Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | October 29, 2020

Scroll to top

Top

facebook Archives - Pagina 4 di 4 - Diritto di critica

Facebook e privacy, siamo tutti “schedati”

16 Ottobre 2010 |

Orientamento sessuale, convinzioni politiche, credo religioso, abitudini. Tutte queste informazioni, che spesso finiscono sul profilo di Facebook, Myspace o altri social network, possono essere usate contro gli stessi utenti. Read More

Da facebook un messaggio esasperato al Presidente della Repubblica

13 Giugno 2010 |

Una delle ultime mode di Facebook consiste nel condividere grossi quadrati colorati uniti da un medesimo cliché. Sulle bacheche compaiono, quindi, brevi frasi che vedono protagonisti oggetti o personaggi amati e odiati, azioni ed omissioni emulate o snobbate, proverbi identificanti una determinata città, e così via. Ai vari “Trenitalia TI ODIO” e “Estate TI AMO” […]Read More

Su Facebook esplode il dopo-Scajola: “una notifica quando qualcuno ti compra casa”

7 Maggio 2010 |

Si chiama “Ricevi una notifica quando qualcuno ti compra una casa a tua insaputa…” il gruppo nato su Facebook all’indomani dello scandalo che ha coinvolto il ministro Scajola. Puntuale, la satira sul web non si è fatta attendere e ha dato voce a quanti – dipendenti, precari e con un mutuo sulle spalle – non possono […]Read More

Il “No Berlusconi Day” e la politica dei cittadini

7 Dicembre 2009 |

no b day 001
«Wow, ma è già piena?»
. Inizia così il mio ingresso a bocca spalancata in Piazza San Giovanni sabato scorso, in occasione della manifestazione nazionale per chiedere le dimissioni del Premier Berlusconi. Partito nella notte di sabato da Bergamo sono arrivato alla stazione di Roma Termini pochi minuti prima dell’inizio del No Berlusconi Day. Presente all’evento anche Emilio Torsello, co-editor del blog Diritto di critica. Il corteo è partito da Piazza della Repubblica e si è poi diretto verso il palco allestito nella piazza più grande di Roma, scenario tradizionale di tanti eventi culturali e politici, come il concerto del 1° maggio e perfino il “Berlusconi day del 2006“. Gli organizzatori speravano di raggiungere almeno i 350 mila presenti, come ci si aspettava dalle adesioni sulla pagina di facebook dove è nata l’idea di questa manifestazione. La partecipazione è stata invece  molto più vasta, ricoprendo ogni centimetro quadrato di Piazza San Giovanni e le vie laterali. La questura ha parlato di 90.000 presenti, mentre le foto e i video in rete parlano di una marea di gente, almeno 10 volte tanto. Nel 2006 la manifestazione organizzata dall’allora Casa della Libertà per far cadere il governo Prodi portò (così dissero gli organizzatori) ben 2 milioni di persone nella stessa piazza. Forti critiche arrivano dai media filo-governativi che, usando i dati della questura, contestano la cifra diffusa dagli organizzatori che parlano di almeno 1 milione di partecipanti al No B Day. Qualcuno ci deve dei chiarimenti. Hanno per caso rimpicciolito piazza San Giovanni e non ce lo hanno detto? Read More