Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | August 10, 2020

Scroll to top

Top

#comodinoletterario, cosa leggete prima di dormire?

libriTutto è nato in modo virale su Twitter. Si parlava di libri finché un utente non ha creato l’hastag #comodinoletterario. Insomma: cosa leggete prima di andare a dormire? Quali libri tenete accanto a letto? Quali opere fanno silenziosamente compagnia ai vostri sogni? Ideato da @SocietyPoets e retwittato poco dopo dall’account Twitter del bel sito di recensioni (e non solo) Critica Letteraria (@CLetteraria), l’hastag ha fatto velocemente il giro di Twitter. E sono arrivati i primi titoli, le foto, le impressioni.

Cris (@krysoccer), ad esempio, racconta di avere alcuni libri anche sotto il letto: “L’anima dell’uomo sotto il socialismo”. Mentre Francesca (@francescacorner) confessa di avere “per il momento” abbandonato il cartaceo: e fotografa la libreria virtuale sull’Ipad. Ilaria (@Ilar1a) suggerisce il suo #comodinoletterario: “Io sono un gatto”, di Soseki. E poi arrivano Franzen con “Libertà”, “Tu, Mio” di Erri De Luca, “Le notti bianche” di Dostoevskji, fotografati da Lucia (@nastilucia). Oppure, ancora, Don J. (@ttenzione) suggerisce: “Ai lavoratori” di Adriano Olivetti e “Arcobaleno”, di Banana Yoshimoto. Mentre Ornella (@longobardi71) scrive per rendere giustizia ad un volume “ingiustamente dimenticato”: “Lampi d’estate”, di Wodehouse.

Ma i Tweet sono a cascata: “Solo un giornalista” di Montanelli (twittato da @quilallina), i “Dialoghi con Leucò” e “L’amica geniale” (@Lorraine_books), “Canto general” di Neruda (@chiara_mazzei). E questi sono solo alcuni.

Popolate di personaggi da romanzo e grandi scrittori, sono le notti di molti italiani.

Twitter@emilioftorsello