Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | September 22, 2019

Scroll to top

Top

rimborsi elettorali Archives - Diritto di critica

Spending review nel Pdl, stretta sui dipendenti

31 Luglio 2012 |

Tagli in arrivo. Non solo per lo Stato. Anche i partiti, infatti, si ritrovano senza una lira. Pare incredibile ma sono molti quelli indebitati fino al collo. Non bastano, evidentemente i ricchi rimborsi elettorali per soddisfare le enormi “macchine da guerra” che gestiscono molti, troppi aspetti della vita pubblica. Stop agli straordinari. Così, in un […]Read More

Quei rimborsi elettorali finiti chissà dove

12 Aprile 2012 |

Doveva trattarsi solo di un rimborso per le spese sostenute in campagna elettorale. Anche perché i finanziamenti pubblici ai partiti sono teoricamente aboliti. Invece, dal 1994 ad oggi tra le spese sostenute e i rimborsi ottenuti c’è un abisso. I partiti hanno intascato in 18 anni ben 2 miliari d 254mila euro, spendendone in campagna […]Read More

Di Pietro lancia il referendum sui rimborsi elettorali. Ma dimentica quelli referendari

4 Aprile 2012 |

“Giovedì mattina l’Italia dei Valori depositerà in Cassazione il quesito per il referendum che chiede di abolire i rimborsi elettorali ai partiti, cioè il finanziamento pubblico mascherato con cui le forze politiche hanno aggirato l’esito del referendum del 1993”. Ad annunciarlo sul suo blog è il leader dell’Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, affermando che […]Read More

Quell’accordo segreto sui rimborsi elettorali

17 Febbraio 2012 |

IL RETROSCENA – Bersani l’ha detto chiaro: i rimborsi elettorali non si toccano, senza finanziamenti “ci sarebbe solo un dibattito tra miliardari”. E chi negli altri partiti tace, in realtà la pensa come lui. Quello dei rimborsi è un argomento bipartisan, un po’ come le decisioni sull’aumento degli stipendi dei parlamentari che negli anni hanno sempre visto coese […]Read More

Rimborsi elettorali ai partiti, il taglio che Monti ha dimenticato

5 Dicembre 2011 |

Si chiamano “rimborsi elettorali” ma si tratta del caro vecchio “finanziamento pubblico ai partiti” ed è l’unico provvedimento importante di taglio ai costi della politica a non essere entrato nella manovra varata da Mario Monti (e con una serena certezza non farà parte neanche delle prossime). Il compenso che i partiti ricevono per il voto di […]Read More