Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | January 26, 2021

Scroll to top

Top

AboutGiovanni De Mizio - 2/5 - Diritto di critica

Giovanni De Mizio

Giovanni De Mizio

Beneventano trapiantato a Milano, classe 1987, fin da tenera età interessato alla politica, all'economia e alla finanza. Laureato in business administration and management presso l'Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano, oltre a collaborare con Diritto di Critica, curo il blog di Tooby l'Olandese volante.

Posts By Giovanni De Mizio

La Grecia e il referendum. La crisi gestita da Ponzio Pilato

2 Novembre 2011 |

I nuovi crolli delle borse di questi giorni hanno indubbiamente cause diverse: oltre alla crisi del debito sovrano che grava sui PIIGS e anche sulla Francia, ci sono segnali sempre più forti circa il ritorno in recessione nei prossimi mesi. Il bagno di sangue che ieri ha sconvolto i mercati finanziari ha però un nome […]Read More

Gli indignados sbarcano in Italia. Ma nel porto sbagliato

14 Ottobre 2011 |

Gli indignados sono sbarcati anche in Italia e, da buoni italiani, dimostrano quanto il deficit di educazione e informazione in materia economica e finanziaria stia facendo più danni che altro a questo Paese. Basti vedere uno dei cartelli mostrati durante le proteste dei giorni scorsi, che si scaglia contro il prestito d’onore, ovvero un prestito […]Read More

Moody’s declassa l’Italia, giù di tre gradini

4 Ottobre 2011 |

Moody’s ha declassato l’Italia di ben tre notch (“gradini”) da Aa2 a A2, come previsto da Diritto di Critica in un’analisi del 21 settembre scorso. Moody’s si allinea quindi al giudizio espresso da Standard & Poor’s. L’agenzia di rating ha inoltre confermato l’outlook negativo, sottintendendo che nuovi downgrade sono possibili nei prossimi mesi, ed è […]Read More

Standard & Poor’s certifica la crisi dell’Italia: fallimento entro il 2016?

21 Settembre 2011 |

IL CORSIVO – L’agenzia di rating Standard and Poor’s nella notte di ieri ha annunciato di avere abbassato il rating dell’Italia da A+ ad A. Il cambio di giudizio non è stato una sorpresa: l’agenzia aveva messo l’Italia sotto osservazione con implicazioni negative già a maggio, ovvero aveva avvisato il nostro Paese che un downgrade sarebbe arrivato entro tre mesiRead More

Nessuna speculazione, sui mercati c’è paura vera (soprattutto per l’Italia) – parte II

5 Settembre 2011 |
http://www.youtube.com/watch?v=AxptMQsjHXE”

(Continua dalla parte I) Il governo italiano è intervenuto a Ferragosto con un’ulteriore manovra in salsa tedesca di 45 miliardi che si aggiunge alla precedente di luglio di simile importo (subito bocciata da più parti). Nei giorni successivi, tuttavia, la situazione è tornata a essere gestita “all’italiana”. La prima versione della manovra colpiva le classi […]Read More

Nessuna speculazione, sui mercati c’è paura vera (soprattutto per l’Italia) – parte I

5 Settembre 2011 |

Il mese di agosto è stato di passione per i mercati finanziari a causa del rapido deteriorarsi delle aspettative sull’economia, che prevedono una ricaduta in recessione nei prossimi mesi, mentre le cartucce da sparare vanno via via esaurendosi, e negli ultimi giorni si stanno tentando proiettili sempre più inefficaci e populisti. Quasi ovunque, sulla stampa […]Read More

Gli Usa verso lo shutdown: il precedente del 1995 e perché non deve ripetersi

26 Luglio 2011 |

Siamo ormai agli sgoccioli: manca una settimana al 2 agosto, giorno in cui il presidente americano, Barack Obama, la maggioranza democratica al Senato e quella repubblicana alla Camera dovranno raggiungere un accordo sul tetto al debito pubblico per evitare lo shutdown (ovvero lo “spegnimento”) del governo federale.Read More

Grecia e Portogallo verso il fallimento, i falsi miti delle agenzie di rating

8 Luglio 2011 |

Dopo la Grecia, anche il Portogallo riceve una pesante bocciatura da parte delle agenzie di rating, e l’Europa reagisce come ha sempre fatto nel corso della gestione di questa crisi, ovvero fingendo che la realtà non esista e prendendo di mira l’ambasciatore (ovvero le agenzie di rating), che come tutti sanno non porta pena.Read More