Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | June 19, 2018

Scroll to top

Top

bahrein Archives - Diritto di critica

Scaramucce di guerra con l’Iran, parte la maxiesercitazione nello stretto di Hormutz

19 settembre 2012 |

Navi da guerra, portaerei e dragamine di venticinque differenti paesi stanno convergendo verso lo Stretto di Hormuz per l’ennesima esercitazione militare congiunta nel Golfo Persico della durata di dodici giorni. Il timore è che l’Iran, in seguito a un potenziale attacco alle proprie installazioni nucleari da parte dell’aviazione israeliana, possa procedere a un blocco dello Stretto, […]Read More

L’ipocrisia del Gran Premio del Bahrein, che ignora i diritti umani

23 aprile 2012 |

di Giovanni Giacalone Gran Premio del Bahrein blindato, con tribune semi-deserte e molotov che sfiorano i meccanici. I tentativi del regime degli al-Khalifa di dare una parvenza di normalità al paese in vista dell’evento sportivo e far credere che tutto sia tornato alla normalità dopo le rivolte del 2011 non hanno dato i loro frutti. Le […]Read More

“Non correte il Gran Premio”, il boicottaggio dei rivoluzionari del Bahrein

22 marzo 2012 |

Mentre in Siria si continua a morire, anche nel piccolo Stato del Bahrein prosegue una guerra civile tra la dinastia sunnita al potere e la maggioranza sciita, da sempre discriminata, che chiede da oltre un anno giustizia e un nuovo corso per il Paese. La situazione del regno arabo torna ora alla ribalta per l’avvicinarsi […]Read More

Stragi e petrolio all’ombra dei Sauditi

14 febbraio 2012 |

di Giovanni Giacalone Il 14 febbraio 2011, sulla scia delle rivolte in Egitto e Tunisia, scoppiarono disordini anche in Bahrein. I manifestanti, in maggioranza sciiti, si riunirono presso il “pearl roundabout” (la rotonda delle perle), situata vicino il distretto finanziario della capitale, Manama, con l’obiettivo di chiedere ed ottenere maggiore libertà e parità di diritti […]Read More

Ora è la volta dell’Iran

15 febbraio 2011 |

Un morto ufficiale, diversi feriti ed almeno 250 arresti: non più l’Egitto teatro di scontri, ieri, ma l’Iran di Ahmadinejad, dove migliaia di persone sono scese in piazza ed hanno decretato per il 14 febbraio la loro ‘giornata della rabbia’, marciando nelle strade di Teheran per esprimere solidarietà e sostegno alle rivolte nel resto del mondo arabo. […]Read More