Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | April 22, 2019

Scroll to top

Top

AboutGiovanni De Mizio - Diritto di critica

Giovanni De Mizio

Giovanni De Mizio

Beneventano trapiantato a Milano, classe 1987, fin da tenera età interessato alla politica, all'economia e alla finanza. Laureato in business administration and management presso l'Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano, oltre a collaborare con Diritto di Critica, curo il blog di Tooby l'Olandese volante.

Posts By Giovanni De Mizio

Il Giappone come la Grecia, verso una devastante crisi finanziaria

12 Novembre 2012 |

Lunedì notte il Giappone ha rilasciato una statistica sul Prodotto Interno Lordo che conferma gli affanni crescenti dell’economia locale. Il PIL è crollato dello 0,9% su base trimestrale e del 3,5% su base annuale, nonostante varie misure di stimolo siano state messe in atto: l’ultimo pacchetto governativo è stato dell’ordine di 4 miliardi di euro […]Read More

Draghi delude, crollano le borse e vola lo spread

3 Agosto 2012 |

Mario Draghi, governatore della Banca Centrale Europea, ha annunciato ieri che l’istituzione che presiede non introdurrà novità nella sua politica monetaria, almeno per il momento. La scelta è stata accolta malissimo dai mercati: Milano ha chiuso a -4,6%, mentre lo spread è schizzato a 509 punti da 433. Draghi aveva fortemente alzato le aspettative nel […]Read More

L’Italia fuori dall’euro? Ecco cosa accadrebbe

28 Giugno 2012 |

Negli ultimi tempi, complice l’aggravarsi della crisi economica, si sta facendo strada l’ipotesi che per uscire dalla recessione possa essere utile l’uscita dell’Italia dall’euro e la conseguente svalutazione della nuova lira. Il motivo è lo stesso già attuato altre volte nel corso della vita della Repubblica, e cioè rendere più competitivi i prodotti italiani all’estero. […]Read More

L’ennesima occasione mancata per una vera riforma del lavoro

10 Aprile 2012 |

IL CORSIVO – La riforma proposta dal governo non incide seriamente su un sistema vecchio e causa di disoccupazioneRead More

La lezione che greci (e italiani) non vogliono imparare

14 Febbraio 2012 |

L’EDITORIALE – Domenica scorsa il Parlamento greco ha approvato il pacchetto di misure di austerity richiesto dalla comunità internazionale (in particolare la Troika composta da Unione Europea, Banca Centrale Europea e Fondo Monetario Internazionale) al fine di ottenere una tranche di prestiti che permetteranno al Paese di rimandare (per ora) il fallimento. Il voto si […]Read More

Standard & Poor’s declassa l’Europa: complotto o cattiva politica?

16 Gennaio 2012 |

L’ANALISI – Venerdì 13 gennaio l’agenzia di rating Standard & Poor’s ha di nuovo calato la sua mannaia sui debiti sovrani di nove Paesi europei, fra cui l’Italia (ora giudicata BBB+) e Francia (che ha perso la tripla A dopo diciassette anni). Subito sono scattate le solite reazioni da parte sia di esponenti politici che […]Read More

Macelleria sociale o equità? Un voto alla manovra Monti salva-Italia

6 Dicembre 2011 |

A poco più di un mese dall’inizio dell’era Monti arriva finalmente il suo primo provvedimento, la manovra salva-Italia. Nonostante la vulgata, cui evidentemente poco interessano i contenuti ma solo il populismo, la veda come macelleria sociale, si tratta di una manovra non brutta e che, anzi, ha evitato al Paese la vera macelleria socialeRead More

L’Eurozona rischia il downgrade, parola di S&P’s

5 Dicembre 2011 |

Standard and Poor’s ha messo sotto osservazione il merito di credito di tutti i Paesi appartenenti alla zona Euro. Il provvedimento, quindi, riguarderebbe anche i Paesi attualmente con tripla A, ovvero Germania, Francia, Finlandia, Austria, Paesi Bassi e Lussemburgo, ora tutti a rischio downgrade. Unico Paese non toccato da S&P’s pare essere la Grecia, che […]Read More

Mario Monti e il miracolo impossibile

14 Novembre 2011 |

L’ANALISI – Con l’incarico a Mario Monti in molti avvertono l’inizio di una nuova era di prosperità per l’Italia, sottintendendo con questo una grande svolta nella politica e nell’economia prossima ventura. Niente di più falso. Anzi, a giudicare dalle premesse, il futuro che ci attende è ancora avvolto dalla nebbia e i pericoli sono ancora […]Read More