Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | July 11, 2020

Scroll to top

Top

Grazie a Grillo va in onda il governo "Pd-L"

GrilloDopo le ultime parole della portavoce del MoVimento 5 Stelle, Lombardi, con una paventata apertura su dieci temi citati da Letta nel suo discorso in occasione della fiducia alla Camera, una domanda sorge spontanea: se erano ben dieci gli argomenti su il M5S vedeva una possibile intesa, un’apertura e un tavolo di dialogo con il Pd, per quale motivo non ha fatto il nuovo governo e si è autorelegato fuori dal quadrilatero della maggioranza? Ad oggi infatti, le cronache registrano il poderoso ritorno sulla scena di un Silvio Berlusconi che tutti avevano dato per morto e un annichilimento del Pd targato Pierluigi Bersani, lo stesso partito che ora con Letta deve in ogni modo evitare le elezioni, pena la sparizione.

“Dei nostri venti punti – ha detto la Lombardi in riferimento al discorso di Letta – ne ha toccati una decina, o forse poco meno. Su questi siamo pronti a lavorare immedietamente”. A ben guardare, però, il Pd si era detto disponibilissimo a formare un governo con Beppe Grillo e quindi a dialogare insieme sui numerosi punti. Non tutti quelli reclamati dal M5S forse, ma buona parte. A partire dal finanziamento pubblico ai partiti che lo stesso Bersani aveva intenzione di rivedere, decisione nominata dallo stesso Letta nel discorso. Un governo Pd/M5S era possibile e sarebbe stato fattibile con poca fatica, con un comico genovese – Beppe Grillo – portavoce di un MoVimento che avrebbe potuto tenere in scacco il Pd così come a suo tempo fecero Casini e la Lega con Berlusconi: o voti i miei provvedimenti o il governo cade. Il Pd sarebbe stato cera nelle mani di Grillo e il comico avrebbe davvero dimostrato al Paese di che pasta era fatto il MoVimento in termini di idee e di capacità di immobilizzare il mastodonte veterotestamentario del Pd.

Nulla di tutto ciò è invece accaduto. Il MoVimento 5 Stelle ha detto di no a tutto in modo aprioristico senza accettare nemmeno di formare un possibile governo e tentare di far passare almeno una volta le sue idee e le proposte di legge. Il risultato è un governo “Piddì meno elle” – per dirla alla Grillo – con una forte componente berlusconiana. Ed è inutile che il comico genovese mandi adesso in avanscoperta Roberta Lombardi per far sapere a tutti che il M5S è aperto al dialogo: l’impressione è che ormai si sia svegliato troppo tardi, il governo Pd-L è bell’e fatto. E ringraziano Grillo.

Comments

  1. Ecco la disinformazione di “Diritto di critica” che torna alla carica… che non diventa più un diritto di critica ma un diritto di diffamazione. Ti ricordo caro Emilio Fabio Torsello che Beppe Grillo in un comunicato, aprì espressamente le porte al PD con Rodotà, uno di loro, uno vicino al PD, e che il PD preferi’ l’inciucio con il Silvio. Cosa che avviene da 20 anni non solo da quando c’è Grillo. Quindi non rigiratela dando la colpa ad altri per manipolare l’informazione ( sono passate solo due settimane solo gli stolti dimenticano i fatti ), oltretutto la colpa di tutto ciò è pure vostra e di quelli come voi che fanno disinformazione. Vergogna!

    • Prima ha cotto Bersani rendendo debole ed ininfluente nel suo stesso partito e poi ha aperto a Rodotà. Certo l’articolo parla solo delle colpe del p5s ma parlare di disinformazione solo perché qualcuno esprime una opinione diversa (che è il “mood” di base del p5s) è il motivo principale che rende invotabile il partito di Grillo

      • A casa mia, quando un giornale o un sistema di informazione, scrive una balla volontariamnente per disinformare, questa non è più un opinione ma disinformazione. Oppure ignoranza. Bersani e il PD erano deboli e ininfluenti già da sempre. Vedi la loro campagna elettorale.. Debole e ininfluente. e infatti non si son proprio visti. Anche quello colpa di Grillo? Ma per piacere

