Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | December 5, 2016

Scroll to top

Top

Cultura

”Animali notturni” e altre debolezze umane

27 novembre 2016 |

Un romanzo in dono da parte dell’ex marito, una vita lussuosa ma infelice e priva di senso, gli errori del passato che tornano a chiedere il conto. Tom Ford, genio creativo della moda prestato al cinema, ci guida attraverso i tormenti di Susan, la protagonista del suo secondo lavoro “Animali Notturni”, per la quale la […]Read More

”Agnus Dei”, la rinascita dopo la violenza

25 novembre 2016 |

Un gruppo di suore nella Polonia dell’immediato dopoguerra, l’orrore della violenza, ma anche la fede, la ribellione, il dubbio: il nuovo film di Anne Fountaine, “Agnus Dei” (titolo originale “Les Innocentes”), uscito nelle sale italiane il 17 novembre scorso, è una produzione franco-polacca che prima di ogni altra cosa celebra un intenso e drammatico omaggio […]Read More

“La macchinazione”: Pasolini e l’ipocrisia all’italiana

29 marzo 2016 |

«Siamo italiani, siamo tutti figli di Don Abbondio: vigliacchi, anzi peggio, opportunisti». Basta questa frase, pronunciata in una scena centrale del film, per rendersi conto di quanto “La macchinazione” sia attuale. È un ottimo e credibilissimo Massimo Ranieri a prestare volto, corpo e gestualità a Pier Paolo Pasolini, nel secondo lungometraggio del regista napoletano David […]Read More

Tutta la dolcezza di “The Danish girl”

3 marzo 2016 |

La setosità di un paio di collant, la morbidezza del raso di una sottoveste, e il desiderio di essere qualcun altro che emerge e irrompe in poche, bellissime scene. Basta guardare una manciata di minuti di “The Danish girl” per convenire che quest’anno di Oscar come miglior attore protagonista ne occorrevano due: Eddie Redmayne, nei […]Read More

Veni, vidi, Leo. La notte degli Oscar e la fine di un “incubo”

29 febbraio 2016 |

Il miglior film? “Il caso Spotlight”, sulla coraggiosa inchiesta sulla pedofilia nella Chiesa del “Boston Globe”. La miglior attrice? Il premio è andato alla rivelazione Brie Larson, che in “Room” interpreta una madre prigioniera da anni con il figlio (il film è ispirato al caso dell’orco austriaco Fritzl). Ma in fondo poco importano queste scelte […]Read More

Ritorno al futuro, quanto è lontano quel 1985?

21 ottobre 2015 |

Il 21 ottobre 2015 è la data che Zemeckis aveva immaginato come ”destinazione” per i due viaggiatori del tempo Marty e Doc. Trent’anni dopo molte delle invenzioni immaginate sono diventate realtà. Ma soprattutto tante cose sono cambiate…Read More

Lo spettacolo vuoto di Jurassic World – la recensione

16 giugno 2015 |

di Marco Zonca Il parco ha riaperto. Dopo quattordici anni torna nelle sale la saga di Jurassic Park, diventata celebre per aver riproposto in chiave contemporanea i dinosauri, (in)seguendo in maniera perfetta le logiche del film d’intrattenimento blockbuster. Per i più grandi, che hanno visto i tre film precedenti della saga, il solo simbolo presente […]Read More

”The Tribe”, al cinema la prima pellicola nella lingua dei segni

3 giugno 2015 |

di Rossella Assanti Il rumore nel silenzio. E’ questo “The Tribe”, il primo lungometraggio del regista ucraino Myroslav Slaboshpytskiy, che ha varcato la soglia del Trieste Film Festival e premiato alla Semaine de la Critique durante il Festival di Cannes 2014. Una rivoluzione nel mondo cinematografico, un degno omaggio al caro, vecchio e sempre emozionante […]Read More

Sorrentino maestro del dolceamaro. Ma “Youth – La giovinezza” non convince

29 maggio 2015 |

Chi pensava, vedendo due anziani disincantati che ricordano la loro vita in una stazione termale svizzera, che con il titolo “Youth – La giovinezza” Sorrentino ci “prendesse in giro”, si è sbagliato di grosso. Youth è un film sulla giovinezza. Nelle sue più disparate e disperate declinazioni. E sul tempo: «È l’unico soggetto possibile – […]Read More

Utopia del cittadino libero: “il nuovo corso” di Mario Pomilio

4 maggio 2015 |

Lo sgomento davanti alla libertà, una sorta di panico strisciante nelle menti di quanti per anni sono stati abituati ad obbedire, a uniformarsi, a concepire la loro vita entro binari definiti, senza mai pensarsi capaci di libero arbitrio. Il libro di Mario Pomilio “il nuovo corso” uscito nel settembre scorso per i tipi Hacca edizioni (nella collana […]Read More