Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | October 30, 2020

Scroll to top

Top

Esplosione in una centrale nucleare in Francia. I tecnici: «Non c'è fuga radioattiva» - Photogallery - Diritto di critica

Esplosione in una centrale nucleare in Francia. I tecnici: «Non c’è fuga radioattiva» – Photogallery

Un morto e quattro feriti. E’ questo il bilancio provvisorio di un’esplosione che si è verificata questa mattina nella centrale nucleare francese di Marcoule, nella regione del Gard, a circa 242 chilometri da Ventimiglia, a 257 da Torino e a 342 da Genova.

Secondo le prime informazioni, l’incidente sarebbe avvenuto all’interno di un sito di stoccaggio di scorie nucleari. I soccorritori e i Vigili del Fuoco hanno già transennato l’area e stanno cercando di rilevare eventuali fughe radioattive. “In questo momento – ha affermato comunque affermato un funzionario della Commissione per l’Energia atomica – non vi è rilascio verso l’esterno“. I tecnici hanno poi precisato che l’esplosione è avvenuta non nel comparto del reattore ma in un forno e impianti di questo tipo non si trovano nelle centrali. Possono invece essere utilizzati o negli impianti addetti alla preparazione del combustibile nucleare, oppure in quelli del trattamento del combustibile utilizzato. Secondo fonti francesi si tratterebbe comunque di un deposito per la lavorazione di scorie scarsamente radioattive. L’incidente – precisa Edf – sarebbe quindi di natura«industriale, non nucleare». Le autorità francesi, inoltre, hanno fatto sapere che nessuno dei feriti sarebbe stato contaminato ma le ferite deriverebbero dalle conseguenze dirette dell’esplosione e delle fiamme.

La centrale fa parte del più ampio sito nucleare Marcoule, un’istallazione industriale gestita da Areva e dal Cea ed è stata la prima centrale nucleare francese, nella Linguadoca-Rossiglione. Possiede 3 reattori UNGG (una versione francese del Magnox inglese) da 79 MW totali. Nello stesso sito esiste anche un altro reattore (il N1) costruito dal 1955 al 1956 da soli 2 MW e non utilizzato per la produzione elettrica. A Marcoule furono costruiti i reattori nucleari a uso militare per le ricerche destinate alla costruzione della bomba atomica francese. La Francia in tutto fa contare 19 sistemi di centrali, con 58 reattori.

La Protezione civile italiana, intanto, ha fatto sapere di aver attivato tutte le procedure per monitorare l’eventuale livello di radioattività sul suolo nazionale, in collaborazione con l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale e con i vigili del fuoco.

Alla notizia dell’esplosione, intanto, il titolo in borsa di Edf ha perso subito il sei per cento.

Comments

  1. G999

    E fu cosi che l’intera umanità si autodistrusse.. inseguendo il profitto economico di pochi prima del benessere dei singoli cittadini…

    Le centrali devono essere tutte chiuse quanto prima, specialmente quelle di vecchia generazione… e anche se in questo caso non è scoppiato un reattore risulta evidente che il maggiore pericolo non sono i reattori ma le scorie nucleari…

    • Claudia

      Perfettamente d’accordo, tutte le centrali assolutamente CHIUSE. E non voglio sentire storie sul fatto che visto che la Francia si trova vicina all’Italia, tanto vale aprire le porte al nucleare anche da noii! Se fosse successo in casa nostra sarebbe stato mille volte peggio!

  2. maria grazia pozzi

    Le notizie non sono precise, vorrei sapere se ci possono essere problemi per l’acqua potabile e per gli alimenti come latte e verdure.Chi ci darà queste informazioni correlate da spiegazioni nscientifiche e non come al solito vaghe?

    • r.i

      Le notizie non sono precise perchè il fatto è appena accaduto…

  3. Emanuela

    Mi domando dove andremmo mai a finire e’ ora che questi potenti smettano di pensare solo al soldo ed ai profitti noi dobbiamo alzare la voce e scendere in piazza ma in un qualche modo farci sentire davvero poco alla volta stiamo distruggendo questo paradiso terrestre che c’e stato donato!!!! Dovremmo riflettere……

  4. Francesco

    Andatevi a leggere ciò che scrisse Nostradamus ………….

  5. Mauro

    Qualcuno può anche chiudere definitivamente il nostro Governo italiano?
    Sono stufo di sentir parlare di nucleare e di sicurezza Avvocati ed Ingegneri al governo con lauree risicate!

  6. PINO

    L’uso del nucleare cosi come è adaesso “per fissione”,ci deve tenere lontano dal proporre la costruzione di centrali di qualsiasi generazione.Non bisogna,tuttavia,abbandonare,la ricerca per l’utilizzo di reattori che si basano del sistema di fusione nucleare…..Il sole è un esempio..

  7. Roberto

    Perchè dobbiamo subire tutto ciò ? è della nostra pelle che si tratta e di quella dei nostri figli.