    • Concordo perfettamente quasi su ogni riga, parola e lettera Michele.
      Anche sui rimborsi elettorali ci sarebbe da farci un’epopea del Grillo rifiutante.
      Non li vogliono abolire. Punto.
      Non serve una legge per non prenderli.
      Berlsconi prometteva che avrebbe fatto una proposta di legge per toglierli. Capirai…
      Letta li vuole trasformare ulteriormente in rimborsi rendicontati. Capirai… quanti scontrini da falsificare e gonfiare a beneficio degli amici (come capita negli appalti pubblici e nella spesa pubblica in generale).
      E’ semplice vedere la verità: Si possono ABOLIRE DI FATTO COSI’ COME M5S HA FATTO. IL POPOLO HA ESPRESSO IL SUO VOLERE, LA POLITICA (PD-PDL) HA PRESO PER IL CULO I CITTADINI, SOLO M5S HA RISPETTATO IL VOLERE DEL POPOLO RINUNCIANDO AI RIMBORSI ELETTORALI,
      M5S E’ L’UNICO PARTITO DALLA PARTE DEI CITTADINI.
      UNICO PARTITO A RISPETTARE LA VOLONTA’ DEGLI ELETTORI.
      FATTI, NON PUGNETTE.

      • Ssse. Dov’è la volotna dei cittadini nel M5S? Qualsiasi opinione diversa da quella di Grillo o di Casaleggio viene punita con l’espulsione.

      • le pugnette le fa grillo e chi ci crede, poteva cambiare un po le cose ma lui ,si ha messo la testa come gli struzzi, e lasciato ad altri prendere decisioni impopolari che avrebbero pagato caro in termini elettorali cavalcare il mulo è più facile comunque ti do una notizia già molti lo mandano a fare le pugnette

    • ” Beppe Grillo in un comunicato, aprì espressamente le porte al PD con Rodotà” dopo aver detto NO a qualsiasi tentativo di creare un governo col PD per 60 giorni, su temi cari al M5S. Quello che voi del M5S non capite è che Grillo VOLEVA ed ha cercato in tutti i modi l’inciucio tra PD e PDL per dimostrare che “sono tutti uguali bla bla bla”, che lui è l’unico bravo, buono e giusto etc. Lui ha cercato volontariamente di aggravare la crisi (congelando praticamente la scena politica fino ad elezioni del presidente della Repubblica), perchè maggiore è la crisi, maggiore è il dissenso, maggiori sono i voti che andranno a lui! A questo punto ti chiedo: chi è che fa disinformazione?

      • Mi hanno censurato il commento, lo riscirvo. Fai tu disinformazione amico di Renzi. Perche non dici che il governo era congelato, non per il M5S, ma perche gli altri partiti non avevano formato le commissioni. Tutta la tv spostava l’informazione sulla non allenaza pd m5s ( già preannunciata dal’inizio ) non dicendo che in realtà si poteva gia lavorare senza un alleanza scelta a tavolino per salvare la sedia ( del pd e bersani ). Quindi spegni la tv e accendi il cervello. Formavano le commissioni e si lavorava, valutando ogni proposta per mantenere la democrazia, non accettando tutto a tavolino ( cosa sempre detta dai m5s )

  2. L’onesta’ intellettuale è defunta in questo paese a qualsiasi livello. voi compresi.questo articolo non ha ragione di esistere .e’ opera solo di fantasia ,inquanto la verita’, che non volete vedere , è che il PD non ha voluto eleggere Rodota’, perché il Sig. Rodota’, non gli avrebbe piu’ permesso di fare cio’ che ha fatto negli ultimi 20 anni. quindi . questo articolo non esiste

    • ssse… tipica mossa grillina, tutto ciò che non piace o non esiste o è uno zombie o è morto. Aaah. Grillo ha inventato nuovi modi per far chiudere gli occhi alla gente.

      • perchè credi che il PD abbia fatto sempre opposizione anche quando si chiama PDS, ULIVO ??? Come mai ha vinto in venti anni solo due volte con pochi voti e con Prodi, un esterno al partito, dirigente democristiano. Ma vi rendete conto?? Ma ognuno è libero di votare chi vuole, di criticare ma la storia politica italiana è una. Informatevi su quello che hanno fatto PD e PDL in venti anni … se avessero lavorato oggi non saremmo così… in questa situazione!

  3. Simone Pagliai

    Se non conoscete la differenza tra rivedere un finanziamento pubblico fottendosene del referendum del 1993 ed eliminarlo come ha detto Letta (anche se sono convinto resterà solo una promessa non mantenuta) vuol dire che dovete informarvi. No alla restituzione del finanziamento pubblico al partito, no all’avvio delle commissioni parlamenteri, no a Rodotà. Ti bastano tre no per confermare il vaffanculo pre-elezioni?

