Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | October 17, 2019

Scroll to top

Top

maggioranza Archives - Diritto di critica

Il grande inciucio del dopo Monti

16 Marzo 2012 |

L’EDITORIALE – “Dopo Monti voglio continuare con Pd e PdL l’armistizio è necessario, deve andare avanti”. A twittare è Pier Ferdinando Casini, leader dell’UdC, che con queste parole ieri si avviava al vertice di maggioranza dei partiti con il premier Mario Monti. Il segnale ai colleghi è chiaro: nel dopo Berlusconi tutti uniti sul modello […]Read More

Berlusconi si è dimesso, l’Italia nelle mani di Napolitano

12 Novembre 2011 |

Berlusconi si è dimesso. La notizia era attesa dopo il voto al ddl “Stabilità”. E dopo che lo spread aveva segnato il nuovo record negativo nei giorni scorsi, dopo insistenti voci di nuove fughe dal Pdl e dopo il voto sul Rendiconto dello Stato, il percorso era segnato.Read More

Berlusconi senza lo “scudo” delle leggi ad personam. Lo aspettano i processi Mills, Mediaset e Ruby

11 Novembre 2011 |

Il bavaglio sulle intercettazioni, la prescrizione breve, il processo lungo. Le leggi ad personam che per anni Berlusconi ha tentato di far approvare, tornano tutte nel cassetto. Forse per sempre. Un eventuale governo tecnico, infatti, non avrebbe certo come priorità quella di “salvare” il premier dalle sue beghe giudiziarie (fin troppo protagoniste in un’Italia che […]Read More

La sinistra e il patto col diavolo sulla legge di Stabilità

9 Novembre 2011 |

L’ANALISI – Il punto interrogativo adesso è a sinistra. Che l’esperienza del governo guidato da Silvio Berlusconi sia ormai giunta a un termine, infatti, è giudizio condiviso da molti (ma non da tutti). Certo, le dimissioni “a progetto” sono una tipicità tutta italiana, forse incomprensibile all’estero dove gli esempi sono la Spagna o la Grecia: […]Read More

Bossi: “Berlusconi faccia passo di lato, Alfano Premier” (video)

8 Novembre 2011 |

“Abbiamo chiesto a Berlusconi di fare un passo di lato, laterale”. Alla domanda dei giornalisti della candidatura di Alfano come Premier il Senatur ironizza e non smentisce: “E sennò chi mettiamo, il segretario del pd?”.Read More

Il giorno della verità. Ma il Cav potrebbe resistere ancora

8 Novembre 2011 |

L’ANALISI – Sarebbe troppo banale ridurre tutto ad un problema di lealtà. Berlusconi non è Giulio Cesare, e i congiurati non lo pugnaleranno alla schiena. Lo dicono da giorni, qualcuno da mesi: “avanti così non si può andare”. Eppure il Cavaliere non vuole capire e non si arrendeRead More

Se i Radicali salvano la maggioranza

4 Novembre 2011 |

L’ipotesi non è peregrina. Soprattutto dopo le ultime mosse dei sei Radicali eletti nel Partito democratico: la maggioranza potrebbe essere salvata proprio da loro. In questa macelleria politica più simile ad un suk che non a un Parlamento, la svolta potrebbe venire dagli uomini di Pannella: “Silvio ci ascolta”, disse tempo fa. E per i Radicali, […]Read More

Frondisti, transfughi e voltafaccia: cosa resta della maggioranza

4 Novembre 2011 |

“Alessio Bonciani e Ida D’Ippolito. Benvenuti!”, così twittava  Roberto Rao, braccio destro di Pier Ferdinando Casini, nell’accogliere i due transfughi del PdL tra le fila dell’UdC. La maggioranza – se i nostri calcoli sono esatti – non c’è più, ferma a quota 314 (o forse meno, 309). Ma la transumanza dal PdL verso i banchi […]Read More

Oggi la fiducia, tutti i numeri di maggioranza e opposizione

14 Ottobre 2011 |

La fiducia di oggi è sul filo del rasoio. Per fare i conti si parte dal precedente della mozione di sfiducia al ministro Romano, respinta con 315 voti (a 294) il 28 settembre scorso. La situazione attuale, però, sulla carta è più rosea di quella vista in occasione del voto sul ministro dell’Agricoltura e il […]Read More

Prima lo spot contro l’evasione fiscale, adesso il condono. Il governo senza più timone

11 Ottobre 2011 |

In estate “Parassita della società”, in autunno panacea dei guai economici del Paese. A salvare il Paese e a consentirne lo “sviluppo” potrebbero essere i tanto vituperati evasori. La coerenza del governo sulla lotta all’evasione fiscale, infatti, si misura sullo spot contro chi non paga le tasse, andato in onda a reti unificateRead More