Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | August 13, 2020

Scroll to top

Top

Tutti gli errori di Beppe Grillo. E adesso scoppia la guerra delle querele

L’ANALISI – Il comico genovese, altrimenti noto come Beppe Grillo, ha una forza propulsiva instancabile che, però, con l’avvento dei vari Monti, il ritorno di Berlusconi e piccoli leader che vorrebbero creare un movimento in pochi giorni (leggi: Ingroia), rischia di indebolirsi. Né aiutano alcune performance del Grillo che potrebbe davvero fare la differenza rispetto alla vecchia politica – almeno sul piano delle apparenze mediatiche – e invece si limita a condurre il proprio Movimento sulla linea dell’ “o con me o con Mammona”: chi non la pensa come i timonieri, può tranquillamente fare le valigie e andarsene.

– LEGGI ANCHE: BEPPE GRILLO? IL MOVIMENTO LO SCARICHERA’

Il nodo dei “ribelli”. Né il comico genovese risponde in modo altrettanto puntuale alle obiezioni sulla poca democrazia o su altre questioni relative al partito sollevate a vario titolo nei mesi scorsi dai cosiddetti “ribelli”. Di loro si limita per lo più a dire che hanno interesse nell’attaccare il Movimento, che sono stati avvicinati da questo o quel partito, che cercano visibilità. E i “grillini” nella maggior parte dei casi gli corrono dietro, crocifiggendo il “ribelle” di turno. Una prassi che sta sempre più raccontando il Movimento 5 Stelle come un recinto chiuso e indiscutibile, con due referenti: Grillo e Casaleggio. Solo a loro è concesso andare in televisione, comiziare e tenere i rapporti con i media. Chi si è azzardato a disubbidire alla regola è stato – vedi sopra – invitato ad andarsene e messo poi alla gogna da qualche imbecille che non ha lesinato minacce di morte a Favia e Salsi.

E’ evidente che questo atteggiamento da parte dei fondatori del Movimento 5 Stelle e del comico genovese – andato in onda con il caso Favia, Salsi e non solo – non aiutano quanti sono esterni a percepire il M5Stelle come capace di una vera svolta ma, al contrario, rischia paurosamente di avvicinarlo ai partiti politici classici contro cui Grillo da sempre si scaglia.

Monologo o dibattito? C’è poi la cronica mancanza di dibattito con l’esterno. Quelli di Grillo sono comizi o monologhi a senso unico e quando interagisce con i giornalisti la linea è quella di “disinfettarli”: famosa la scena del medicinale spruzzato contro un collega. Ebbene, a Grillo forse sfugge che non si può fare di tutta l’erba un fascio nell’ambito dell’informazione. Anche perché – circostanza curiosa – fu lui a denunciare quella parte buona e precaria dei media che andrebbe invece difesa. Ma tant’è. Ieri, addirittura, il comico ha scritto sul suo blog che Rai3 andrebbe chiusa. “Editti” molto simili sono venuti negli anni da Silvio Berlusconi.

Le querele. Ma quella che si sta scatenando è anche un’offensiva a suon di querele. L’ultima ha investito l’ex direttore del Sole 24 Ore, Gianni Riotta, “reo” di aver retwittato un post. Un’arma a doppio taglio, ed è di oggi la notizia della condanna a pagare da parte di Grillo 50mila euro per diffamazione a Silvio Berlusconi.

Le Parlamentarie. Dulcis in fundo: le Parlamentarie. In apparenza un esercizio di democrazia, nei fatti molti grillini interni al Movimento si sono lamentati della poca trasparenza. L’impressione è che si sia trattato – appunto – di un gioco di facciata, di un voto che ha visto la partecipazione di poco più di 30mila persone. Meno di un quartiere di Roma e ben al di sotto della platea di sostenitori del Movimento.

Trova le differenze. A ben guardare, dunque, viene da chiedersi in cosa – nel concreto – il Movimento 5 Stelle differisca dagli altri partiti basati sul one man show: dissidenti invitati ad andarsene e monologhi che poco sopportano il confronto. Ci piacerebbe infine conoscere la voce di grillini dissidenti – nel senso che la pensano diversamente dal portavoce comico e da Gianroberto Casaleggio -, raccoglieremmo volentieri le loro storie per capire quali siano le dinamiche interne al Movimento. Il sospetto tremendo, però, è che riceveremo – come accade in certo grillismo – solo insulti. Speriamo di sbagliarci.

