Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | November 23, 2017

Scroll to top

Top

About Sirio Valent

Sirio Valent

Sirio Valent

Giornalista professionista, 25 anni, ho iniziato con una tesi sul tracollo del Banco Ambrosiano, braccio finanziario della loggia massonica P2, per la facoltà di Economia. Due stage nella redazione economica dell'Agenzia Italia e una breve parentesi dietro le quinte di Confindustria mi hanno aperto gli occhi sulla realtà quotidiana del cronista economico. Mi piace lavorare su questioni di geopolitica, macroeconomia e retroscena finanziari, difficili da spiegare in modo semplice ma fondamentali per capire la realtà dietro lo specchio.

Posts By Sirio Valent

Dimissioni di Cuperlo, la risposta di Renzi – LEGGI

21 gennaio 2014 |

“Caro Gianni, rispetto la Tua scelta. Conosco la fatica che hai fatto nell’accettare la mia proposta di guidare l’Assemblea del PD, dopo le primarie. Con franchezza e lealtà, non me l’hai taciuta. Non volevi farlo, ma hai ceduto alla mia insistenza. Pensavo, e continuo a pensare, che un tuo impegno in prima persona avrebbe fatto […]Read More

Falcognana, i rifiuti romani in Piemonte ed Emilia Romagna

30 settembre 2013 |

Chiude Malagrotta ma Falcognana è blindata: Comune e Regione non hanno trovato di meglio che spedire i rifiuti romani al Nord, al costo di 30 milioni di euro l’anno.Read More

L’Islanda contro l’austerity internazionale: congelate le trattative per entrare nell’Ue

23 settembre 2013 |

L’Islanda, isola ribelle all’austerity internazionale, chiude le trattative con Bruxelles. L’Ue non offre nulla di buono: solo quote di pesca restrittive, debiti miliardari da pagare, pesanti limiti ad internet e alla proprietà individuale. E l’islandese medio, che è sceso in piazza a protestare contro la nazionalizzazione del debito delle banche private, non vuole aver nulla […]Read More

Italia contro Bruxelles, il tetto del 3% fa paura

20 settembre 2013 |

Il Tesoro non ha grande margine di scelta: non può dire tutta la verità sui conti pubblici, ma qualcosa deve dire. Il Documento di Economia e Finanza che approderà oggi in Consiglio dei Ministri è un rebus di Pulcinella. Tutti sanno che il deficit è cresciuto e non ci sta più nel tetto del 3% […]Read More

Under35, quel milione di posti di lavoro che non c’è più

16 settembre 2013 |

Il 2010 è lontano anni luce, per i giovani adulti italiani. In tre anni sono andati in fumo 1 milione di assunzioni per la fascia di età 18-34, schiacciati tra la crisi economica e il blocco delle pensioni. Sono stati chiamati bamboccioni e choosy, ma le “forze fresche” del nostro mercato del lavoro pagano errori […]Read More

Papa Francesco, conventi aperti per gli immigrati

11 settembre 2013 |

Papa Francesco non perde occasione per scardinare le mura vaticane. Dopo la questione dei gay, il pontefice argentino scende tra i migranti, senza scorta in un centro di accoglienza romano, e lancia la proposta-scandalo: apriamo i conventi vuoti agli immigrati. Parole sacrosante (è il caso di dirlo) per moltissimi fedeli, ma che cozzano con la […]Read More

Gas azero in Italia? Forse, ma il cappio russo resta

13 agosto 2013 |

Il premier Letta vola a Baku in piena semi-crisi di governo per gloriarsi di una mezza rivoluzione energetica: sarà l’Italia a ricevere il gas azero attraverso il gasdotto Tap, a partire dal 2019. Con buona pace per il Nabucco, progetto che privilegia i Balcani e l’Austria come terminal per il gas europeo, alternativa alle forniture […]Read More

Investire o fuggire, il dilemma di Marchionne

31 luglio 2013 |

I toni di Marchionne sono forti. “Così com’è, in Italia non si può investire“, afferma l’amministratore sempre più filoestero di Fiat. E il riferimento è alla decisione della Corte Costituzionale, che il 3 luglio ha definito “inammissibile” l’esclusione della Fiom-Cgil dall’azienda torinese (conseguenza del 1 comma, art.19 dello Statuto dei lavoratori da poco modificato). Giovannini, […]Read More

No Tav, ora l’accusa è terrorismo (come le Br)

30 luglio 2013 |

Dai cordoni di polizia alle perquisizioni della Digos. Le Forze dell’ordine alzano il tiro in Val di Susa: ora l’accusa è di eversione e terrorismo per i dissidenti No Tav, punibile da 6 a 20 anni di carcere. Come le Brigate Rosse del Caso Moro, come i fascisti coinvolti,  secondo molti, nella bomba sul treno Italicus, […]Read More

Marea Nera, Halliburton distrusse prove di colpevolezza

26 luglio 2013 |

La Bp non è l’unica responsabile del disatro ambientale del Golfo del Messico 2010. La società che gestiva il pozzo petrolifero di Macondo, la Halliburton, ricostruì già pochi giorni dopo l’esplosione delle tubature una simulazione attendibile dei fatti: per sfuggire alla sua responsabilità, distrusse le simulazioni compromettenti e i calcoli. Ora Bp cerca di rivalersi, […]Read More