Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | February 20, 2018

Scroll to top

Top

Cultura Archives » Diritto di critica

Vecchie glorie o tecnologici? Ecco gli spettatori-tipo di Sanremo

10 febbraio 2018 |

Avere il televisore acceso su Sanremo non vuol dire necessariamente essere un cultore della canzone italiana, o un fervido sostenitore del sempiterno motto “Perché Sanremo è Sanremo”. Abbiamo giocato così a classificare alcuni possibili telespettatori della kermesse canora, immaginando chi potrebbe essere seduto sul divano (ma anche in piedi o di passaggio), davanti a schermi […]Read More

Fiorello salva Sanremo, i top e i flop di inizio Festival

7 febbraio 2018 |

Il direttore Claudio Baglioni, truccato e tiratissimo, ha una voce perfetta, anche nel condurre, ma di fatto conduce assai poco. Lascia volutamente spazio ai suoi compagni d’avventura, ma sembra sempre fuori posto: arriva, parla, parla, canticchia, saluta, saltella, se ne va. E avanti così per quattro ore, con un’espressività e una disinvoltura pari a quelle […]Read More

“The Post”, la premiata ditta Spielberg-Streep-Hanks non delude

3 febbraio 2018 |

«Ma è legale?» – chiede un praticante al suo direttore; «Secondo te qui cosa facciamo di mestiere?» – risponde lui. L’essenza del giornalismo investigativo, del principio della stampa libera e guardiana in un’unica battuta, presto consegnata alla memoria dei cinefili e alla pagina Wikipedia di “The Post”. Steven Spielberg ci proietta con naturalezza agli inizi […]Read More

“Meditate se questo è stato”, le parole di Primo Levi

27 gennaio 2018 |

        Se questo è un uomo Voi che vivete sicuri Nelle vostre tiepide case, Voi che trovate tornando a sera Il cibo caldo e visi amici: Considerate se questo è un uomo Che lavora nel fango Che non conosce pace Che lotta per mezzo pane Che muore per un sì o per […]Read More

Passione e mistero nella Napoli di Ozpetek

4 gennaio 2018 |

Una notte di passione tra due sconosciuti, un misterioso omicidio e un dramma familiare che torna a galla e diventa il vero fulcro del film. Con “Napoli velata” Ferzan Ozpetek ci coinvolge ancora, in due ore che volano, in un’esperienza sensoriale su più livelli, svelando con sorprendente leggerezza un impianto narrativo complesso, che vede protagonista […]Read More

”Animali notturni” e altre debolezze umane

27 novembre 2016 |

Un romanzo in dono da parte dell’ex marito, una vita lussuosa ma infelice e priva di senso, gli errori del passato che tornano a chiedere il conto. Tom Ford, genio creativo della moda prestato al cinema, ci guida attraverso i tormenti di Susan, la protagonista del suo secondo lavoro “Animali Notturni”, per la quale la […]Read More

”Agnus Dei”, la rinascita dopo la violenza

25 novembre 2016 |

Un gruppo di suore nella Polonia dell’immediato dopoguerra, l’orrore della violenza, ma anche la fede, la ribellione, il dubbio: il nuovo film di Anne Fountaine, “Agnus Dei” (titolo originale “Les Innocentes”), uscito nelle sale italiane il 17 novembre scorso, è una produzione franco-polacca che prima di ogni altra cosa celebra un intenso e drammatico omaggio […]Read More

“La macchinazione”: Pasolini e l’ipocrisia all’italiana

29 marzo 2016 |

«Siamo italiani, siamo tutti figli di Don Abbondio: vigliacchi, anzi peggio, opportunisti». Basta questa frase, pronunciata in una scena centrale del film, per rendersi conto di quanto “La macchinazione” sia attuale. È un ottimo e credibilissimo Massimo Ranieri a prestare volto, corpo e gestualità a Pier Paolo Pasolini, nel secondo lungometraggio del regista napoletano David […]Read More

Tutta la dolcezza di “The Danish girl”

3 marzo 2016 |

La setosità di un paio di collant, la morbidezza del raso di una sottoveste, e il desiderio di essere qualcun altro che emerge e irrompe in poche, bellissime scene. Basta guardare una manciata di minuti di “The Danish girl” per convenire che quest’anno di Oscar come miglior attore protagonista ne occorrevano due: Eddie Redmayne, nei […]Read More

Veni, vidi, Leo. La notte degli Oscar e la fine di un “incubo”

29 febbraio 2016 |

Il miglior film? “Il caso Spotlight”, sulla coraggiosa inchiesta sulla pedofilia nella Chiesa del “Boston Globe”. La miglior attrice? Il premio è andato alla rivelazione Brie Larson, che in “Room” interpreta una madre prigioniera da anni con il figlio (il film è ispirato al caso dell’orco austriaco Fritzl). Ma in fondo poco importano queste scelte […]Read More