Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | December 14, 2019

Scroll to top

Top

«Abbiamo idee condivisibili», così Grillo apre a Casa Pound - Diritto di critica

«Abbiamo idee condivisibili», così Grillo apre a Casa Pound

Casa Pound e il Movimento 5 Stelle hanno idee tutto sommato condivisibili. Parola di Beppe Grillo. Il guru del M5S non ha usato mezzi termini per spalancare le porte del suo Movimento ai fascisti del Terzo Millennio: l’ha detto ieri sera, in coda fuori dal Viminale per la presentazione dei simboli dei diversi partiti politici. Un’uscita, quella di Grillo, che forse non coglie poi così di sorpresa, visti i recenti diktat ai membri del suo partito che l’hanno visto coinvolto negli ultimi mesi o gli attacchi a giornali e televisioni: come a dire, noi e Casa Puond in fondo ci becchiamo.

IL VIDEO

Il commento di Grillo arriva nel mentre di un confronto informale ricercato con il leader dei grillini da Simone di Stefano, candidato alla Regione Lazio di Casa Pound Italia, durante la coda per la presentazione in Viminale dei simboli dei vari movimenti politici che si vogliono presentare alle prossime elezioni.  Intervistato da Marco Pasqua dell’Huffington Post,  che gli chiede se sia antifascista o meno, Beppe Grillo risponde che il suo Movimento 5 Stelle è «ecumenico» e che quindi «se un ragazzo di Casa Puond volesse entrare nel Movimento 5 Stelle e avesse i requisiti per entrare, ci entra».  Non solo: il comico genovese ne avvalla pure l’ingresso in Parlamento, perché «siete qua come noi – spiega a di Stefano – , più o meno poi avete idee che sono condivisibili, alcune più alcune meno, ma questa è democrazia. Se qualcuno di voi ha i requisiti per entrare nel Movimento 5 Stelle, non ci sono motivi oggettivi che lo impediscano».

Beppe Grillo – sebbene  nel confronto che segue poi con di Stefano sottolinei come certe idee e rivendicazioni non siano espressioni né della destra né della sinistra, ma solo di un buonsenso democratico – pare dimenticarsi però di un aspetto fondamentale: per quanto nel Movimento 5 Stelle rifiuti esplicitamente qualsiasi collegamento ad alcun partito o ideologia politica, Casa Puond lo fa, richiamandosi esplicitamente a ideologie mussoliniane e fasciste, che – della democrazia invocata da Grillo a sostegno della sua apertura al gruppo estremista –  hanno ben poco.

Comments

  1. ErPanfi

    Vorrei evidenziare una cosa: uno dei requisiti per entrare nel M5S è di non essere iscritto/tesserato a nessun altro partito.
    Un ragazzo “di Casa Pound” coi requisiti quindi, di fatto, cos’è?

  2. Non sono grillino ma… cosa c’è di male a parlare e confrontarsi anche con Casa Pound? Da antifascista non posso che esultare davanti al dialogo democratico.

  3. max barbax

    …Un ragazzo di casa pound coi requisiti cos’è???…….é un FASCISTA,tesoro! se ti pare poco!….

    • Ognuno è libero di pensarla come vuole.Di sicuro non è un ladro,nè uno stupratore e nè un assassino.Poi,i fanatici estrenisti,quelli sono irrecuperabili. Al giorno d’oggi è ridicolo parlare di fascismo e antifascismo.

      • Fatti un giro sul sito di casapound e poi dimmi se è ridicolo o meno…

  4. pippo gigi

    In passato già altri hanno fatto le stesse scelte.
    Per esempio la resistenza. Per abbattere il fascismo no importava se uno era monarchico, liberale oppure comunista, l’importante era l’obiettivo.
    Ora l’obiettivo è ridare il potere alla popolazione, far tornare la democrazia ed abbattere il regime gerontocratico, cleptomane ed incapace che ci sta governando ed impoverendo.
    Raggiunto l’obiettivo ognuno per la sua strada. Oggi non è importante che uno sia di destra, sinistra, di sopra o del Nord: l’importante è sbarazzarci di questa gentaglia e processarli.

  5. Casapound non è un partito, quello che dice Grillo, e riporto “Se un ragazzo di Casapound volesse entrare nel movimento (5 stelle ndr) ed ha i requisiti per entrarci, ci entra.” Detto questo, a me non sembra un apertura verso casapound, visto che il movimento 5 stelle non ha ideologie precostituite di destra o di sinistra, le uniche sono quelle di rivoluzionare il sistema politico marcio, l’onestà ed il bene comune. L’affermazione fa riferimento al fatto che non puoi limitarne l’ingresso, se rispetta i requisiti, saranno gli altri iscritti al m5s ad evitare di votarlo qualora decidesse di candidarsi, questo lo si può fare con trasparenza proprio perchè l’ideologia dell’elemento è ben nota a tutti e non nascosta…ergo il cittadino, messo al corrente che la persona in questione è prima di tutto incensurata, con idee di estrema destra ultra conservatrici e xenofobe, deciderà de dargli supporto o no. Questa è democrazia! Fanculo a tutti gli altri!

  6. attenzione: ezra pound più che al fascismo, si richiamava al nazismo. ergo, chi si richiama a lui è più nazista che fascista … mi spiace per i grillini, che in linea di massima sono brave persone, ma non si può. no, proprio non si può votare cinque stelle

  7. alessandro demontis

    spero vivamente che Casapound rifiuti questa ‘apertura’… ci perderebbe molto ad avvicinarsi in qualsiasi modo al M5S