Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | October 14, 2019

Scroll to top

Top

Tutti i segreti della casta svelati grazie a Facebook - Diritto di critica

Una pagina Facebook che svela tutti i segreti della Casta. E’ quanto promette un precario licenziato dopo 15 anni di lavoro a Montecitorio che da alcune ore sta mettendo on line dati e numeri relativi alla vita al di qua delle mura di Montecitorio. Uno degli ultimi post pubblicati riguarda le tariffe telefoniche che nel 2008 la TIM “riservava” ai politici: 0,15 cent di euro per le chiamate verso altri operatori e 0,03 verso i cellulari TIM. “Oggi – spiega l’anonimo autore della pagina -(le tariffe) sono ancora più vantaggiose! Anche qui, mica possono spendere come i comuni mortali!!! L’unico negozio abilitato ad attivare questa tariffa è il negozio tim in Largo Chigi”.

Nel calderone finisce anche la Peugeot con gli sconti “riservati” ai Parlamentari che vanno a sommarsi – spiega l’autore della pagina – “a quelli già previsti dai concessionari”. E anche qui i ribassi “speciali” vanno dall’11 al 20% sul prezzo di listino.

E non potevano mancare le autoblu. Come funzione l’assegnazione di macchina blindata e scorta? “Basta trovare una persona fidata che si prenda l’impegno di inviare una lettera anonima di insulti e minacce, meglio ancora anche verso i familiari. Poi basta poco…”

Oltre cinquantamila i fan che in poche ore hanno cliccato Mi piace. Due sole obiezioni: per quanti hanno letto il libro La Casta, di Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo, questa pagina non svelerà gran che di nuovo. E certo, l’anonimo creatore avrebbe potuto pensarci prima, non dopo quindici anni.

Comments

  1. Elena Bibolotti

    bene, e una volta sapute queste cose? faremo qualcosa una volta per tutte o anche questa passerà inosservata? francamente da precaria che già oggi non ho stipendio ho anche smesso di leggere i giornali. dolorosamente potrei diventare una qualunquista per quanto sono stufa di non vedere cambiare niente! comunque, grande solidarietà a chi come me è imbufalito nero e a chi diffonde le notizie.

    • antonio

      come campano i precari come fanno la spesa pè magnà .proviamo a ridurre le pensioni gia misere del 30%,vediamo se i genitori dei 35 enni ,per chi governa considerati minori,cambiare la serratura della porta, lasciarli all’addiaccio,non faranno
      movida,forse si riuscirà?, ascuotere un pò di apatia che in loro? le cose cambieranno
      con una inccazzutta rivoluzione, la globalizzazione,non serve ai poveri cristi,.,.

  2. Mara

    Tutti noi a dirci che “dovremmo fare qualcosa”… Verissimo, ma cosa?
    Ogni tanto ho delle visioni di teste infilzate sulle picche sullo sfondo di fuochi accanto alla Bastiglia, ma erano altri tempi e poi sappiamo com’è andata….

  3. peppeal

    Ma noi poveri mortali possiamo fare qualcosa? o dobbiamo subire e basta?A quando la rivolta?

  4. sante giuseppe conca

    E di che meravigliarsi! Difronte ad un popolo di indifferenti, la casta si può permettere di questo ed anche altro. Bisogna svegliarsi al più presto e non continuare a soffermarsi su distinguo che sanno solo di lana caprina.