Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | September 20, 2020

Scroll to top

Top

Al via le Paralimpiadi di Londra, biglietti sold out e record di partecipanti - Diritto di critica

Al via le Paralimpiadi di Londra, biglietti sold out e record di partecipanti

Commozione, voglia di partecipare e vincere. Lo spirito olimpico si è acceso nuovamente, ieri, in occasione della cerimonia d’apertura delle XXIV Paralimpiadi, sulle note dello spettacolo “Enlightenment”, un’elettrizzante celebrazione del ritorno a Londra dei Giochi, la cui prima edizione avvenne nel 1948, dedicata ai reduci della Seconda Guerra Mondiale.

GUARDA LA FOTOGALLERY DELLA CERIMONIA  E DELLE PRIME GARE

Come per l’apertura dei Giochi Olimpici lo scorso luglio, il tema centrale della cerimonia è stato il periodo dell’Illuminismo, ma anche l’ “Illuminazione” come senso di conoscenza e consapevolezza dei concetti di libertà, democrazia e uguaglianza, concetti ripensati per l’inclusione sociale e per i diritti delle persone con disabilità. Acquistati quasi tutti i biglietti per la kermesse olimpica (2,3 milioni su un totale di 2,5 milioni) fino al 9 settembre, nonostante gli organizzatori mercoledì scorso abbiano deciso di mettere in vendita altri 140mila bigletti, di cui 100mila solo per l’accesso al Parco Olimpico.

C’è grande attesa per le 166 nazioni partecipanti (per 16 stati come l’Albania, Antigua, Malawi e Ruanda sarà la prima volta) e i 4200 atleti. Il paese ospitante, la Gran Bretagna, è ottimista dopo l’exploit degli ultimi Giochi dei normodotati: 65 medaglie in totale, di cui 29 d’oro (miglior rendimento in più di un secolo e terzo nel medagliere dopo Usa e Cina). Prima dei Giochi, circa 1,2 milioni di tagliandi erano stati acquistati per le Paralimpiadi. La vendita è proseguita in questi giorni con ulteriori 600mila biglietti per sport come l’atletica, la bicicletta al velodromo, il tennis su sedia a rotelle a Eton Manor nel Parco Olimpico.

“Il nostro obiettivo – ha precisato al Time Philip Craven, presidente del Comitato Paralimpico Internazionale – è quello di vendere ogni singolo biglietto. Sarebbe giusto che il movimento paralimpico torni nel suo luogo di nascita spirituale”. Nelle precedenti edizioni olimpiche, a Sidney nel 2000 erano stati venduti 1,2 milioni di tagliandi, nel 2004 ad Atene solo 850mila, mentre nella scorsa edizione di Pechino, nel 2008, il record era stato di 1,8 milioni. I prezzi per la kermesse di Londra appaiono, di sicuro, più competitivi rispetto alle precedenti Olimpiadi. Polemiche si sono sollevate su alcuni tagliandi dal costo di 1.150 dollari (biglietto di categoria AA per accedere alla pista o al campo) o di 3.200 dollari per la cerimonia di apertura.

Altri costi sono abbordabili, visto che sono stati resi disponibili ticket da 32 dollari, oppure da 16 dollari per un ingresso giornaliero in diversi eventi sportivi per la scherma, tennistavolo, pallavolo e bocce. Il biglietto più costoso per un evento sportivo si attesta intorno ai 70 dollari, inferiore al tagliando più economico per assistere alla finale dei 100 metri che ha visto protagonista il giamaicano Usain Bolt. I biglietti per le cerimonie di apertura e chiusura non sono stati venduti, esattamente, ai prezzi più competitivi. Per il primo atto, i tagliandi più costosi hanno raggiunto picchi di 790 dollari, mentre per l’atto conclusivo la cifra si attesta intorno ai 550 dollari.