Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | June 17, 2019

Scroll to top

Top

Immigrazione: L'accordo del governo Monti con la Libia, nel solco di Gheddafi - Diritto di critica

Immigrazione: L’accordo del governo Monti con la Libia, nel solco di Gheddafi

Cambia il regime e cambiano i governi, ma anche con i “professori” gli accordi sui migranti sono sempre gli stessi. Secondo un documento dell’aprile scorso che Diritto di Critica vi ripropone, firmato dal ministro dell’Interno Cancellieri e dal suo omologo libico, l’Italia continuerà a dare sostegno al Paese dell’ex rais per bloccare quanti tentano di lasciare l’Africa verso Lampedusa e la Sicilia.

Nel documento, infatti, si parla di “riavviare le attività già concordate”, in un’ottica di continuità. Mentre alla voce “Monitoraggio” si legge: “Adoperarsi alla programmazione di attività in mare negli ambiti di rispettiva competenza, nonché in acque internazionali, secondo quanto previsto dagli accordi bilaterali in materia e in conformità al diritto marittimo internazionale”. Che si tratti dei tanto vituperati respingimenti in mare?

Ma a preoccupare di più è il riferimento al centro di detenzione di Kufra, qui citato come “Centro sanitario, per garantire i servizi sanitari di primo soccorso a favore dell’immigrazione illegale” che sarebbe in via di costruzione.

Nel testo, infine, non viene fatta alcuna differenza tra migranti illegali e rifugiati, un dato che sottolinea come quello con la Libia si un accordo stretto in un’ottica di preoccupante continuità con quanto già visto in epoca Gheddafi.

SCARICA IL DOCUMENTOCONFERMA ACCORDI ITALIA LIBIA PROCESSO VERBALE