Comments

  1. Sandro Gaziano

    Lei non fa altro che parlare del lato mediatico del movimento,e il risultato delle parlamentarie è normale,primo perchè ha una forma sperimentale (on-line),secondo non è stato pubblicizzato dai giornali e tv(cosa prevedibile) quanto quelle del pd,dove i candidati andavano in ogni trasmissione televisiva.Detto questo mi piacerebbe che lei,o altri che fanno il suo mestiere,facciano articoli narrando del programma,degli obiettivi,e della politica che vorranno fare i ragazzi del movimento,invece di parlare sempre di media,di leader,di grillo,di tv,o di “ribelli”,a cui non è stato detto di non fare tv o rilasciare interviste,bensì di non andare nei talk-show,che sono trappole al fine di far sembrare il movimento come gli altri partiti,e questo favia e la salsi lo sapevano benissimo.
    Se lei è un giornalista “libero” scriva articoli sul programma del m5s,e dica se è d’accordo oppure no,sia “differente” dagli altri e parli del programma,una volta tanto.

    • globetrotter81

      ” dove i candidati andavano in ogni trasmissione”…Ma ci fate o ci siete? E’ stato il vostro capo, in maniera assolutamente democratica:), a decidere che non si può andare in TV( ah no…solo nel talk-show…ahahahah)! Prima vi mettete i bastoni tra le ruote e poi dite che sono stati gli altri a metterveli? Poi i giornalisti dovrebbero scrivere quello che volete voi e come lo dite voi…Se qualcuno non è d’accordo è un ladro o una spia o è figlio di Maria! Se ti vanno bene le regole che hanno deciso grillo e casaleggio ok altrimenti te ne puoi pure andare:)!…FATE RIDERE!!

      • fa ridere lei e il suo atteggiamento che vuole spostare l’attenzione dal programma. Ha percaso notizie di quello che fanno a Parma e nella giunta regionale Siciliana? io si, lei invece è totalmente disinformato sulle regole da rispettare che andavano accettate prima dell’adesione al movimento. Favia e Salsi hanno sempre tolto fuori discussioni fazione sull’accettazione o meno del limite dei due mandati e Favia volevano candidarlo premier due anni prima delle elezioni nella riunione a Rimini. Lei non sa cosa è stato infranto. Grillo poi ha detto ‘chi pensa che io non sia democratico o che casaleggio si tenga i soldi vada fuori dalle palle’ e non ha detto chi non la pensa come me e casaleggio fuori dalle palle. SIETE FAZIOSISSIMI e scrivete pure il falso e lo sostenete come dei religiosi degli attuali partiti, come se ne vedono ovunque ultimamente. Ma la pacchia è finita, informatevi di cosa fa il MoVimento dove si è insediato e fate paragoni con gli altri. Scendete sulla terra dal vostro mondo dei sogni e delle false promesse sempre uguali da 30 anni. E l’Italia fa sempre più schifo e i giovani e i cervelli scappano infatti tutti all’estero.

        • globetrotter81

          Sei solo un pappagallo che ripete fino alla nausea le stesse parole…uno dei tanti! Seguivo grillo da molto prima che tu salissi sul carro…conosco le cose meglio e da più vicino di quello che credi. Non perdo altro tempo con gli zombie…tanti saluti e tanti auguri di una pronta guarigione!

          • a me il pappagallo sembri tu, parla dei contenuti invece di inveire senza sapere da quanto tempo seguo IO a Grillo e la nascita del M5S. Del quale tu mi sembra che sei sprovvisto di conoscenza alcuna, visto che non parli dei CONTENUTI. Cius

            • globetrotter81

              Guarda pappagallo che dei contenuti ne ho parlato e infatti, in altri commenti a questo post, ho detto che il programma e le regole sono state scritto da grillo e casaleggio…questo basta a smontare tutte le balle sulla democrazia dal basso e sull’uno vale uno di grillo!
              Adesso parlami tu dei contenuti e dimostrami il contrario! senza mettermi i link(tutte caxxate)…Dimmi chi ha scritto il programma e chi ha deciso le regole del M5S a livello nazionale e poi spiegami dov’è la democrazia dal basso e l’uno vale uno!!
              P.s.:No dischi rotti grazie!

