Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | August 24, 2019

Scroll to top

Top

I grillini e quella frase su Pertini: "Se vi ricordate..."

I grillini e quella frase su Pertini: “Se vi ricordate…”

Tsunami Tour: chiusura della campagna elettorale del M5S, il palcodi Lorena Bruno

 

Da una manifestazione intitolata con un improperio non ci si poteva aspettare di più. L’attacco a Napolitano, l’idea di un referendum per l’uscita dall’euro, la serena accettazione dell’etichetta di populisti, incazzati. Gianroberto Casaleggio sul palco, il sostegno di Dario Fo al MoVimento e gli eletti 5 Stelle che però su quel palco non ci sono saliti.

Ma c’è una frase che non può essere ignorata, che suona proprio come una nota stonata e che tuttavia ha generato l’entusiasmo della folla presente per il V Day. Grillo dice: “Siamo in una piazza storica, siamo in una piazza che si chiama Vittoria, non è un caso. Gli ultimi che hanno parlato in questa piazza meravigliosa sono stati, è stato Pertini, che ha dato inizio ad una grande rivoluzione partita da Genova contro il governo Tambroni, se vi ricordate. Se fosse vivo sarebbe qua anche lui a parlare, fantastico…”

Se vi ricordate il Governo Tambroni nel 1960 ottenne la fiducia soprattutto grazie ai voti dei missini, per questo fu oggetto di accuse di filo-fascismo; se vi ricordate, Pertini a quella manifestazione di Piazza della Vittoria parlò proprio contro quei voti e contro l’assurdità del Movimento Sociale Italiano all’interno degli organi di governo, dato che riproponeva valori fascisti proclamati reato dalla Costituzione. Non vedo cosa ci sia in comune, a livello storico e politico con i contenuti del V Day, nonché coi valori del MoVimento 5 Stelle.

Se vi ricordate, Pertini era socialista; se vi ricordate, una decina di giorni fa degli eletti 5 stelle presentavano due emendamenti alla Commissione Cultura della Camera, chiedendo di sostituire esplicitamente la parola “socialista” con una perifrasi che cancellasse ogni riferimento storico e politico. Il termine era riferito a Giuseppe Di Vagno –  in ricordo del quale si voleva istituire un premio – assassinato dai fascisti nel 1921 e ricordato come il Matteotti del sud; quello stesso Matteotti per cui, se vi ricordate, Pertini fu picchiato dai fascisti, per il semplice fatto di aver deposto una corona d’alloro in suo ricordo.

Basterebbe “aver letto un paio di libri e avere curiosità del passato”, per sapere che “socialista” non è sinonimo di Craxi e del suo operato, ha commentato in merito Michele Serra, oppure basterebbe una coscienza politica, diremmo noi.

E di coscienza politica non si può non parlare ricordando Pertini e la lettera alla madre, quando chiese la grazia per lui: “Ma, dunque, ti sei improvvisamente così allontanata da me, da non intendere più l’amore, che io sento per la mia idea?” – Dove idea sta per fede politica. Dove idea sta per ideologia, entrambe così deprecate dai grillini, insieme, è evidente, alla memoria.

Allora se è vero che Pertini apparteneva orgogliosamente a un partito che rivendicava pure di fronte alla prigionia l’amore per la propria fede politica, che era socialista, fino alla morte, no, caro Grillo, a gridare improperi su un palco scenico con voi, a Piazza della Vittoria, per il V Day, non ci sarebbe mai stato.

Comments

  1. Mirco

    E il tuo articolo lo chiami informazione, diritto di critica?
    Ma per piacere, vogliamo parlare cosa si vuole fare lei? Cosa vuole fare M5, non volete scrivere una riga?
    A Voi interessa solo estrapolare le frasi, parole per convertirle come disinformazione.
    Ormai abbiamo capito che tutto che vuole fare M5 non vi interessa, probabilmente solo perché siete da altra parte, parte del inciucio, che da anni mangia grazie al popolo sfruttato fino al ultimo, a nome di chi?
    Mi risponda per favore.

  2. Daniele Galassi

    Degli interventi fatti durante la giornata da parte degli esperti non dici nulla? Dovete cambiare il nome del giornale da “Diritto di Critica” a “Diritto di servilismo al Potere”. Ritengo sia + appropriato. Con Affetto.

