Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | July 4, 2020

Scroll to top

Top

caccia Archives - Diritto di critica

F35, un bidone di aereo

23 Febbraio 2013 |

Prima i difetti alle ali, poi il rischio fulmini. Ora il Pentagono mette a terra gli F-35 in prova per una “frattura” nel motore: le pale del rotore potrebbero distruggere il reattore propulsivo, se dovessero staccarsi. Una panoramica dei dubbi del Pentagono – dubbi di esperti dell’aviazione – serve per rispondere alla domanda cruciale: ci […]Read More

Rivoluzione Coca Cola: cambia il marchio per salvare gli orsi polari

28 Ottobre 2011 |

In 125 anni di storia, la più conosciuta multinazionale di bibite gassate non aveva mai cambiato il suo marchio. L’azienda, con sede ad Atlanta negli Stati Uniti, ha il brand più conosciuto al mondo e i precedenti tentativi di apportare modifiche, non erano andati a buon fine. Ora, la Coca Cola ha deciso di cambiare […]Read More

Libia: scatta l’operazione “Odissey Dawn”

19 Marzo 2011 |

E’ partita l’operazione “Odissey Dawn” sui cieli libici. Ieri sera aerei francesi e britannici hanno colpito obiettivi militari delle forze fedeli a Gheddafi. Secondo il Pentagono sarebbero stati lanciati oltre 100 missili Tomahawk, mentre la tv di Stato libica ha affermato che sarebbe stato abbattuto un caccia francese nelle vicinanze di Tripoli. Immediata la smentita […]Read More

La scheda – Libia: il potenziale bellico della Coalizione

18 Marzo 2011 |

Gheddafi continua a bombardare le città in mano ai ribelli e la coalizione internazionale – su mandato delle Nazioni Unite – si prepara ad intervenire. Dopo aver pubblicato una scheda sul potenziale bellico stimato di cui dispone la Libia, Diritto di Critica fa il punto sulle forze dei Paesi che si sono detti disponibili a […]Read More

No Fly Zone sulla Libia, è peggio la malattia o la cura?

18 Marzo 2011 |

L’Onu vota la No Fly Zone sulla Libia. La scelta arriva in ritardo e rischia di produrre effetti peggiori del male che vuole curare. Senza aver tentato qualsiasi approccio diplomatico serio, le Nazioni Unite, l’Europa e il mondo arabo son pronti a spartirsi una fetta di massacro indiscriminato, in nome della protezione dei civili. Tutto […]Read More