Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | August 4, 2020

Scroll to top

Top

‘‘Saviano ingrato, toglietegli la scorta’’, la protesta del commissario Pdl altoatesino - Diritto di critica

‘‘Saviano ingrato, toglietegli la scorta’’, la protesta del commissario Pdl altoatesino

Ingrato, psavianotrofeta del nulla e dell’ovvietà, populista e poco concreto. Al commissario del Pdl altoatesino Alessandro Bertoldi non sembra star particolarmente simpatico Roberto Saviano, specie dopo le ultime dichiarazioni dello scrittore napoletano. Ospite del Festival dell’Economia, l’autore di Gomorra ha definito il Brennero come potenziale corridoio della droga suscitando le ire di Bertoldi. “Visto che Saviano – ha precisato il commissario del Pdl – sostiene che i trentini e gli altoatesini siano delle persone a cui piace pippare cocaina, mi chiedo se non piaccia anche a lui.

Accuse pesanti rivolte allo scrittore completate dalla richiesta di revoca della scorta, avanzata dallo stesso Bertoldi: “Anche questa volta Saviano non ci ha risparmiato i suoi sermoni patetici. Anche in questo giorno ha mancato di rispetto alle nostre forze dell’ordine. Rinunci alla scorta, altrimenti chiederemo noi cittadini che il ministro dell’Interno gliela revochi, visto che costa anche parecchio e fin troppo per un ingrato del genere. Ci sarebbero – ha precisato il commissario del Pdl – una decina di uomini in più a garantire la sicurezza dei cittadini e a lottare contro mafie e droghe. Sono davvero indignato e lo dovrebbero essere tutte le autorità istituzionali e politiche di questa regione.

Alle parole di Bertoldi sono seguite quelle della senatrice Pd Nadia Ginetti: “Saviano contribuisce in maniera importante a diffondere la cultura della legalità. Prima di difendere il suo leader (Bertoldi aderisce all’associazione l’Esercito di Silvio ndr) – ha spiegato la senatrice – si preoccupi di chi rischia la vita per combattere le organizzazioni criminiali”. Non si è fatta attendere, ieri in serata, la replica del commissario del Pdl, che ha definito Saviano un “noto profeta del nulla e dell’ovvietà. Saviano – ha aggiunto Bertoldi – non lotta contro la mafia, ma scrive e vende libri che fanno lievitare il suo conto corrente. Sono gli uomini e le donne delle forze dell’Ordine assieme ai magistrati italiani a lottare quotidianamente per tutti noi, non di certo lui. All’Italia – ha chiosato Bertoldi – servono meno populisti e più persone concrete e schiette.

Comments

  1. Andrea Baldini

    Bertoldi???? Perchè ti danno così fastidio le parole di Saviano??? Ti piacerebbe toglierli la scorta così lo ammazzano i mafiosi vero???

  2. Paolo Monza

    Saviano non mi sta particolarmente simpatico ma…………poche settimane fà ha spiegato in TV come le mafie utilizzino il gioco d’azzardo legalizzato per riciclare il denaro proveniente dai loro loschi affari.
    E’ un attimo (per chi ha un cervello in grado di ragionare) poi fare il parallelo tra interessi della Mafia, trattativa Stato Mafia e legalizzazione del gioco d’azzardo in Italia (che coincidenza!!!!) per gentile concessione dei nostri bravi politici alla Bertoldi che così contribuiscono a dare supporto alle forze dell’ordine che combattono le mafie.
    Bravo Bertoldi in italia abbiamo proprio bisogno di politici come te.

  3. Barbabianca

    alessandro Bertoldo haaaaa