono riusciti nell’intento soltanto dopo 5 ore di lavoro febbrile. Secondo i media nipponici, a spegnere l’incendio sarebbero stati i militari americani chiamati in aiuto dal governo giapponese. In ogni caso, le iniezioni di acqua nei reattori 1 e 2 hanno riportato il sistema di raffreddamento su livelli stabili. Lo ha detto il portavoce del governo, Yukio Edano, nel briefing sugli sforzi per stabilizzare la struttura.

Le autorità nipponiche hanno riferito all’Aiea che la fuga dalla centrale di Fukushima ha fatto registrare livelli di radioattività nell’aria di 400 millisiviert per ora. In una conferenza stampa trasmessa in diretta televisiva, il primo ministro Naoto Kan, indossando una tuta da lavoro, ha chiesto a tutti coloro che vivono ad una distanza di 20-30 chilometri dalla centrale di evacuare le proprie abitazioni. Il premier ha chiesto ai cittadini giapponesi di mantenere la calma e ha ricordato i tecnici e i soldati delle Forze di Autodifesa, l’ esercito giapponese che, ha sottolineato, “continuano a pompare acqua nei reattori mettendosi in una situazione estremamente pericolosa”.

Secondo l’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Iaea), il rischio di disastro nucleare a Fukushima resta altissimo.

Comments

  1. treb
  2. danilo

    ma come fa un terremoto ad essere colpa dell’uomo?? non diciamo sciocchezze!!