              • certo, le regole e i punti del programma derivano da un processo nato con la carta di firenze (dovresti sapere cos’è) e dalle proposte di legge popolare e le discussioni che nascevano sul blog a quei tempi nel proposito di creare quello che è diventato il M5S con le regole di base e del programma definite allora, infatti nel 2008 il programma venne pure portato a Prodi. Ma tu queste cose dovresti saperle e quindi dovresti sapere che è un sunto delle discussioni di allora e del patto stabilito con la carta di firenze e tutti i suoi punti. Ora ti rendi conto di essere fazioso ed offensivo spero. Vai tu e chi la pensa come te ad informarti su tutte queste cose che ti ho citato. Dopo di che come vedi il programma viene esteso da tutti i cittadini attivi iscritti al movimento, infatti il programma in questo momento sta venendo esteso da tutti gli iscritti, questa è la democrazia dal basso che chiedi. Dimmi altrove dove i sacerdoti dei partiti parlano, qualcuno mette in discussione quello che dicono? c’è questa possibilità? non mi risulta. Quindi adesso sono io che coi religiosi fanatici non vorrei discutere.

                • mi son dimenticato a proposito delle discussioni di quei tempi centrano anche i punti che si son toccati ai v-day e le raccolte firme di proposte di leggi popolari che poi il parlamento si è rifiutato di discutere. sta tutto nel programma e nelle regole, come i due mandati e poi a casa. saluti

                  • globetrotter81

                    Qui ti volevo! Avrei voglia di non risponderti perchè è solo tempo perso ma con la carta di Firenze ti ci puoi pulire il deretano…sono 12 punti che solo a leggerli vien da ridere! Si poteva farne uno solo ” chiu pilu pe tutti” che si faceva una figura migliore! Quelle sono poche intenzioni che vengono più dai post di grillo che dalla gente e sono solo dei punti buttati lì che sono ben lontani da quello che è il programma a livello nazionale. E’ come sentire berlusconi dire “1milione e mezzo di posti di lavoro”…bene, dimmi come!

                    Ora veniamo ai V-day: sono stati tutti decisi da grillo come le raccolte firme. I TEMI SONO STATI TUTTI DECISI DA GRILLO!! Le regole della macchina del M5S SONO TUTTE DECISE DA GRILLO E CASALEGGIO!! tu non hai deciso propio un caxxo amico mio! Voi andate a votare un PROGRAMMA NAZIONALE che è stato scritto a due mani con casaleggio e questo l’ha detto propio grillo! Ovviamente a livello locale o regionale c’è stata una CERTA libertà, ma a livello nazionale state messi peggio del PDL!!

                    E con questo chiudo perchè voi pappagalli siete solo una perdita di tempo!

                    • si certo come il poco rispetto che hai per le migliaia di persone che si fanno un mazzo e si sacrificano per portarti meno fede e più democrazia per i cittadini. Io non ripeto le cose di tutti nei miei post e mi sembra che sai solo offendere. Tu fai una propaganda di offese senza parlare dei contenuti, quei punti che tu scomunichi sono tutte cose che la gente ha sottoscritto e condiviso. Ma forse tu te ne freghi del parere della gente. Di ciò che la gente condivide davvero. Ma parlare di certe cose con un maleducato che sbraita sentenze e non vuole sentire è inutile. Spero di parlare per chi ha orecchie per sentire, quindi dirò anche che per rispetto delle migliaia di sostenitori che credono in tutti quei punti dovresti abbassare il volume e parlare nel merito dei punti semmai e non di chi li ha messi per iscritto e fatto l’upload nel sito. Devi capire che tutto il seguito che c’è sono persone che in quei punti ci credono, questo dovrebbe già smentire tutto il tuo castello di insulti. Questo post l’ho scritto giusto per rimanere nel filosofico e spiegare la semplicità delle tue illazioni. Poi c’è il discorso di quello che viene già fatto nelle amministrazioni dove sono entrati i 5 Stelle per rendersi conto della differenza e di come questi punti sono applicati e condivisi anche dai cittadini. buondì.
                      Mario Cabiddu

                    • Non fuit in solo Roma peracta die, non venit exiguo tempore larga seges:
                      Roma non fu fatta in un giorno. In poco tempo non cresce una abbondante messe.

