Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | October 14, 2019

Scroll to top

Top

Le stragi senza fine e i delicati equilibri in Iraq

Obama fa la voce grossa, l'Iran interviene. L'ex stato di Saddam di nuovo al centro del puzzle mediorientale

Le stragi senza fine e i delicati equilibri in Iraq

Altre truppe di Teheran sono inoltre state segnalate nella provincia di Dyala e a Tikrit dove sarebbero in appoggio all’esercito iracheno, in procinto di riconquistare la città.

Le forze di sicurezza hanno ripreso il controllo della stazione di polizia di Jaweziriyat, nei dintorni di Tikrit, finita venerdì nelle mani dei terroristi. Lo ha comunicato il maggiore Sabah al Fatlawi, in una nota diffusa alla stampa. Venerdì notte i jihadisti erano inoltre stati cacciati da Dhuluiyah, secondo quanto riferito da testimoni.

Risulta evidente che un primo intervento delle truppe iraniane ha immediatamente messo un freno all’avanzata dei terroristi dell’Isil, che iniziano a perdere terreno e uomini. Ora bisognerà vedere come si evolverà la situazione nelle prossime ore, se vi saranno attacchi con l’aviazione iraniana per colpire i jihadisti, in quanto tempo Baghdad riuscirà a riprendere il controllo delle aree nord-occidentali del paese e a mettere fine al genocidio degli sciiti.

Pages: 1 2
Argomenti