Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | October 15, 2019

Scroll to top

Top

Il Cavaliere dimezzato e i suoi video anni Novanta

Il Cavaliere dimezzato e i suoi video anni Novanta

Berlusconi in videoSi torna alle origini, a Forza Italia, ma Silvio Berlusconi è sempre lo stesso. Il vecchio che avanza – si potrebbe dire. Anche i metodi sono ancora quelli del 1994 e tutto ciò che resta al Cavaliere è un proclama in un video. Sguardo stanco, occhiaie profonde, a mala pena nascoste dal pesante trucco, quello apparso in video ieri sera è un uomo che appare ormai senza argomenti né più predellini su cui salire per lanciare proclami.

Il Pdl, la creatura fondata tra la gente per acclamazione ormai era un carrozzone vecchio e rugginoso, che si trascinava dietro l’eco degli scandali legati a Ruby, alle olgettine, alla figlia di Mubarak. Come uno straccio bisunto è stato gettato via. Ma il partito aveva già iniziato a perdere pezzi prima delle elezioni, quando i colonnelli che poi hanno fondato Fratelli d’Italia, avevano scelto di distaccarsi dalla grande madre, nella vana speranza di ottimizzare la raccolta dei voti nonostante la temuta debacle.

Adesso, con uno stratagemma mediatico figlio degli anni Novanta – il video-proclama – Berlusconi tenta di rivendere un passo indietro come un qualcosa di futuribile, ma le chiacchiere e gli attacchi alla magistratura sono sempre uguali, le persone non cambiano con i colonnelli, gli ufficiali e le maestranze che si trascinano alla sua ombra ormai da troppo tempo: tutto sa di vecchio di stantìo. E negli ultimi anni l’unica cosa che è cambiato, in fondo, è stato il nome del partito. L’Italia, invece, ha ben altri problemi.

Comments