                      Tu conosci un altro modo per mettere in piedi in così poco tempo un movimento civile di persone con la giusta visibilità per entrare in parlamento? E’ ovvio che all’inizio qualcuno deve tirare la carretta.

                      Detto questo sei tu che fai ridere: ti scagli contro uno perché ha commentato criticamente un articolo comparso sul giornale online Diritto di Critica!

          • Francesco Freddi

            interessante… facci sapere chi voti (se hai il coraggio) così capiamo chi sei!

            • Scusa se mi intrometto, ma piuttosto che percorrere una strada già battuta con gli attuali partiti (ci credo poco che dopo 30 anni si sveglino e si pentano d’improvviso) preferisco imboccare la selva oscura, e provare a ritrovare la diritta via che abbiamo smarrito. Poi il M5S sarà un fiasco oppure no, forse neanche con la buona volontà riusciremo a far fronte a 20 anni di inciuci a carico dello stato e allora, credi a me, finiremo nella merda più totale. Se tu provi a pensare cosa sta accadendo nei paesi dichiarati falliti (es. Grecia) dovresti come minimo provare un senso di paura, ansia, non so, vedi te… ed attivarti in prima persona per lavorare con altri italiani nel tentativo di schivare il proiettile.
              Forse perdo tempo, perché leggendo i tuoi commenti precedenti mi sembra che tu sappia solo inveire e sbraitare e che non sia stato tenuto un dibattito costruttivo. Probabilmente se mi risponderai lo farai con qualche insulto, come se ammettendo che in fondo potresti anche condividere il mio pensiero, ovvero quello del “tanto vale provare qualcosa di nuovo”, ti sentissi umiliato o denigrato. Purtroppo è l’opinione che mi sto facendo di molte persone, chiamiamole “orgogliose”, che non riescono ad ammettere con se stessi di aver sbagliato.

              PS: io voterò 5 Stelle e lo dico chiaramente, anzi, quando andrò alle urne ci andrò indossando una maglietta con il logo del MoVimento. Chi vuole che il suo voto sia segreto è solo una persona che si vergogna dei “peccati” che commette in cabina elettorale.

      • x andare nelle tv a fare figuracce, come la Salsi, parlando di argomenti non di propria competenza, cadendo in tutte le trappole, sollevando domande e criticando le regole no. Se ci vai come Federico Pizzarotti qualche giorno fa dalla Gruber, che praticamente l’ha distrutta, allora vacci pure.

  2. Freddie

    Vota e fai votare M5S, riprendiamoci il paese.

  3. Prodigio

    Ma chi ha scritto questo articolo? e soprattutto da chi è stato pagato? Grillo abbraccia tutte le idee che continuamente vengono immesse in rete sul sito ufficiale (e-mail, commenti, segnalazioni, filmati, servizi ecc.) Non si può parlare di monologhi quando difatti non si vuole fare entrare nella propria testa il vero concetto rivoluzionario del Movimento 5 Stelle. Ancora oggi ci sono quelli che dicono che il M5S non ha un programma, ma porca miseria ve lo volete andare a scaricare o lo volete che ve lo si porti sotto al naso? Grillo fa paura a moltissimi ed è un fatto. Meno poltrone da spartire? Benissimo! E’ quello che la maggioranza del popolo vuole (40% delle schede nulle/bianche/non votanti + 20% dei votanti M5S = 60% che equivale a dire MAGGIORANZA DEGLI ITALIANI schifati dal sistema). Muti dovete stare. Muti.

    • globetrotter81

      Tutti uguali i vostri commenti. Ormai è un disco rotto, cambiatelo.

      P.s.:60%:)? Stiamo oltrepassando i deliri di onnipotenza…Il risveglio sarà molto amaro!

      • invece i tuoi…tutti centrati e pertinenti! Il vostro invece non sarà un risveglio….vi manderemo in letargo catartico a meditare sulle cazzate!!!!!

