Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | August 15, 2020

Scroll to top

Top

"Gheddafi raderà al suolo Tripoli e si suiciderà" - Diritto di critica

“Gheddafi raderà al suolo Tripoli e si suiciderà”

Potrebbe tentare il suicidio. Gheddafi in caso di attacco di Tripoli da parte dei ribelli, avrebbe messo a punto un piano per uccidere se stesso e radere al suolo Tripoli. Lo ha dichiarato l’emissario del Cremlino per il conflitto in Libia in un’intervista rilasciata al quotidiano Izvestia.

Il piano di Gheddafi. Se le forze ribelli dovessero riuscire ad entrare a Tripoli verà attuato il piano che prevede di ricoprire di missili e di far saltare in aria l’intera capitale. Sarebbe questa l’idea di Gheddafi pronto a compiere un gesto così folle pur di non darla vinta al nemico. La possibile esistenza di questo piano è stata resa nota dall’emissario del Cremlino Mikhail Margelov che afferma di esserne venuto a conoscenza in seguito ad un incontro che ha avuto con il primo ministro libico in occasione di una sua visita a Tripoli nel mese di giugno.

Gheddafi ricco di missili ed esplosivo. “Io credo che il regime di Gheddafi possa effettivamente avere un piano suicidario di questo tipo”, ha dichiarato Margelov che mette in dubbio l’ipotesi secondo cui la Libia sarebbe a corto di munizioni. L’emissario al Cremlino ha infatti voluto ricordanre che Gheddafi non ha ancora utlizzato neanche uno dei suoi missili terra-terra che ha a disposizione. Questo potrebbe smentire l’ipotesi della mancanza di armi, possibilità che potrebbe essere vera solo in relazione alle armi leggere.

Gheddafi vs Rasmussen. Sicuramente Gheddafi non ha alcuna intenzione di arrendersi e accusa il Segretario Generale della Nato Andres Fogh Rasmussen di crimini di guerra per le operazioni condotte in Libia, dato che “come Segretario Generale della Nato è responsabile per le azioni dell’organizzazione che ha attaccato un popolo disarmato uccidendo 1.108 civili e ferendone 4.537 ed è inoltre responsabile del tentativo di omicidio del Colonnello Gheddafi. La Nato sta tentando di rovesciare il regime libico per sostituirlo con uno di ribelli sotto il suo controllo con lo scopo di mettere le mani sulle ricchezze libiche”.

Comments

  1. autores

    Bhe’ se proprio la vuoi mettere di questo punto sarebbe molto meglio che ti dedicassi alla critica su’ l’Arabia Saudita di cui sembra che sia inverosimilmente bene disposta ad un eventuale guerra in Arabia Saudita dopo allo Yemen ma per propria presa di coscienza cio’ significa che non farebbe e non fa’ niente per evitare la guerra in Ryad o di fare cadere il proprio Regime. La proprosta era di fare andare via l’Asia e i Sultanati con dei metodi leciti e legali alla loro legge di Stato e di Governo considerato che il Sultanato progredisce e va avanti alla conquista e con la guerra contro ai Sauditi,ma il Regime Saudita non ne e’ interessato. Con questo voglio dire che la critica piu’ forte sta da un altra parte e Gheddafi sta facendo anche troppo per se stesso e per il proprio Regime sarebbe sufficente che lo domandasse di persona ai Re Sauditi. Io ho scritto specificatamente a loro ed e’ al riguardo.

  2. claudio maffei

    Davvero si può credere che le più grandi potenze militari del pianeta, coalizzate nella Nato, non possano avere il sopravvento sulla Libia?
    Le guerre sono volute dalle lobbie americane degli armamenti ed anche i tempi, la durata sono studiati e le azioni belliche sono dosate, in modo che la guerra duri a sufficienza, in modo che le industrie delle armi guadagnino quanto previsto. Una guerra breve porta pochi guadagni.