Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | April 23, 2019

Scroll to top

Top

Editoriale Archives - Pagina 42 di 44 - Diritto di critica

L’analisi – Le prossime mosse della Lega e il ballottaggio a Milano

17 Maggio 2011 |

L’incognita è la Lega. Con i suoi elettori Umberto Bossi ha tirato fin troppo la corda. Prima il caso Ruby e l’alleanza scomoda con un premier chiacchierato, poi il Processo breve che si scontrava con i principi di legalità del partito, infine la beffa dei bombardamenti italiani sulla Libia, serbatoio di ogni paturnia leghista anticlandestini: […]Read More

L’analisi – Il Movimento 5 stelle cancella il Terzo Polo

17 Maggio 2011 |

Il vero “terzo polo” è il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo. A parte il magro bottino conquistato a Milano da Calise, il M5stelle ottiene un ottimo risultato – quasi il 10% – a Bologna, mentre nella corsa per la poltrona di sindaco a Torino, Vittorio Bertola è sempre stato in vantaggio rispetto al candidato […]Read More

L’editoriale – Amministrative, a Milano la vera sfida è tra Berlusconi e Bossi

16 Maggio 2011 |

Ci sono due attori in questa corsa elettorale che tentano di rosicchiare voti ad alleati o possibili tali. Entrambi caratterizzati  da una verve estrema e toni incazzosi e netti: Beppe Grillo e la Lega Nord. Se da un lato il comico genovese con il suo codazzo di fan e candidati tardoadolescenziali mira a ottenere se […]Read More

Editoriale – Se gli operai bypassano i sindacati

6 Maggio 2011 |

Un sindacato fermo agli anni Settanta, un governo che lascia campo libero alle bizze degli imprenditori e gli operai che si arrabattano pur di mantenere il posto. Dopo gli accordi di Pomigliano e Mirafiori, anche le carrozzerie ex-Bertone hanno detto sì a un accordo che accorcia la serie dei diritti dei lavoratori ma gli permette […]Read More

L’Editoriale – La Freedom House boccia l’Italia, di nuovo

5 Maggio 2011 |

Fondata nel maggio del 2009, la nostra testata oggi raggiunge il suo terzo anno di attività in rete. Il primo articolo pubblicato calcò il suolo digitale dell’informazione italiana con un’analisi sulla libertà di stampa diffusa tramite i report della Freedom House, istituto di ricerca statunitense con sede a Washington. Il 2 maggio di quest’anno è stato rilasciato […]Read More

L’editoriale – I giovani in politica, dilettanti allo sbaraglio

28 Aprile 2011 |

Nell’antica Roma un giovane non poteva aspirare ad una carica pubblica prima dei trent’anni. Si trattava, tra le altre cose, di una misura per proteggere le nuove generazioni, invogliandole, prima di iniziare il cursus honorum, a dedicarsi allo studio e alla guerra per accumulare prestigio ed esperienza. Fin quando questa prassi è durata, la forza […]Read More

L’editoriale – Bombe sulla Libia, il gioco delle parti tra governo e opposizione

26 Aprile 2011 |

Sulla Libia il governo gioca al gioco delle parti. Il premier Silvio Berlusconi alla fine ha accondisceso alle richieste della Nato e del presidente degli Stati Uniti, Barack Obama: l’Italia bombarderà la Libia con operazioni mirate e di cui sarà reso edotto il Parlamento. La nota con cui Palazzo Chigi annuncia che l’Italia parteciperà ai […]Read More

L’editoriale – Il menefreghismo italiano che affosserà i referendum

21 Aprile 2011 |

Il Senato vota l’abrogazione di ogni norma relativa al nucleare e le opposizioni gridano allo scandalo, per un possibile fallimento del referendum. Il Governo – dicono – vuole cancellare il voto del 12 giugno! Ebbene, siamo al paradosso: chi da sempre è contro il nucleare adesso protesta per una decisione che di fatto cancella – […]Read More

L’editoriale – “Scemo di guerra”. Il ruolo dell’Italia nel conflitto in Libia

20 Aprile 2011 |

In Libia l’Italia non è né carne né pesce. Vivacchia. Dichiara guerra al rais ma si affretta a rettificare che ci dispiace per le bombe. Partecipa alle missioni ma non combatte. Riconosce i ribelli ma assicura che se Gheddafi sarà in difficoltà “verrà aiutato”. Insomma: né di qua né di là.Read More

L’editoriale – Arrigoni, non chiamatelo pacifista

18 Aprile 2011 |

Per favore, non chiamatelo pacifista. Vittorio “Vik” Arrigoni, il cui rapimento e la morte improvvisa e violenta hanno scioccato il Paese era un attivista, non un pacifista. Ammetterlo non significa sminuirne l’impegno, il coraggio, l’onestà. Il pacifismo, infatti, non fa distinzioni, non odia una parte a favore di un’altra. Il pacifismo – ammetterete – è […]Read More