        • globetrotter81

          Confidiamo nel vulcano!
          P.s.: forse stavi meglio in forza nuova

          • Enrico88

            globetrotter81 ma stai sempre qui a parlare male di Grillo e del Movimimento 5 stelle? spero che almeno ti paghino per farlo! :P

            • globetrotter81

              Ovvio caxxo, non sono mica leso come voi che lo fate per devozione!! Sono diventato ricco a forza di farmi pagare dal PD

      • Re: LEVI MONTALCINI, CATTIVI MAESTRI E FALSA SCIENZA (Voto: 1)
        di lucamartinelli il Venerdì, 04 gennaio @ 04:21:01 CST
        (Info Utente | Invia un Messaggio)Il Cronassial non è nemmeno il peggio della disonestà di fondo della cara estinta. Cominciamo pure coll’affermare che la scoperta che le ha portato il Nobel è stata come la scoperta dell’acqua calda. Da allora ad oggi questo Fattore di crescita del tessuto nervoso non ha portato nessuna ricaduta concreta. Zero di zero. Anzi c’è chi sostiene che detto fattore era già noto ad altri ricercatori da tempo. Ma il bello viene ora e consiste nella coincidenza che ha legato il fattore della Rita ad un farmaco “rigenerante” prodotto dalla Fidia farmaceutica, che era destinato ai pazienti con problemi al sistema nervoso, dal trauma cranico alla sciatica. Si chiamava Sygen e costava un pacco di soldi. Inutile dire che era totalmente inefficace. Si trattava di cervello bovino frullato e liofilizzato, senza nessun principio attivo se non il prione della Bse (mucca pazza). La grande ricercatrice lo sostenne a spada tratta finchè, travolta dalle polemiche che nessuno sa e nessuno ricorda, si presentò in televisione a dire che il farmaco “poteva” aiutare in “qualche caso”. estremo tentativo truffaldino di servire la Fidia che le aveva sponsorizzato il Nobel togliendolo a chi era più meritevole. La casa farmaceutica era preoccupata del crollo delle vendite dovuto al rifiuto dei medici rianimatori di praticare il farmaco. Buon anno cari.

        • globetrotter81

          cosa non si fa pur di leccare i piedi al capo!! Scommetto che se grillo non avesse insultato la Montalcini a quest’ora non c’erano ne dubbi ne domande sulla Rita! Siete la bruttacopia(quella da quattro soldi) del berlusconismo…Tanto ridere!

          • Non sono un,come voi amate dire,”grillino”,anche se guardo con interesse al movimento,ma l’atteggiamento e il modo di parlare di tanti,troppi personaggi come te,spinge proprio a diventare radicali.Il vostro,mi ricorda l’accoglienza sprezzante e tragicamente infausta che la sinistra riservò alla lega all’epoca,senza considerare le istanze reali che questa portava avanti e soffermandosi solo sul folklore e sulle sparate di qualche rozzo pecoraro.Il risultato è stato che la lega,se non si fosse fatta “corrompere”,oggi avrebbe imposto davvero i suoi folli progetti,mentre se la sinistra avesse considerato il disagio realeTutto il resto è stato già detto e contraddetto. di quelle popolazioni,oggi avrebbe la maggioranza assoluta.Tutto il resto ,è stato già detto e contraddetto.

  4. Potresti dire la differenza tra il programma di grilllo e del M5s e tra gli altri partiti????? Magari si vede la differenza,basta cliccare su SCARICA PROGRAMMA 5 STELLE in alto a destra.Un saluto.

  5. globetrotter81

    Insultino quanto vogliono, i sondaggi gli danno in picchiata e la colpa è tutta del grillo parlante. Il mio voto l’hanno perso da un pezzo. 30 mila persone per le parlamentarie la dicono lunga su cosa sia diventato questo movimento…solo chiacchiere! grillo e casaleggio hanno deciso TUTTE le regole e anche il programma. La gente può muoversi solo all’interno del recinto costruito dal duo e se solo provano a fare qualche obbiezione vengono espulsi…questa me la chiamate democrazia, uno vale uno?…ma per favore, è solo un altro di quei partiti ad personam che abbiamo visto negli ultimi 20 anni!