  3. susy

    da un articolo cosi vuoto, cosi sbagliato non merita commentare niente..tornate a scuola ad imparare le basi….introduzione, sviluppo, e conclusioni..il vostro articolo fa pietà…e voi siete giornalisti??? ecco perché siamo al 69 posto della classifica mondiale..paro paro con la annunziata..stessa obiettività…stessa ragione ceca…penoso!!!

  4. Zarligno

    quanto ve rode che un comico riesca dove la sinistra ha “fallito” per anni, “sinistra” che è diventata tutt’uno con il banana? su dai, un po’ di malox e passano anche i bruciori di stomaco…

  5. andrea

    2 anni e a casa…….vero per gli altri. ma per fico+di battista+taverna+lombardi+crimi+tanti altri , sara’ dura pensarla cosi………..sono ormai i nostri paladini e li vedo proprio bene la dove sono……sara’ dura pensare che un giorno dovranno mollare………

  6. leggiunbuonclassico

    Aggiornati, il nuovo fascismo è quello delle Corporations, delle multinazionali e della Finanza. Pertini avrebbe capito chi sono i nuovi nemici dell’ Umanità, e sarebbe stato con l’ M5S

    • GIANCA

      Le corporations, le multinazionali e la finanza sono le cose più lontane in assoluto dal fascismo.
      E comunque,Pertini è morto 23 anni fa e i morti non hanno modo di schierarsi con nessuno.

      • leggiunbuonclassico

        Fatti una cultura politica si parla di strutture a gerarchia fascista, carattere imperialista. Favorire la libertà di capitali e commerci gravando di norme liberticide i popoli e appoggiando guerre

        • GIANCA

          Allora illuminami, cosa c’entrano le corporations, le multinazionali o la finanza con il fascismo o con la struttura fascista?
          Possibilmente mi sbaglio, non pretendo di essere saccente, ho le mi convinzioni e mi piace confrontrarmi, forse per questo non voto m5s ( detto con molta ironia, prima che qualcuno ci rimanga male)…

  7. lorenzo1956

    allo stato della attuale realtà..Italiana,ne sei tanto sicura? il potere fascista di ieri è a tuttoggi presente nell’agone burocratico-amministrativo del palazzo; ha cambiato l’abito e modo gentile nel parlare ,ma l’animo è sempre quello.

  8. Sandro Bognolo

    Su Assange sì: hanno messo il cappello al personaggio che, siccome voleva essere pagato, si sono inventati che non poteva per motivi di sicurezza.

  9. CastaNefasta

    Sillogismi sottintesi a go go. “Giornalismo” da 60° Posto nella libertà di stampa. Complimenti.

  10. Lorena_Bruno

    Carissimi,
    non c’è nessun bisogno di abbaiare un commento, vi capisco anche senza insulti, maiuscoletti e toni concitati.
    Non sono giornalista. Sono una cittadina pensante, esattamente come voi. Non ho tessere di partito, sono un’elettrice pentita del PD. Semplicemente, a differenza di molti di voi, non penso che Grillo sia la soluzione. Ad ognuno il suo pensiero.

