Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | October 25, 2020

Scroll to top

Top

Botta e risposta tra Sky e Current su dati e audience - Le lettere - Diritto di critica

Botta e risposta tra Sky e Current su dati e audience – Le lettere

”La decisione di non rinnovare il contratto con Current non e’ dovuta ad alcuna cospirazione politica: si tratta semplicemente di una trattativa economica, che ho gestito io con la mia squadra in Italia. Non ho mai parlato con Rupert Murdoch di nessuno di questi temi. E Silvio Berlusconi non ha mai promesso a Sky nessuna frequenza digitale terrestre se ci fossimo liberati di Al Gore. Sfortunatamente Al Gore in Italia non e’ cosi’ rilevante”. E’ quanto scrive l’amministratore delegato di Sky Italia, Tom Mockridge, nella mail di risposta che sarà inviata a quanti scriveranno per protestare contro la chiusura di Current Tv, come chiesto dal fondatore Al Gore.

”A Sky Italia abbiamo stima per Current TV e per Al Gore – si legge ancora nella mail -. Per questo motivo lo scorso 13 maggio abbiamo fatto al suo socio, Joel Hyatt, un’offerta per continuare ad avere Current per altri tre anni su Sky (l’offerta e’ allegata senza cifre alla mail, ndr). Non corrisponde dunque affatto al vero che Sky abbia deciso unilateralmente di cancellare il canale. Purtroppo, Joel ha deciso di non accettare la nostra offerta e ha chiesto invece di avere il doppio di quanto Current percepisce attualmente, una cifra che arriva ad essere vicina a 10 milioni di dollari. Si tratta di una richiesta decisamente troppo alta, specie in relazione alle recenti performance del canale”.

”Al Gore – prosegue la mail di Mockridge – ha diffuso dati assolutamente inesatti sull’audience del canale, sostenendo che un abbonato di Sky su due guarda Current una volta la settimana. La realtà, purtroppo, è assai diversa: i dati Auditel dicono che solo un abbonato di Sky su 25 ha guardato Current almeno per 10 minuti in una settimana nel corso del 2011. Lo share del canale e’ dello 0,03% su media giornaliera e dello 0,02% in prima serata con una media giornaliera di 2.959 telespettatori, come rilevato da Auditel nel 2011. Si tratta di dati in calo del 20% sulla media giornaliera e addirittura del 40% in prima serata, se comparati al 2010. Se il canale avesse raggiunto l’obiettivo di 4500 telespettatori medi giornalieri, concordato nel contratto, la partnership sarebbe stata rinnovata automaticamente per ulteriori due anni”.

”Dunque se davvero desidera che Current Tv rimanga in Italia – conclude Mockridge -, scriva a Joel Hyatt a hyatt@current.com e gli chieda – con la stessa determinazione con cui ha scritto a me – di accettare la nostra offerta, come hanno fatto tantissimi suoi colleghi editori, e noi saremo molto felici di avere Current TV su Sky per altri tre anni”.

LA RISPOSTA DI CURRENT

”Dite a Sky di smettere di mentirvi”. Comunica cosi’ un appello agli abbonati Sky di Current Tv, che replica alle affermazioni dell’ad della tv satellitare, Tom Mockridge. ”La sola e unica offerta che abbiamo ricevuto da Sky ci e’ arrivata dopo che ci hanno cancellato – afferma la tv fondata da Al gore in una nota -. La loro sola e unica offerta e’ stata di ridurre la nostra fee del 70%. Quando Sky ci ha chiesto quale sarebbe stata la fee da noi desiderata abbiamo risposto chiedendo soltanto appena 0.02 euro di aumento per abbonato: meno del costo di una nocciolina. Non abbiamo mai chiesto 10 milioni di dollari: vi stanno dicendo una bugia. I nostri ascolti non sono mai calati, anzi nel corso dell’ultimo anno sono sempre cresciuti. Rispondete a Sky di fare a Current un’offerta corretta”.