    • Quali sondaggi? quelli dei giornali al soldo di Monti (+40 mln all’editoria)?
      Se scorri i sondaggi delle varie agenzie ti accorgi una discrepanza di 8-10 punti tra le varie agenzie. Questo è statisticamente impossibile ergo qualcuno mente.

      Io comunque mi sono fatto un’idea su di te dai tuoi commenti: sei semplicemente un disfattista. Io invece (non penso ti interessi ma lo scrivo lo stesso) penso che sia meglio votare il M5S e rimanere delusi in seguito, piuttosto che stare a guardare mentre mi fottono il futuro.

  6. Drago

    Gli errori di Beppe Grillo sono catastrofici… dalla mancata partecipazione diretta dei cittadini alla richiesta di fondi per la politica… io sono uno di quelli che si è allontanato e mi sa tanto che Beppe Grillo vuole proprio il finanziamento privato per gestire la politica… di questo anche i partiti lo vigliono.. ma tacciono.. come mai non parlano? la storia del logo è l’ennesima testimonianza di come fare fuori i rappresentanti dei cittadini e la loro preferenza.. chi difenderà il loro voto?

  7. Pippo Topolino

    Articolo impreciso là dove si dice che solo a Grillo e a Casaleggio è consentito andare in televisione, comiziare e tenere i rapporti con i media.
    Grillo ha imposto di non partecipare ai talk show e infatti gli esponenti del M5S, oltre a fare comizi in piazza, rilasciano tranquillamente interviste.
    Inoltre, la causa per diffamazione è stata intentata dalla Fininvest e non da Berlusconi. Mentre la querela contro Riotta non è stata intentata da Grillo, ma da un consigliere regionale del M5S al quale Riotta ha dato del lottizzato (anche se, ad onor del vero, Riotta è un vero esperto di lottizzazioni).

  8. E anche questo articolo va ad impilarsi insieme al resto del pattume giornalettistico

  9. Davide

    Rifiuto rimborsi elettorali, riduzione stipendi, firme contro condannati parlamento, firme contro informazione di regime, incensurati , votazioni online,discussione del programma nazionale tramite forum.
    E non siamo ancora entrati in parlamento.
    Quando il PD farà lo stesso potrete parlare e criticare ma fino ad allora state almeno zitti e tenetevi i vostri Bindy-dinosauri.
    Che son li da 30 anni senza far nulla

  10. Paolo Tacchini

    potrei fare molte considerazioni ma mi limito a dire che questo articolo di critica(ridicola, in quanto il programma e la storia di Grillo lo pongono sulla luna rispetto a tutti gli altri) io l’ho trovato sul blog di Grillo, proprio un duce disattento si direbbe…

  11. Torsello, che dire e pensare di un giornalista che vende la sua anima per 20 €. Mi spiace soltanto che “provocando” gli animi sensibili (ed è questo il tuo fine neppure tanto nascosto) ne guadagni di più con la pubblicità del blog. Di la verità, ti piacerebbe avere la notorietà (e quindi i “guadagni) di Grillo eh ? Un SSSSSHOOGNOOO che mai si avvererà: disse la fatina Tacchina.

  12. Gaetano D'Errico

    Sempre a comportarsi da tifosi. Gli italiani sono un popolo di tifosi. Questo è meglio, quello vince, quello perde, quello sbaglia, etc. Stiamo assistendo alla più squallida campagna elettorale che questo pianeta potesse osservare, nella quale si parla solo di alleanze, inciuci di partito, accordi, poltrone, firme, primarie, secondarie, di questo o quell’altro leader. E stiamo ancora a rimuginare su chi vince e chi perde? Non è chiaro che stiamo perdendo tutti? Il M5S è un insieme di persone che crede in qualcosa, ed anche un insieme di persone che purtroppo credono al messia. Come in tutte le comunità di persone, va salvata la parte sana. Nessun organismo è immune dai batteri, è scritto nella biologia umana. Quindi valutiamo le tantissime energie positive che vivono nel M5S e lasciamo perdere Grillo e Casaleggio. La differenza con i partiti c’è, ed in tanti speriamo che resti marcata. Ma movimento o no, purtroppo credo che da queste elezioni politiche, l’Italia uscirà con le ossa ancora più rotte. Si prospetta una chiara situazione di ingovernabilità con buona pace di tutte le organizzazioni criminali che riusciranno sempre a colmare tutti i vuoti volontariamente lasciati dalla politica. Ed, haimè, nulla cambierà, ancora una volta. Essendo ottimista, chiaro.