    Eugenio Bongiorno, di argomenti ne ho inseriti eccome, ho elencato fatti storici;
    Lorenzo1956, sì, sono sicura di ciò che dico e il fascismo è ancora tra noi, in vesti diverse.
    Stefano Vietri, sono d’accordo con te.
    Non è che perché critico Grillo automaticamente mi piacciono tutti gli altri, eh, sono piuttosto delusa dalla politica.
    Pierpeppino, non hai addotto alcun argomento.
    leggiunbuonclassico, Pertini aveva una fede politica, i grillini no e non sanno nemmeno cosa vuol dire socialista. Fidati, Pertini non starebbe né con loro né col PD.
    Angelo Melzani, non ho detto alcuna bugia, sono solo fatti storici.
    Daniels, non è disinformazione, ho elencato fatti storici, e un’opinione.
    Marco Fini, ci sto provando, ma non faccio la giornalista come pensi tu.
    Avyrans, non so cosa sia successo al tuo commento, ma un Movimento che butta fuori chi la pensa diversamente dal capo non è democratico. L’ideologia non è in parlamento, lo riconosco. Ma non si può associare un politico come Pertini a Grillo. E io non ho inventato nulla.
    Zarligno, mi rode che un comico stia a capo di un gruppo di persone che non possono muovere la coda senza che lui approvi. Se fosse riuscito a fare qualcosa di sinistra lo avrei votato pure io, credimi!
    Parvati, non ho stravolto nulla, né sostenuto che Grillo si paragona a Pertini, ho solo riportato la frase e citato fatti storici che lo smentiscono categoricamente.
    Cosimo Marilli, il titolo parla chiaro, l’articolo parla solo della frase su Pertini, quindi non ero tenuta a parlare di Assange e tutto il resto.
    Susy, non sono giornalista e l’articolo non è sbagliato, cita fonti storiche e un video con la viva voce di Grillo.
    Cristian Di Quinzio, non dice nulla oltre la critica, quindi non posso risponderle. Dirò solo che ho citato fonti storiche.
    Daniele Galassi, hai letto il titolo? Non era una cronaca del V Day, ma una critica al riferimento di Grillo a Pertini, Diritto di Critica, per l’appunto.
    Polipiero2, non ho tessere di partito e non affermo da nessuna parte nell’articolo che Pertini sarebbe salito con questo e con quello. Da pensatrice di sinistra so bene che nessuno ormai incarna questo ideale in parlamento. Quindi no, non credo che Pertini appoggerebbe uno dei nostri politici attuali. Ma lo ha citato Grillo, non il PD o qualcun altro.
    Mirco, non ho estrapolato una frase, ma un periodo di senso compiuto, l’unico in cui si citava Pertini. Non ho stravolto nulla. Su cosa voglia fare il M5S non ho scritto nulla perché sarebbe stato off topic, volevo parlare solo della citazione.
    Paul Kellermann, se la storia è aria fritta e le cose giuste le dice solo Grillo, se la soluzione è un vaffanculo allora io e lei non siamo d’accordo su nulla.
    Alessandro Comandatore, possiamo non essere d’accordo no? E’ il sale della democrazia.
    Roberto Damario, al suo commento ho pensato tutta la notte. La dignità al lavoro si dà solo se viene adeguatamente pagato. E non faccio la giornalista e non sono al soldo di nessun potere.

  11. massimiliano

    “Secondo lei un uomo senza lavoro che ha fame, che vive nella
    miseria, che è umiliato perché non può mantenere i propri
    figli….Questo per lei è un uomo libero? No, che non lo è. Sarà libero
    di imprecare, ma questa non è la libertà che intendo io. La Libertà
    senza giustizia sociale…..è una conquista vana.”
    (Sandro Pertini)
    ……ecco perchè sarebbe salito sul palco anche lui con il MOVIMENTO 5 STELLE

  12. massimiliano

    “non accetterò mai di diventare complice di coloro che stanno affossando la democrazia e la giustizia in una valanga di corruzione” (S. Pertini)
    …..ecco perchè sarebbe stato sul palco con il MOVIMENTO 5 STELLE !!

  13. massimiliano

    “Da noi deve partire l’esempio di attaccamento agli istituti
    democratici e soprattutto l’esempio di onestà e di rettitudine. Perché il popolo
    italiano ha sete di onestà. Su questo punto dobbiamo essere intransigenti prima
    verso noi stessi, se vogliamo poi esserlo verso gli altri. Non dimentichiamo,
    onorevoli colleghi, che la corruzione è nemica della libertà.”

    — Sandro Pertini

  14. massimiliano

    “Quando un
    governo non fa ciò che vuole il popolo, va cacciato anche con mazze e
    pietre.” -Sandro Pertini
    ECCO ANCHE PERCHE’ SAREBBE SALITO SUL PALCO INSIEME AL POPOLO DEL M5S

  15. massimiliano

    DIRITTO DI CRITICA fatevi un esame di coscienza e vergognatevi.

    « I
    giovani non hanno bisogno di prediche, i giovani hanno bisogno, da parte degli
    anziani, di esempi di onestà, di coerenza e di altruismo. »

    (Sandro
    Pertini, Messaggio di fine anno agli italiani del Presidente Pertini, 31
    dicembre 1978)

  16. massimiliano

    “Da noi deve partire l’esempio di attaccamento agli istituti
    democratici e soprattutto l’esempio di onestà e di rettitudine. Perché il popolo
    italiano ha sete di onestà. Su questo punto dobbiamo essere intransigenti prima
    verso noi stessi, se vogliamo poi esserlo verso gli altri. Non dimentichiamo,
    onorevoli colleghi, che la corruzione è nemica della libertà.”

    — Sandro Pertini