    • 1. Finanziamento pubblico: Bersy si era detto pronto alla revisione, stava poi al M5S una volta appoggiato il governo spingere perchè venisse abolito, di certo non c’è stato un “No, quello non si tocca”.
      2. Le commissioni devono essere specchio degli equilibri parlamentari e del governo… Dato che grazie al M5S non c’era nè la prima nè la seconda, come si doveva fare? Un tanto al chilo e tutti contenti? Mah…
      3. Rodotà? Perchè 2000 persone hanno votato Rodotà alle Quirinarie tutti i 70 milioni di italiani devono subire la scelta?

      • Simone Pagliai

        1) Spiegalo a Renzi che diceva era uno sbaglio non abolirlo (Bersy: ‘la politica non può essere fatta solo dai ricchi, il finanziamento non può essere abolito’)
        2) Vallo a spiegare ai costituzionalisti che dicono è possibile farle
        3) Vallo a spiegare a Ciampi e a chi bruciava le tessere del PD in piazza

        P.S.: ho scoperto che il ‘nuovo’ dell’art. 85 della costituzione significa vecchio e che 700 è più di 2000

        • 1. Ma che scherzi? La proposta di abolire il Finanziamento ai partiti è partita dalla Leopolda con Renzi!
          2. tipo Rodotà? Quelli attaccati al potere, alle poltrone e alla gloria? (no, non parlo dei parlamentari che comunque corrispondono al profilo, parlo proprio di alcuni costituzionalisti, che a conoscerli bene, vengono fuori dei semi mostri, ma meglio non parlarne, è argomento assai scomodo…).
          3. perdona l’ignoranza, che c’entra Ciampi?

          • Simone Pagliai

            Che ti devo dire, se hai voglia documentati sennò libero di farti indottrinare dal Pd-L.. Non è certo Bersani che si è tenuto i soldi presi dal finanziamento pubblico con le ultime elezioni, sarò stato io così come è stato Grillo a dire no a tutto

          • abolire il finanziamento pubblico è partito da Renzi??? ahahahahahaah ricordo un V day in cui si raccolsero milioni di firme, non sapevo lo organizzasse Renzi, ricordo anche un referendum, ma Renzi in quel periodo giocava solo alla ruota della fortuna da Mike

            • Il V-day del 2007 tutto propose tranne che l’abolizione del finanziamento pubblico! ;)
              La leopolda del 2010 propose l’abolizione del finanziamento pubblico.
              Il referendum del 93 certo arrivò prima, ma la messa in campo di una vera (e soprattutto fattibile) proposta di abolizione del finanziamento pubblico, fu proprio durante la stazione leopolda.

              • Guest

                v day 2008, informati

                • il 2008 era per l’abolizione dei finanziamenti all’editoria, nel 2007 fu un tema toccato tra l’abolizione dei privilegi parlamentari

  4. Snake_Plisskeen

    Articolo di parte che cerca miseramente di spostare l’attenzione da un accordo sottobanco fra PD e PD-L che era già nelle intenzioni da molto tempo prima delle elezioni. Ennesimo anestetico per la coscienza per gli elettori PD che si ostinano ancora a votare un partito defunto e di proprietà di Berlusconi.

    • Sssse… e scommetto che credi anche nelle scie chimiche e nell’uomo nero…

      • sei uno scenziato che sai dell’insistenza delle scie chimiche? o per sentito dire? o tel’ha detto Renzi insieme al fatto che gli inceneritori non fanno male?

        • =D Lo sapevo che c’era qualche genio che credeva nelle scie chimiche! Ora che vi ho correttamente inquadrato credo sia giusto e doveroso chiudere il “dibattito”, onde evitare sterili polemiche estranee tra l’altro all’articolo.

          • Non ho detto che credo o meno nelle scie chimiche, vorrei sapere da dove ne parte la tua constatazone. Se sei in grado o meno di dare una tua ominione.. Ma ovviamente chiudi il dibattito perche sei solo un servo della tv, che non ha una sua opinione

            • tv? cos’è? Mi dispiace ma non la conosco!

              • certo risposte inutili tanto per parlare.. chiedi a Renzi magari ti indottrina una risposta e tu la ripeti senza pensare.

      • Snake_Plisskeen

        No ma tu credi ancora alle fandonie che ti raccontano da 20 anni. Cos’è peggio?