    • globetrotter81

      Condivido al 100%. Solo che la parte sana, se non se ne va o si ribella, è complice o succube quindi ha poco di che vantarsi!

  13. Vi arrampicate sugli specchi, postate roba trita e ritrita solo per avere visibilità perchè siete consapevoli che Grillo e il M5S attirano persone e commenti, ma in realtà non raccontate che le solite storielle evitando attentamente di approfondire i concetti, le battaglie che cavalchiamo; altro che diritto di critica, sarebbe meglio che iniziate a fare autocritica o scegliervi un lavoro appropriato.

  14. fa bene GRILLO.DEVONO ANDARSENEEEE

  15. dov’è la notizia?

  16. Enrico88

    Sono contento che molti commenti siano a favore del movimento 5 stelle…mi fa sperare in qualcosa di diverso!! Festeggierò il giorno in cui vedrò tutti questi politicanti (del pd, pdl, centristi) a casa..magari a lavorare..(nella speranza che taglino le loro super-pensioni)!!! Per quanto riguarda questo articolo di giornale non dice granchè di interessante e in questo periodo sono molti a scrivere ed andare contro Grillo e il movimento. Tuttavia mi sembra normale in periodo di pre-elezioni.

    Sarebbe più carino leggere gli orrori che hanno fatto nei precedenti governi, comunque apprezzo l’impegno per l’articolo, hai comunque espresso la tua opinione (o quella di qualche altro).
    Ormai potete scrivere quello che volete ma le persone hanno anche una memoria, sono stanche, ed esauste. E’ arrivato il momento di cambiare sto schifo!

  17. Il movimento 5 stelle è controllabile dalle rete, se perde il suo consenso è finito. Questo è un bene! Meglio che vadano al governo e dimostrino cosa sono.

  18. ti rispondo in ritardo,comunque non sono d’accordo su quello che
    dici,io ideologicamente parlando sono un anarchico,e di quelli convinti.
    Non
    credo in questo sistema di governo,nè in nessun altro che si frapponga
    tra il popolo ed il bene comune,tuttavia cerco di essere obbiettivo,e
    riconosco che per instaurare un “modello anarchico” culturalmente non
    siamo ancora pronti,(forse lo saremo fra cento anni)tantomeno adesso con
    questa crisi.
    Detto questo, appoggio il movimento, perchè anche se
    ideologicamente non mi ci riconosco,apprezzo la loro volontà di
    cambiare,e sono gli unici in italia,insieme ad ingroia a raccogliere le
    firme per poter entrare.
    Fanno il tutto SENZA SOLDI,con una campagna
    autogestita,vogliono la raccolta differenziata,sono contro il tav,sono
    per il cemento zero,sono gli unici a rifiutare i rimborsi,ed hanno un
    programma di buon senso.
    X farle 1 esempio il sindaco di parma nei
    primi 4 mesi di cons. comunale ha speso 86 euro,ed il comune aveva 1
    miliardo di debiti lasciato dal centro-destra.Se poi il movimento finirà
    come la lega ti darò ragione,ma io una chance gliela voglio dare,sono
    disoccupato e non ho niente da perdere.
    Il ruolo di grillo al momento
    è necessario,senza di lui il M5s non si conosceva,ha dovuto dare delle
    direttive,xkè il movimento è cresciuto così tanto,in così poco tempo,se
    non capisci questo 6 un bambino,con i giornali e le tv contro,a 3 mesi
    dalle lezioni doveva proteggerlo,non ci sono leader,grillo non andrà in
    parlamento…cresci.

