Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | July 6, 2020

Scroll to top

Top

save the children Archives - Diritto di critica

Unicef, ”la guerra in Siria sta distruggendo una generazione”

14 Marzo 2013 |

Una generazione perduta. “Milioni di bambini in Siria sono testimoni della scomparsa del loro passato e del loro futuro”, parola di Anthony Lake, direttore dell’UnicefRead More

Fotografia di un pianeta in bilico tra fame e sprechi

11 Ottobre 2012 |

Il paradosso della scarsità nell’abbondanza: così l’organizzazione Save the Children ha definito nel suo ultimo rapporto “WITH-OUT. Fame e sprechi” la condizione per cui – in un mondo che secondo dati FAO negli ultimi cinquant’anni ha visto raddoppiare la sua produzione agricola – si continua a morire di fame. Sotto la lente dell’associazione ci sarebbe […]Read More

Quell’acqua negata ai bambini di Gaza

20 Giugno 2012 |

Gaza, terra lacerata. Terra in cui i conflitti dei grandi ricadono – secondo un copione tristemente sempre uguale a se stesso – sulle spalle dei più piccoli: sono i bambini a subire le conseguenze più della precaria situazione sociale e politica, quelle conseguenze che hanno a che vedere con la vita di tutti i giorni […]Read More

Paese Italia, dove non vale la pena essere bambini

21 Maggio 2012 |

L’Italia non è un paese per bambini. Né lo è mai stato particolarmente, almeno stando a quanto rilevato da Save The Children, che nel dossier “Il paese di Pollicino” ha messo sotto accusa le politiche sociali per famiglie con minori (non) portate avanti dai governi italiani degli ultimi anni a fronte di numeri tanto chiari […]Read More

Cittadinanza negata ai minori nati in Italia. Napolitano: “è follia”. E la Lega s’infuria

23 Novembre 2011 |

Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, dopo aver accolto al colle una rappresentanza dei cosiddetti “nuovi italiani”, oggi è tornato a parlare della cittadinanza italiana, soffermandosi sui bambini nati nel nostro territorio da genitori stranieri. Lo ha fatto durante l’incontro con la federazione delle chiese evangeliche in Italia. Da qualche mese il presidente torna su […]Read More

Ogni 4 secondi nel mondo un bambino muore per mancanza di cure. L’allarme di Save The Children

13 Ottobre 2011 |

Otto milioni: tanti sono i bambini sotto i 5 anni che ogni anno muoiono nel mondo per elementari problemi sanitari. Uno ogni quattro secondi, secondo i dati di Save the Children. Una strage che continua giorno dopo giorno, silenziosa e spesso dimenticata proprio perché probabilmente fa meno rumore rispetto all’andamento delle borse mondiali, o agli […]Read More

Il limbo senza fine dei piccoli migranti di Lampedusa

24 Giugno 2011 |

Sono almeno 450 i minori non accompagnati che dopo settimane si trovano ancora a Lampedusa o nei centri temporanei di transito sulla terraferma: la maggior parte hanno tra i 15 e i 17 anni e sono originari del Mali. La loro speranza disperata trasformata in un limbo senza fine. Stranded, arenati anche dall’altra parte del mare. A […]Read More

Condizione delle donne, l’allarme di Save the children: “Italia sempre peggio”

5 Maggio 2011 |

Italia in caduta libera sul fronte del benessere materno e infantile: nella classifica mondiale stilata dall’Indice delle Madri di Save the Children scivoliamo dal diciassettesimo al ventunesimo posto tra i Paesi industrializzati. L’indice è stato diffuso da Save the Children Italia insieme al dodicesimo rapporto sullo stato delle madri nel mondo, entrambi i dossier si inseriscono […]Read More

“Bambini violentati a Misurata”, la denuncia di Save the Children

27 Aprile 2011 |

Sono piccoli e in molti casi non riescono più nemmeno a parlare. Hanno anche otto o nove anni e hanno già assistito a scene che un bambino non dovrebbe vedere mai, hanno passato esperienze che segnerebbero l’uomo più temprato. Sono l’altra faccia – quella debole e nascosta, silenziosa, impaurita – della guerra in Libia. Quella […]Read More

Belay Yeabsera, un piccolo “dono di Dio” nella desolazione di Lampedusa

15 Aprile 2011 |

Dieci minuti nel porto di Lampedusa sono una piccola cosa; abbastanza tempo per vedere la sua condanna ma non la sua bellezza, per intuire l’infinita trasformazione di quel litorale figlio di millenni e la posta giornaliera del suo carico di anime inzuppate di lacrime. Sono appena arrivati sull’isola, uomini ammucchiati dentro barche piccolissime, sepolti, sotto […]Read More