Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | April 22, 2017

Scroll to top

Top

Buone vacanze, non-sindaco!

Buone vacanze, non-sindaco!

Non ha partecipato alle celebrazioni per l’anniversario della strage alle Fosse Ardeatine (ed è la prima volta che un sindaco manca questo appuntamento), non sta partecipando alle riunioni sull’ordine pubblico in vista del 25 marzo – giorno in cui si teme che Roma possa esser messa a ferro e fuoco dagli antagonisti giunti da ogni parte per protestare contro le celebrazioni dei 60 anni dei Trattati di Roma – e non ha partecipato a quel consiglio comunale che avrebbe dovuto fare il punto sulla tenuta politica della giunta capitolina alla luce delle recenti inchieste giudiziarie che coinvolgono il sindaco. Virginia Raggi, in poche parole, in questa settimana si sta comportando come un non-sindaco, con quella negazione tanto cara ai grillini e che si tramuta in una clamorosa assenza per i romani.

E sulle Fosse Ardeatine la Raggi, o chi per lei, non ha neanche postato alcunché sulla sua pagina Facebook, sempre attiva nonostante la diretta interessata sia tranquillamente in vacanza sulle Dolomiti. Alle 14.56 l’ultima pubblicazione è ancora un post sull’assessore Montuori. Anniversario dell’eccidio alle Fosse Ardeatine, non pervenuto.

Inutile dire che – tra l’aula capitolina disertata proprio quando avrebbe dovuto dare spiegazioni in relazione alle inchieste giudiziarie a suo carico, la questione sicurezza e commemorazioni varie – il comportamento del sindaco di Roma è stato fortemente criticato sui social (e non solo).

E che la situazione a Roma sia più che mai delicata, lo dicono i cinquemila agenti previsti sabato in città, in allerta sia per i possibili scontri in chiave antieuropea con gli antagonisti provenienti dall’Italia e dall’estero, sia per l’allerta terrorismo mai così alta come in questi giorni.

Su Roma sono puntati gli occhi del mondo ma il suo sindaco è altrove. A sciare, sulle Dolomiti. E buone vacanze.

@emilioftorsello