        • bè, oddio, vent’anni fa avendone due ci credevo eccome, ora come ora ho la decenza di capire chi fa bene e chi meno. Sicuramente non eseguo ogni dictat come fanno i grillini su imposizione della casaleggio associati, tramite il portavoce Beppino il postino urlante!

          • shahahaha hai la decenza di capire chi fa bene e chi fa meno?ahahahahahahahahaahahahahahahahaha basta solo leggere i commenti sotto, uno che dice che Renzi vuole abolire i rimborsi elettorali. Ahahahahaah uno che parla per sentito dire senza fondi scentifici o culturali hahaahah fai bene a non seguire ogni dicitat di casaleggio o grillo, ma se segui Renzi non stai di certo messo meglio ( ricordo solo la sua presenza ad Arcore.. ma solo per un colloquio eh.. poi non parliamo del gli inceneritori non fanno venire i tumori ), il tipico che se la tv o tutti parlano dell’alternativa Renzi per il pd passa a Renzi, se domani si inventano il nuovo Gesu salvatore tu seguirai questo nuovo gesu come il Salvatore, senza sapere da dove ne è uscito e cosi via.. ma vaaa.. come tutti quelli che appena nasce un governo lo vedono come l’alternativa per poi rimanere sempre e comunque fregati

          • Snake_Plisskeen

            Meglio per te io ricordo tutto e avendo più esperienza ti dico sta attento a non seguire altri diktat stavolta non urlati ma infilati di soppiatto in puro stile sinistra italiana.

    • se uno vota ancora pd a te che te frega in italia ancora c’è democrazia non so da dove vieni tu ma qui piaccia o non piaccia è così siamo in democrazia renditene conto e se non ti ve bene scappa

      • Snake_Plisskeen

        Non si preoccupi per quello che dico io, continui pure a farsi fregare.

    • Snake, stai parlando a vanvera e cerca di iniettare meno veleno.

      • Snake_Plisskeen

        Fatti un vaccino se credi di finire avvelenato e non sto parlando a vanvera. Se non ti piace turati le orecchie e continua a guardare altrove.

  5. Che Grillo, in quanto persona che vale uno, possa essere scivolato sull’idea monumentale che si è fatto di sé è anche comprensibile, ma che la gran parte del M5S gli sia andato dietro la dice lunga sul grado della coscienza collettiva del movimento. Tante parole spese, non tutte belle, per riuscire a costruire un brutto niente.

    • MATTEO

      20 anni di inciuci pd e pdl hanno costruito il fallimento morale ed economico della (EX)settima potenza industriale al mondo..

  6. Ma soprattutto il pd non avrebbe mai voluto una legge sul conflitto di interessi sgradita al suo alleato Berlusconi: la votazione Prodi dovrebbe dire assolutamente tutto, il resto sono pippe….

  7. theigna

    Ma se il M5S già da subito ha proposto a Bersani che se avesse tolto il finanziamento pubblico ai partiti avrebbero avuto il loro appoggio. E Bersani che ha fatto? Non ha risposto! Gli ha proposto di rinunciare ai rimborsi elettorali. Niente. Poi hanno proposto Rodotà, niente neanche in quel caso. Nenche dopo che Grillo aveva aperto a un possibile dialogo, se avessero votato Rodotà. Ma no, hanno preferito allearsi con Berlusconi e votare nuovamente Napolitano, il savagente di Berlusconi. Troppo facile dare la colpa al movimento!! E come ha detto Travaglio: ma questi si sbagliano insistentemente da vent’anni, o sono vent’anni che sono d’accordo con Berlusconi?

  8. Peccato che una parlamentare PD abbia svelato l’arcano mistero da Vespa. Il PD Bersani ai 5stelle aveva chiesto solo i voti, ma non voleva condividere ne i programmi ne formare un governo assieme. Volevano l’inciucio col PDL sin dall’inizio. Non scrivete le solite cazzate che è colpa di Grillo che si è barricato sulle sue posizioni, perché a conti fatti ha fatto tutto il PD. Ha stabilito un nuovo standard di suicidio politico. Della serie Rodotà no perché l’ha proposto il movimento 5 stelle, quindi è meglio implodere

  9. MATTEO

    Non aver capito che fin dall’inizio il pd voleva l’accordo con zio silvio,è da stolti o da persone in malafede!
    Sveglia! hanno troppi intrallazzi da difendere insieme!
    Hanno fatto la pantomima di inseguire m5s per non scontentare gli elettori del pd.