  19. vorrei sapere quali sono le iniziative del programma che ha già proposto il pd….
    da quel che so,il pd vuole privatizzare l’acqua e il M5S no,il pd si è candidato alle provincie e il m5s no,il pd,vuole inceneritori,tav ed expo, il m5s no,il pd prende i rimborsi elettorali e il m5s no,il m5s vuole solo un canale rai senza pubblicità e partiti dentro,e il pd no,il m5s vuole un max di 2 legislature e il pd no….di che cosa parliamo….la politica è semplice,i partiti cercano di farla sembrare complicata in modo da far passare cervelli loro e scemo te,o io,guarda cosa succede già a parma,informati,in parlamento c’è gente come capezzone,la carfagna e la bindi,che hanno un cazzo di diploma e non capiscono niente di economia.
    I ragazzi del movimento hanno quasi tutti 2 lauree,e comunque può dare il suo contributo anche un disoccupato,un elettricista,o una mamma con 3 figli,che sa le vere difficoltà ad arrivare a fine mese.
    il programma non è perfetto,ma è chiaro,di buon senso,ed è l’unico che parla di cose reali,gli altri partiti hanno solo degli slogan e basta.
    Concludendo ti dico che il movimento non vuole uscire dall’euro,ma vuole introdurre i referendum propositivi e la discussione dele leggi popolari(cosa che non fanno i partiti) per far scegliere ai cittadini se starci o no,e per farli diventare stato,io non ho scelto di entrare nell’euro, i partiti lo hanno fatto x me e hanno bypassato la mia volontà.
    Inoltre vogliono instaurare il reddito di cittadinanza,per salvare le famiglie che non ce la fanno,i partiti,vedi fiat,iren,ilva salvano le grandi aziende(non le piccole) e i manager.
    La politica non è macroeconomia,spread ecc. ma programmare in lungo periodo la tua vita e quella d tuo figlio,cosa che ora non sai,perchè hai un programma,anke energetico che arriva a mercoledì mattina…ti saluto.

  20. Sembrerebbe un’analisi attenta e scrupolosa, ma a ben analizzare ci si accorge che è solo un tentativo di affondo al M5S, screditando Grillo, in piena campagna elettorale. E’ giusto andare per gradi, la poca democrazia sbandierata adducendo alle espulsioni di Favia e Salsi è solo l’ennesimo tentativo di amplificare in realtà un problema inesistente: chi decide di attivarsi sotto il simbolo del M5S deve rispettare una serie di regole, stabilite dalla necessità di dare una stabile organizzazione ad una moltitudine di liberi cittadini, evitando la personalizzazione della politica, male assoluto della nostra attuale classe dirigente. Il M5S si pronuncia attraverso dei portavoce liberamente scelti dai cittadini. Per quanto riguarda l’informazione è evidente a tutti l’esercizio di parte dell’attività giornalistica. Quanto di innovativo fanno i portavoce in Sicilia all’ARS, o quanto hanno fatto gli attivisti per raccogliere le firme e le difficoltà incontrate soprattutto all’estero non sono mai state oggetto di notizia da parte di alcun media: un silenzio assordante attuato nei confronti di un Movimento che democraticamente raccoglie il 13 % dei consensi. Il Twitt del sig. Riotta non era un retwitt, ma una interpretazione volutamente menzoniera di una notizia apparsa su Repubblica di Sicilia. Le Parlamentarie del M5S sono state volutamente circoscritte non ad un numero esiguo di elettori, ma a quel numero di elettori che ad una certa data si erano certificati allo scopo di evitare infiltrazioni di soggetti attirati più dalla poltrona parlamentare che dal senso civico di partecipazione.
    Siamo in campagna elettorale e capisco che bisogna abbattere il nemico solo che in questo caso il nemico sei anche tu: il cittadino, indignato,sfruttato, preso in giro da un manipoli di politici che cambiano solo i simboli dietro cui nascondere le responsabilità dei disastri causati a questo Paese.

  21. giacomo grande

    E’ tu che competenza hai per definre “assurda” l’idea di abbandonare l’euro (che peraltro non e’ sostenuta da M5S, purtroppo!) ?? Guarda che ci sono fior di economisti, anche bocconiani, che sotengono, argomentando, l’uscita dall’euro. Tu che argomenti porti a suo sostegno, se non un’aderenza ideologica al pensiero unico dell’euro?

    • PaoloRibichini

      Economisti bocconiani? Quali?