Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | August 20, 2019

Scroll to top

Top

lega Archives - Diritto di critica

Governo, vertice in corso tra Conte e Salvini. La crisi è a un passo

8 Agosto 2019 |

Accordi, smentite, scontri più o meno tamponati. Dopo l’incontro del premier Conte con Mattarella definito solo “informativo”, il premier e il leader della Lega sono a colloquio a Palazzo Chigi. Di Maio è nel suo ufficio, «al lavoro», dicono i suoi. Ora dopo ora l’ipotesi della crisi di governo si fa sempre più concreta, specialmente […]Read More

Tra razzismo e nulla, come Salvini ha messo nell’angolo il Pd

8 Agosto 2019 |

I dem (e i giornali) non riescono a imporre una loro agenda che non sia fatta di “anti-” qualcosa. E il Capitano alla console se la ride Mentre il governo traballa pericolosamente, l’opposizione litiga. L’irrilevanza del Pd e della sinistra in genere (e forse dovremmo aggiungere anche l’irrilevanza di un’inedita litigiosissima Forza Italia) è drammatica. […]Read More

Nuova legittima difesa, basta la minaccia. I dettagli della riforma di Salvini

28 Marzo 2019 |

Con 201 voti favorevoli è arrivato il sì del Senato al provvedimento che modificherà i termini della legittima difesa in caso di aggressione all’interno di una proprietà privata, ad uso abitativo o commerciale. Una riforma (approvata anche da M5s e Forza Italia) emblema del successo politico del Ministro dell’Interno, che ha commentato con un tranciante […]Read More

Tutti i dolori del giovane Di Maio

8 Novembre 2018 |

Di Virgilio Bartolucci Chissà se vedendo gli attivisti no Tap bruciare le bandiere e strappare le tessere del Movimento 5Stelle la risatina che Luigi Di Maio aveva in diretta televisiva a Di Martedì è svanita, o si è semplicemente trasformata in un ghigno di tensione reso ancor più tirato dalle critiche che serpeggiano nel Movimento. […]Read More

Il Governo Salvini-Di Maio e quella sinistra smarrita

3 Giugno 2018 |

In questi giorni di ottovolante politico alla disperata ricerca di un governo, un ipotetico premio “Elettore smarrito e confuso 2018” sarebbe stato assegnato d’ufficio al deluso di sinistra che ha virato sui Cinque Stelle. E che ora si ritrova un esecutivo, di fatto non eletto, costruito con la Lega e appoggiato all’esterno anche da forze […]Read More

Elezioni anticipate sì o no? Quanto ci costerebbe tornare al voto

7 Maggio 2018 |

Circa 800 milioni di euro. Tanto ci costerebbero due tornate elettorali in un solo anno. Con una media, stimata dagli analisti e ripresa da “Termometro Politico”, di 400 milioni spesi ad ogni votazione, infatti, tornare alle urne sarebbe l’ennesimo salasso per le casse dello Stato. I dati del 2013, in linea con il 2018 Il […]Read More

Destra o sinistra? Ora lo scontro è tutto interno

28 Febbraio 2015 |

L’ANALISI – Le elezioni anticipate sono un’ipotesi sempre più lontana. Nel pd la minoranza teme di sparire, mentre a destra è battaglia: tutti contro tuttiRead More

Kyenge-Lega, è scontro sull’immigrazione

2 Maggio 2013 |

Scritto per noi da Francesco Rossi La nomina di Cécile Kyenge a Ministro dell’Integrazione ha riacceso il dibattito su due temi chiave in materia di immigrazione: reato di clandestinità e ius soli. La scelta della deputata italo-congolese è di indubbio valore simbolico e ha scatenato le ire (e gli insulti) della Lega, pronta alle barricate […]Read More

Lega dei veleni: Bossi verso la scissione?

10 Aprile 2013 |

La Lega rischia di spaccarsi in due. Maroni guida il partito verso il nuovo obiettivo del “governo del Nord”, palliativo all’autonomia scissionista del 1993. Bossi invece, messo nell’angolo, prepara un nuovo partito. Se Pontida doveva ribadire l’unità della Lega, non c’è riuscita. Chi vuol essere segretario. Maroni sembrerebbe un segretario forte, dall’esterno. Ha traghettato il […]Read More

Flavio Tosi, il Renzi mancato del centrodestra

2 Gennaio 2013 |

L’ANALISI – Se la Lega avesse saputo gestire meglio la strategia e la sua comunicazione esterna, forse Flavio Tosi avrebbe potuto trascinare tutto il centrodestra, così come Renzi ha fatto nella parte opposta della simmetria. E invece no. Messo alle strette dalle strategie vuote del Cavaliere, Maroni ha tenuto l’attuale sindaco di Verona nel congelatore […]Read More