Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | July 14, 2020

Scroll to top

Top

Terremoto a Roma, gli esperti dell'Ingv svelano la bufala - Diritto di critica

Terremoto a Roma, gli esperti dell’Ingv svelano la bufala

Roma è sismica? Sì. Ma solo di riflesso, per terremoti che possono avvenire sulla dorsale appenninica – tutti ad una distanza tra i cento e i 120 chilometri dalla città – o nella zona dei Colli Albani. A spiegarlo a Diritto di Critica, questa mattina, sono stati gli esperti dell’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia che hanno sottolineato come in duemila anni non si siano verificato terremoti distruttivi con epicentro sotto la Città eterna. Tra quartieri a bassissima sismicità, che risentono dell’attività nella zona dei Laghi, il Torrino, Castel di Leva e il Divino a Amore.

Ad essere sismica, invece, è l’Italia nel suo complesso, soprattutto nelle zone montuose e al Sud. “Bendandi – hanno spiegato gli esperti dell’Ingv – non aveva previsto alcun terremoto a Roma, nelle sue carte non c’è traccia di una simile previsione. E’ poi stato chiamato in causa – hanno aggiunto – l’allineamento dei pianeti come causa del presunto sisma: tutti i maggiori terremoti si sono verificati in Italia e nel mondo quando non era presente alcun allineamento astrale. Di contro, l’influsso gravitazionale esercitato dai pianeti sulla Terra è pari ad appena l’un per cento di quello lunare”. Come dire: tutte balle.

Allo stesso modo, hanno spiegato gli esperti, sono inattendibili le teorie portate avanti da Giampaolo Giuliani: “il tecnico aveva previsto un terremoto non all’Aquila ma a Sulmona che comunque non si è verificato. L’associazione di un sisma ai livelli del radon – sottolineano – non è automatico e non è dimostrato da alcuna rilevanza scientifica: alcune volte si sono verificati terremoti quando c’erano alti livelli di gas radon, tante altre volte non è accaduto nulla”.

Comments

  1. Lorenzo

    Mettendo da parte la notizia in se, un’evidente bufala che ha preso piede dal passa parola sul web, ci tengo a precisare che la zona sismica dei Colli Albani è ben più vicina a Roma di 100 km. Frascati, sovrastata dal monte Tuscolo, che è uno dei picchi più alti dell’antico cratere vulcanico, dista da Roma appena qualche km, essendo praticamente confinante con Tor Vergata, mentre dal centro di Frascati al centro di Roma ci sono appena 20 km. Albano e Nemi, dove sono presenti ancora oggi le due piccole bocche di sfogo dell’antico vulcano, oggi coperte d’acqua e conosciute come Lago di Albano e Lago di Nemi, distano appena 25 e 30 km. La dorsale appenninica dista invece circa 100 km, che è più o meno la distanza in linea d’aria tra Roma e L’Aquila.

  2. Daniele Bianchino

    Zone tra i 100 e i 120 chilometri dalla citta’? Zone di gravi terremoti come Avezzano si trovano ad 80 km dalla citta’; L’area sismica dei Colli Albani, che ha prodotto anche terremoti di 5.7 richter e si trova a 15- 20 km dalla citta’ di Roma, non 100-120 Km come scritto!! i Colli Albani hanno avuto almeno 7 sismi pari a quello appena accaduto in Spagna. Un terremoto come quello del 1806 (5.7) dei Colli Albani, al giorno d’oggi, farebbe moltissimi danni a Roma. Non ho assolutamente mai creduto a questo fantomatico sisma, i sismi non si possono prevedere, ma le potenzialita’ sismiche dell’apparato vulcanico dei Colli Albani (vulcano laziale-castelli romani) sono reali anche se remote.

    • I Colli albani non distano 100 km dalla capitale e siamo d’accordo (correggerò), ma di sicuro non sono ad appena 15 km da Roma. Grazie comunque per la segnalazione.

      Emilio