Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | December 11, 2018

Scroll to top

Top

deficit Archives - Diritto di critica

Crozza-Moscovici e la scarpetta del leghista Coccia-Cenerentola

27 ottobre 2018 |

Il comico rispolvera il francese per diventare il Commissario europeo per gli affari economici, indispettito e vendicativo per il gesto dell’eurodeputato italiano e la manovra italiana.  Read More

Accordo socialisti-Podemos, se la Spagna svolta a sinistra

12 ottobre 2018 |

Nel burrascoso clima politico europeo, la Spagna conquista le luci della ribalta e ricompatta il centrosinistra con un accordo fondamentale per la stabilità del Paese, rivolto concretamente ai lavoratori e alle necessità dei cittadini. Un patto, tra il governo socialista e il partito Podemos, pacifico e lungimirante, pura fantascienza ormai per noi italiani, disabituati da tempo […]Read More

Ungheria al varco, dentro o fuori l’Ue?

20 maggio 2013 |

L’Ungheria che annaspa nelle sanzioni per il deficit eccessivo. L’Ungheria che limita la libertà di stampa, i poteri della giustizia e l’indipendenza della Banca Centrale. L’Ungheria “cattolica e nazionalista” di Viktor Orban è ad un bivio: o sceglie l’Europa o sceglie l’esplusione. O almeno, è quel che chiede Human Right Watch: e Bruxelles si prepara […]Read More

Fiscal Compact, i conti in equilibrio ci costano caro

7 marzo 2012 |

L’Italia firma il “Trattato diStabilità e Coordinamento economico” insieme ad altri 24 Paesi dell’Unione Europea. Con esso, ogni membro s’impegna a mantenere i conti in equilibrio: se va in rosso, nuove tasse o tagli alla spesa scatteranno automaticamente. La paura di nuovi casi Grecia è forte, a Bruxelles non si vogliono più correre rischi. Ma […]Read More

Tutto quello che chiede la Bce e che il governo non sta facendo

3 ottobre 2011 |

Default o no, l’Italia ha bisogno di una scossa. In una lettera firmata da Jean-Claude Trichet e Mario Draghi, presente e futuro presidente della Banca centrale europea, consegnata al governo italiano il 5 agosto si chiedeva di far presto ed indicavano la strada per uscire dal pantano. Ma quanto il governo ha recepito? Read More

In Italia il debito pubblico da record: 2.700 euro ogni secondo

20 settembre 2011 |

Veloce come i secondi di un orologio. Il debito pubblico italiano cresce ogni istante di più. Quasi come una bomba ad orologeria prima o poi esploderà. Altro che pareggio di bilancio, l’inversione di rotta appare piuttosto lontana. Mentre il debito pesa su ognuno di noi 31mila euroRead More

Conti pubblici, l’Italia arenata tra tasse e debiti

15 giugno 2011 |

Il debito pubblico cresce, le tasse anche. Lo Stato riesce a puntellare le uscite finanziarie con il balzello indiretto del gioco d’azzardo, dal Lotto alle scommesse: ma con una crescita all’1,1%, le prospettive sono nere. Trasferire le spese pubbliche grosse dallo Stato agli enti locali (ovvero la cura Tremonti) sposta solo un problema irrisolto, che […]Read More

Corte dei Conti, “abbassare le tasse è impensabile”

25 maggio 2011 |

La Corte dei Conti gela il Governo: “impraticabile qualsiasi riduzione della pressione fiscale”. La promessa di Berlusconi – meno tasse per tutti – viene smentita per la terza volta. Da Palazzo Chigi si prepara una maxi manovra da 40 miliardi per ridurre il deficit pubblico – a spese dei contribuenti. E’  lo stesso sacrificio richiesto […]Read More

Fair play finanziario: la stretta sui club di calcio a partire dal 2013

25 gennaio 2011 |

I club di calcio con troppi debiti e passivi nel bilancio societario saranno esclusi dalle competizioni europee a partire dalla stagione 2013-2014. I regolamenti sulle Licenze Uefa e sul ‘Fair play finanziario’ esplicitano quali saranno i requisiti ed i criteri necessari per le gestioni virtuose delle squadre di calcio del futuro. Una misura voluta fortemente dal presidente dell’Uefa Michel Platini.Read More