Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | September 19, 2020

Scroll to top

Top

AboutErica Balduzzi - 4/28 - Diritto di critica

Erica Balduzzi

Erica Balduzzi

Classe '87, laureata in Lingue e Letterature Straniere presso l'Università degli Studi di Bergamo e studentessa in Diritti dell'Uomo, collaboro con l'Eco di Bergamo e con la rivista Narcomafie. Mi occupo prevalentemente di cronaca e tematiche sociali e umanitarie.

Posts By Erica Balduzzi

Lavori faticosi e più disponibilità: ecco perché in Italia si assumono stranieri

20 Gennaio 2014 |

Disponibili a lavorare di più e a svolgere mansioni più pesanti rispetto agli italiani: il ritratto degli stranieri occupati nel nostro Paese mette in luce una realtà – quella del lavoro straniero – in controtendenza con la crisi lavorativa attuale. In particolar modo nelle piccole e medie imprese, quelle messe maggiormente alla prova dalla  congiuntura […]Read More

L’antimafia ridotta a marketing: le parole di Impastato per pubblicizzare occhiali

6 Gennaio 2014 |

“Se si insegnasse la bellezza alla gente le si fornirebbe di un’arma contro la paura, l’omertà. All’esistenza di orrendi palazzi ci si abitua, ogni cosa pare che debba essere così da sempre e per sempre. Insegniamo la bellezza alla gente. Così non avremo più abitudine, rassegnazione, ma curiosità e stupore”. Le parole sono di Peppino […]Read More

I dimenticati di Fukushima

13 Dicembre 2013 |

Due anni dopo, sono ancora in attesa di una sistemazione adeguata e di un risarcimento. Vivono in casupole da poco più di 30 metri quadri e aspettano che le promesse del Governo diventino realtà. Se mai lo diventeranno. Non si sta parlando dell’Italia dei dissesti e dei terremoti, delle inefficienze e delle promesse mancate: la […]Read More

Bruxelles ricorda Falcone e Borsellino, perché la mafia è transnazionale

4 Dicembre 2013 |

L’Europa che ricorda la lotta alla mafia oggi passa da Bruxelles, dove la Commissione Europea ha deciso di intitolare l’aula ai magistrati italiani Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, diventati – con i loro lavoro e la loro morte – testimonianza forte dell’antimafia in Italia. Un valore simbolico, quello dell’intitolazione, che serve per ricordare quanto le […]Read More

Subappalti e sfruttamento, così in Qatar si costruiscono i Mondiali 2022

26 Novembre 2013 |

Il calcio che fa sognare, ma solo chi lo guarda: il Qatar ospiterà i Mondiali di calcio nel 2022 e i riflettori delle associazioni per i diritti umani si sono puntati sul piccolo e ricchissimo Paese del Golfo, accusato di non tutelare i lavoratori  migranti impiegati nei cantieri di stadi e infrastrutture che ospiteranno l’appuntamento […]Read More

Il teatro che riscatta l’Africa

7 Novembre 2013 |

«Quando si immagina l’Africa, si tende a pensarla sempre bisognosa d’aiuto. In realtà, se si entra in un’ottica di scambio invece che di assistenzialismo, si percepisce un’umanità vera e profonda che non ha bisogno di pietismi». A parlare è Margherita Tassi, 29enne di Calusco d’Adda (Bergamo), che una borsa di studio e la passione per […]Read More

Ndrangheta a Milano, la città ricorda Lea Garofalo

16 Ottobre 2013 |

Il 24 novembre 2009 viene uccisa a Milano Lea Garofalo, testimone di giustizia, per mano – secondo quanto deciso dalla Corte di Appello di Milano – del suo ex compagno Carlo Cosco, legato alla ‘Ndrangheta: i suoi resti carbonizzati sono ritrovati in un campo a San Fruttuoso, vicino a Monza, soltanto tre anni dopo. Il […]Read More

Spaventati dalla globalizzazione, i giovani italiani preferiscono il cortile di casa

4 Ottobre 2013 |

Scarsa conoscenza delle lingue, legati alla famiglia e con la volontà di costruirsi un futuro in patria: questo il ritratto degli studenti italiani emerso dall’indagine di InterculturaRead More

Caporalato, emergenza sulle spalle dei comuni

26 Settembre 2013 |

Calabria, terra di arance. E di schiavi. L’appello arriva, ancora una volta, dalle campagne attorno Rosarno, il paese che nel 2010 aveva fatto scoprire all’opinione pubblica italiana l’esistenza della moderna schiavitù del caporalato e dove oggi, a distanza di tre anni, poco è cambiato e molto è rimasto immutato. L’approssimarsi della stagione della raccolta di […]Read More

Cresce la febbre del gioco. E la mafia ne approfitta

25 Settembre 2013 |

Sono soprattutto i disoccupati e quelli con più basso titolo di studio a giocare legalmente o meno. E la malavita organizzata ha trovato il modo per riciclare denaro sporcoRead More