Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | May 26, 2015

Scroll to top

Top

Società

La ”generazione mille euro”: precari oggi e poveri domani

26 maggio 2015 |

Secondo una ricerca Censis in collaborazione con Fondazione Generali, due dipendenti su tre degli attuali occupati tra i 24 e i 35 anni (il 65%) – nonostante gli avanzamenti di carriera assimilabili a quelli delle generazioni che li hanno preceduti e considerando l’abbassamento dei tassi di sostituzione – avranno dalla pensione un reddito più basso di quello che avevano a inizio carrieraRead More

Quel dramma silenzioso dei genitori senza lavoro

25 maggio 2015 |

Disoccupati e con uno o più figli a carico. Secondo l’Istat sono oltre un milione i genitori che in Italia sono senza un lavoro, tra i 25 e i 64 anni, quella fascia di età critica che spesso ricomprende quanti hanno perso l’occupazione e difficilmente riescono a riposizionarsi, perché ritenuti in molti casi “troppo vecchi”. […]Read More

Immigrazione e accoglienza, l’esempio di un piccolo paese di montagna

21 maggio 2015 |

di Francesco Ruffinoni «Per prima cosa vorrei ricordare che Roncobello ha una lunghissima tradizione di emigrazione, dai nostri genitori abbiamo sentito spesso racconti di viaggi della speranza in Francia, in Svizzera o più semplicemente a Milano e, credo, che nel nostro profondo abbiano lasciato un senso di “nomadismo” per cercare migliori occasioni di vita». Le […]Read More

La difficile lotta per il riconoscimento della lingua dei segni

20 maggio 2015 |

di Rossella Assanti Da anni l’incolumità della LIS – Lingua Italiana dei Segni – è messa a repentaglio dal non riconoscimento della stessa, da parte dello Stato, come vera e propria lingua appartenente al nostro Paese. Mentre ben 44 Paesi nel mondo l’hanno assimilata e fatta propria, in Italia resta ferma, in bilico in Senato con […]Read More

Quegli 800 corpi dimenticati in fondo al mare

18 maggio 2015 |

Ottocento corpi, forse di più, ottocento morti di uno dei peggiori naufragi della storia che resteranno in fondo al Mediterraneo: recuperarli costa troppo. Nonostante le promesse di dare degna sepoltura alle vittime della strage del 19 aprile scorso, quindi, nessuno si occuperà di loro. “Faremo di tutto per recuperare il relitto ma anche per recuperare le […]Read More

Il presidio alle porte di Milano per proteggere il bene confiscato alle mafie

13 maggio 2015 |

Era il covo degli affari del clan Valle a cavallo tra sud ovest Milanese e pavese: ora è uno dei tanti beni immobili confiscati alle mafie in carico all’Agenzia Nazionale dei Beni Sequestrati e Confiscati e in attesa di essere assegnato, nonostante le insistenti richieste. E allora sono le istituzioni, le associazioni e i cittadini […]Read More

Bufale e giornali, quando i clic sostituiscono la serietà

28 aprile 2015 |

Le notizie false girano sul web ad una velocità impressionante. Anche colpa dei giornali online. Che non verificano e non rettificanoRead More

COSMO SkyMed, quei satelliti italiani puntati sul Mediterraneo

21 aprile 2015 |

Si chiamano COSMOSky-Med che sta per Constellation of small Satellites for Mediterranean basin Observation e sono quattro satelliti che osservano dallo spazio tutta l’area mediterranea. Messi in orbita tra il 2007 e il 2010, il loro occhio è potentissimo e non c’è nube che tenga. Visto il loro numero, anche la frequenza di passaggio è molto alta. […]Read More

L’ecatombe nel Mediterraneo: dal 1988 oltre 21mila morti

19 aprile 2015 |

In una tranquilla domenica primaverile, mentre in Europa si trascorrono le ultime ore prima dell’inizio di una nuova settimana, a largo di Lampedusa, in quel Mediterraneo divenuto ormai una fossa comune di migranti, un barcone si ribalta. Poi la notizia: si temono 700 morti. Nei giorni scorsi alcuni testimoni avevano raccontato di un altro naufragio, […]Read More

I coriandoli e il perizoma

15 aprile 2015 |

“Se indichi a un uomo un atto rivoluzionario, lui vedrà un perizoma. #Draghi“. E’ questo uno dei tweet che più mi ha colpito nella giornata di oggi, nel mare magnum di cinguettii seguiti all’”aggressione” ai danni del presidente della BCE, Mario Draghi. Un blitz condotto a colpi di coloratissimi coriandoli, con un solo difetto: quel […]Read More