Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | October 16, 2019

Scroll to top

Top

Tv

Addio lampo di Capranica. "Agon Channel è la tv delle repliche"

L'ex corrispondente Rai lascia la direzione della tv albanese destinata al pubblico italiano. “Prepariamo i tg nei container”

Addio lampo di Caprarica. “Agon Channel è la tv delle repliche”

La tv del futuro è già arrivata al capolinea? Forse no, ma la fuga repentina di Antonio Caprarica da direttore responsabile delle news di Agon Channel, la tv low cost trasmessa da Tirana per il pubblico italiano rappresenta un duro colpo al progetto portato avanti dall’editore Francesco Becchetti.

Le accuse di Caprarica. L’ex giornalista Rai accusa Becchetti di non avergli fornito una struttura giornalistica e tecnica adeguata. “Prepariamo i tg nei container, senza la minima insonorizzazione – ha spiegato Caprarica – con giornalisti che lavorano per 12 ore di seguito”. “Trovo le dichiarazioni del dottor Caprarica assolutamente inaccettabili e gratuite e la sua decisione illegittima”, replica Becchetti. “Caprarica ha condiviso ogni decisione presa finora ma forse è abituato ad una televisione delle spese fuori controllo e del passato. Noi siamo la Tv del futuro”.

“Altro che futuro, è la tv delle repliche”. Caprarica è furioso. “Mi hanno promesso sul contratto una struttura rispondente agli standard internazionali e mi sono ritrovato a montare i servizi nei container, con una redazione di nove persone che doveva realizzare tutti i tg”, spiega Caprarica. “Più che la tv del futuro è la tv delle repliche”. In effetti, Agon Channel per il momento ha deluso. Nonostante la partecipazione di noti volti dello spettacolo e del giornalismo, la tv stenta a decollare, soprattutto perché il suo palinsesto al momento è pieno zeppo di repliche e con soli quattro programmi, di cui due reality un quiz musicale condotto da Pupo e un talk condotto da Sabrina Ferilli. Un po’ poco per la tv del futuro.

Argomenti