Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | December 14, 2019

Scroll to top

Top

I servizi sociali e le Europee, ecco la nuova strategia di Berlusconi

Berlusconi è tutt’altro che sconfitto. Secondo i bene informati vicini all’ex-Cavaliere, infatti, il leader di Forza Italia è intenzionato ad aprire la campagna elettorale per le Europee puntando tutto sulla “condanna” e su quei servizi sociali che mediaticamente lo renderanno “cittadino tra i cittadini”, uno come tutti. Per paradosso, la campagna elettorale dell’ex premier potrebbe iniziare proprio con il primo giorno di “servizi sociali” presso l’istituto per anziani di Cesano Boscone. In quell’occasioneuna corona di giornalisti e media saranno pronti ad attendere Berlusconi, offrendogli un nuovo palcoscenico, ulteriore visibilità. A contorno, la retorica di sempre sui processi ingiusti, sui giudici politicizzati e su un Silvio Berlusconi vittima del sistema.

E se i servizi sociali saranno la migliore occasione di visibilità mediatica per un Berlusconi ormai scolorito – il rischio quantomai certo è di essere scavalcato da Beppe Grillo – e alle prese con alcune frange di Forza Italia prossime all’ammutinamento, l’ex Cavaliere non rinuncia all’arte in cui è fuoriclasse: la partecipazione ai dibattiti televisivi. Giovedì prossimo, infatti, sarà a Porta a Porta mentre si starebbe lavorando a una sua possibile presenza da Michele Santoro, a Servizio Pubblico, la trasmissione da dove lo scorso anno è partita proprio la rimonta del Cavaliere: Travaglio venne “travolto” da Berlusconi. E lo stesso accadde con la fragile redazione che Santoro aveva schierato davanti al Cav.: tutti apparirono inconsistenti e Berlusconi si prese la sua rivincita.

E se l’ultimo sondaggio di Pagnoncelli svela come un elettore su cinque (di quel 19% che adesso viene attribuito all’ex Cav.) nutra dubbi sul possibile voto a Forza Italia, l’ultima speranza del partito è ancora una volta lui: la fenice Silvio Berlusconi.

Comments