  10. es. PD che NON vota per ruby vorrai dire! ;) O forse vogliamo fare disinformazione anche su questo punto? Ti conviene andare a riguardare qualche articolo sull’argomento.
    Le commissioni si formano quando c’è un governo, un pò come dire, la giunta comunale la faccio una volta nominato il sindaco, impossibile farla prima.
    P.s. Per chi crede che PD e PDL siano in inciuci vari da 20 anni, 1. non sa quel che dice dato che il PD vent’anni non li ha, e nemmeno il PDL, 2. si è perso le lotte furibonde che ci sono state tra i democratici e l’innominabile B.

    • Le commissioni si formano quando c’è un governo?e dove c’è scritto? spiega spiega dall’alto della tua conoscenza. Dire che 20 anni che sinistra ( pd intendevo anche le varie variazioni degli scalda sedia di sinsitra ) e destra sono uniti è una falsità? mi chiedo quali lotte mi sono perso, visto che mr B è intoccabile da sempre grazie anche alla finta opposizione di sinistra, che ammette anche di garantirgli le tv e aumentargli il fatturato.. Mi sono inventato tutto ciò? il pd ha giocato sui numeri con degli assenti per ruby ricordatelo. Hanno sempre giocato per la bella faccia, divisi in tv uniti per la sedia

  11. Ragazzi calmatevi che da Vesta una parlamentare del PD ha detto che volevano solo i voti dai cinquestelle senza alcun concordamento sui programmi da attuare nè su uno scambio di uomini, risorse e idee… quindi … Lo ha detto una del PD non certo Grillo. Le chiacchiere stanno a 0.

  12. ma tanto anche se gli porti l’intereccettazione di Berluscioni che dice con Renzi… mi so comprato il partito e Renzi dice, grazie Zio.. neanche allora molti elettori del PD capirebbero … loro credono ancora che il PD sia un partito di sinistra, non si rendono conto che è una democrazia cristiana nuova, e vedendo dall’interno, Renzi è un privatista che infatti piace a Silvio, guarda caso.

  13. Vulka

    Avete scritto una cazzata! Grillo non accetta (e neppure io) che si usino coalizioni per fare pappa&ciccia! Il Movimento è andatao su da solo senza leccare il deretano o vendersi da mign**ta e da solo ha preso il 25 contro i loro 20% singoli! Ecco perché non ci si può stare! Tocca al Movimento governare non a quei parassiti! Vi conviene rimangiarvi quanto avete scritto!!!
    Dai andiamo a votare ancora a giugno, così gli seghiamo le gambe e li rimandiamo da dove sono arrivati: nel WC!

  14. Questo governo avrà vita breve. Berlusconi si illude di poter staccare la spina al momento opportuno, Ma quando questa sarà staccata il M5s la potrà reinserire proponendo con forza e determinazione quei nomi che non ha voluto proporre. Questa è la mia speranza.

  15. Il M5S ha fatto cio’ che ha promesso in campagna elettorale, al contrario di tutti gli altri voltafaccisti che ora hanno fatto un governo che durera’ pochi mesi e ci portera’ ad elezioi dove il M5S prendera’ come minimo il 35 percento.

  16. Cristina Albano

    Il PD non voleva fare un governo PD/M5S !

    Il PD voleva solo i voti, senza discussioni. L’hanno dichiarato esplicitamente molti esponenti del PD.
    Inoltre il M5S ha fatto esattamente quello che aveva detto in campagna elettorale, si deve accusarli di troppa coerenza?

    Nonostante le proposte di “collaborazioni” pratiche siano arrivate, prima con le continue richieste di avviare le commissioni permanenti, poi con la proposta al PD di votare Rodotà come pdr, o di fare gesti come la rinuncia ai rimborsi, che avrebbero dato un chiaro messaggio della volontà del PD di rinnovarsi, l’ostinazione del PD a fare a modo suo è solo un modo per far ricadere la colpa su M5S.

    “…Facciamo al M5S una proposta che viola il codice morale che hanno sottoscritto quando si sono candidati, così se non accettano la colpa andrà a loro, se invece accettano il patto col diavolo sarà consolidato, e le loro anime saranno finalmente nostre!” …. queste potrebbero essere stati i pensieri dei vertici del PD.

    E smettiamola di pensare che il PD sia il primo partito, quello che ha votato la maggioranza degli italiani: io continuo ad incontrare gente del PD che non si sente rappresentata, e dalle sezioni arrivano continuamente proteste per le scelte dei rappresentanti. Chiamarlo poi governo PD/PDL è sbagliato: trattasi chiaramente di un governo PDL!