Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | October 15, 2019

Scroll to top

Top

rivolte Archives - Diritto di critica

La violenza della repressione a Istanbul

25 Giugno 2013 |

Donne inermi, manifestanti con le mani alzate. I poliziotti turchi non hanno risparmiato nessuno.Read More

A Teheran tornano le rivolte, il regime sguinzaglia le milizie

5 Ottobre 2012 |

Duri scontri a Teheran nella giornata di mercoledì tra unità anti-sommossa della polizia e manifestanti scesi in piazza per protestare contro l’aggravarsi della crisi economica ed in particolare contro il crollo del rial, la moneta iraniana, che ha perso più dell’80% del proprio valore rispetto a un anno fa. I manifestanti hanno inneggiato slogan contro Ahmedinejad […]Read More

Sudan del Sud: i 600 chilometri dell’autostrada fantasma

14 Ottobre 2011 |

Presentata come la prima via d’accesso per il porto di Mombasa in Kenia, la ‘Giuba-Nimule’ fa parte di quel rilancio delle infrastrutture voluto dal governo del Sudan del Sud per modernizzare il paese. Una porta verso il mare, visto che il giovane stato africano non ha sbocchi sull’Oceano Indiano, né tantomeno su quello Atlantico. Un’opera […]Read More

Così l’Egitto ricorda il giovane simbolo della rivoluzione

8 Giugno 2011 |

«Non preoccuparti Khaled, abbiamo vendicato la tua morte». Khaled Said: un nome diventato un simbolo e un volto che ha ispirato quella che è stata una delle prime rivolte dell’inverno di fuoco del mondo arabo, in Egitto.Read More

La rivoluzione sulla strada di Damasco: è la volta della Siria

5 Aprile 2011 |

Mentre gli occhi del mondo sono puntati sulla Libia, la rivoluzione araba continua, raggiungendo un’altra fase molto delicata per il Medio Oriente. La nuova protagonista è la Siria. Il delicato equilibrio di questa regione, che è stato già scosso più volte negli ultimi mesi, è nuovamente messo in pericolo dalle proteste del poolo siriano intenzionato a mettere fine al regime oppressivo della famiglia Asad.Read More

«Speriamo ne affoghi qualcuno», così l’altra Italia guarda a Lampedusa

29 Marzo 2011 |

«Ogni italiano ha un sogno nel cuore: prendere un kalashnikov e sparare al barcone». E ancora: «Ma con tutti ‘sti caccia che fanno la spola Italia-Libia, un paio di bombette perse sul mare che affondano qualche barcone è chiedere troppo?», oppure «speriamo che ne affoghi qualcuno». Il tono del gruppo “Basta immigrati”, su Facebook, non lascia […]Read More

“Test di verginità” e torture: l’Egitto contro le donne scese in piazza

24 Marzo 2011 |

Chiedevano partecipazione, rivendicavano i diritti per cui loro stesse erano scese in piazza nei giorni della rivolta anti-Mubarak: per questo sono state arrestate e torturate. Botte, scariche elettriche, umiliazioni e “test di verginità” sotto la minaccia di essere incriminate per prostituzione.Read More

Quel muro che trasforma i padani in terroni

1 Marzo 2011 |

«Alziamo un muro tra l’Italia e la Svizzera». L’ultima provocazione di Giuliano Bignasca, leader della Lega ticinese. La barriera servirebbe a fermare i migranti che stanno sbarcando in questi giorni a Lampedusa. Ma il vero obiettivo sono gli italiani, soprattutto i lombardi, accusati di rubare lavoro agli svizzeri e di portare la delinquenza nel Canton Ticino. Anche per colpa dell’ “amico” Roberto Maroni.Read More

Egitto, i colpi di coda del regime di Mubarak

25 Febbraio 2011 |

Non tutto rose e fiori nell’Egitto del post Mubarak. Mentre per le strade si cerca di tornare alla normalità e nei palazzi istituzionali si lavora per modificare in tempi brevi la Costituzione sull’onda delle proteste, proseguono anche gli episodi di violenza, colpi di coda di un regime andato ormai allo sfascio. Il dito è puntato […]Read More

Ridare all’Egitto quello che era dell’Egitto

25 Febbraio 2011 |

Hosni Mubarak è stato sconfitto. Il suo regno è caduto, sgretolato sotto i colpi di una rivolta innovatrice che non ha lasciato scampo al vecchio autoritarismo. Ora il nuovo regime presenta il conto. E a quasi due settimane dalla sua fuga, il nuovo governo militare inizia la conta delle ricchezze. Il procuratore generale egiziano ha infatti inoltrato al ministero degli Esteri la richiesta di verifica e congelamento dei beni e dei conti fuori confine, riconducibili proprio al presidente MubarakRead More