 

Comments

  1. Paolo Pierorazio

    20-05-11 – ore 17:50: CURRENT RISPONDE A NEWSCORP-SKY: BASTA BUGIE

    Current non ci sta e smonta punto per punto e dati alla mano la motivazione ufficiale diffusa ieri da SKY Italia sull’improvvisa cancellazione del canale fondato da Al Gore.

    «Nessuna richiesta economica eccessiva e nessun calo di ascolti»: a differenza di quanto sostiene Sky il management di Current ribadisce di non aver mai parlato di cifre se non dopo essere stato informato della cancellazione del canale e che i numeri riferiti dall’azienda di Tom Mockridge e pubblicati oggi da taluni quotidiani non sono corretti. Ma per commentare, il giorno dopo, l’annunciata cancellazione basterebbe la reazione del popolo della Rete, dell’opinione pubblica, dei giornali, la risposta massiccia degli abbonati Sky pronti a rinunciare alla TV satellitare a fronte di un’eventuale esclusione di Current dal bouquet; senza contare i numerosi messaggi di solidarieta’ da parte degli stessi dipendenti di Sky Italia.
    […]
    Il presunto crollo del 40% di ascolti in primetime che si attribuisce a Current si fonda su un inganno: Sky infatti ha ricavato questo dato fallace comparando i primi quattro mesi del 2011 con i primi 4 mesi dell’anno precedente. Molti ricorderanno che il 25 marzo 2010 Current ha trasmesso lo straordinario evento di Rai per una notte conMichele Santoro, programma che ha segnato un record storico per un canale terzo della piattaforma Sky pari al 2,50% di share nazionale, superiore persino a Skytg24 che contestualmente trasmetteva lo stesso evento. Sebbene all’epoca Sky e Current gioirono assieme in nome dell’Informazione Indipendete, oggi quello stesso dato di successo diventa motivo di discordia. Se infatti, dalla comparazione 2010-2011 dello stesso periodo si esclude il solo evento in diretta di Rai per una notte, e quindi si evita di falsare il dato comparativo, il risultato assicura a Current una crescita del + 15% nel primetime. A ulteriore conferma, se si amplia la comparazione sempre dello stesso periodo (gennaio-aprile) ma sul biennio 2009-2011 – e sempre senza considerare il dato eccezionale di Rai per una notte – la crescita di Current è pari al 103% (fonte dati Auditel, elaborazione Arianna) .
    Current ha già diffuso i dati di crescita del canale nell’ultimo triennio ma li ribadisce: più 270% di share in Daily Time e 550% in Prime Time (fonte: ricerca Auditel-Starcom 2010) mentre gli ascolti della piattaforma Sky nello stesso periodo sono rimasti sostanzialmente piatti.
    […]
    Infine è importante ricordare due ultimi aspetti. Il primo: questi dati positivi sono stati raggiunti nonostante il contratto Sky concedeva a Current solo 210 ore di programmazione fresca (mentre molti altri canali con ascolti simili se non inferiori hanno fino al triplo delle ore a disposizione) e quindi costringeva il canale a enormi repetitions. Il secondo: l’intero business della tv satellitare, poi, basandosi su abbonamento, si fonda sul gradimento e sulla fidelizzazione dello spettatore che sottoscrive un contratto con la piattaforma. Bene: una recentissima ricerca (vedasi estratto allegato) appositamente commisionata da GN Research (centro di ricerca tra i più noti e utilizzato dalla stessa Sky) su esclusiva base di abbonati alla piattaforma satellitare afferma che Current è in assoluto tra i canali più apprezzati (non solo tra i canali terzi o factual, ma allargando la comparazione anche ad altri canali Sky e perfino a reti Rai e Mediaset) confermandosi così il brand che ha la relazione più forte in assoluto con i suoi spettatori, secondo solo a Fox Crime.
    (Questo commento ha subito tagli (comunque non significativi) per l’eccessiva lunghezza. Vi chiediamo di essere più sintetici – la Redazione)