Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | March 22, 2017

Scroll to top

Top

Silvio Berlusconi

E il Movimento 5 Stelle apre alle ”convergenze” con altri partiti

7 dicembre 2016 |

È da sempre la giustificazione migliore da usare con il proprio elettorato: l’appoggio esterno. Adesso iniziano a usarla anche gli onorevoli del Movimento 5 Stelle. Non alleanze esplicite ma un fantomatico sostegno da parte di “chi ci sta”: convergenze. Lo scrivevamo ieri: per riunire l’improbabile coalizione di centrodestra che dopo il risultato referendario si ritrova […]Read More

La ”mafia” a Roma e le comunali: tutte le grane di Renzi (che sta sereno)

15 giugno 2015 |

L’ANALISI – Matteo Renzi ha archiviato le regionali con una non-vittoria, e adesso il Partito democratico perde anche Venezia e Arezzo, ribaltando un risultato quasi scontato nel capoluogo veneto. Immediate le reazioni da parte dell’opposizione, con un Matteo Salvini pronto a fare la voce grossa per rafforzare la sua figura di unico leader possibile all’opposizione, […]Read More

Regionali: finisce 5 a 2. La Moretti affonda in Veneto, il M5S tiene, Renzi respira. Ma…

1 giugno 2015 |

Una cosa è certa: Matteo Renzi e il suo Pd non hanno più il 40% dei consensi. Di contro, il populismo del MoVimento 5 Stelle ottiene conferme e la Moretti in Veneto è stata più che doppiata da Zaia. Certo, sulla carta il Partito democratico ha vinto 5 a 2, ma il vento in poppa […]Read More

Berlusconi assolto in Cassazione, ma non finisce qui

11 marzo 2015 |

Silvio Berlusconi ce l’ha fatta. Dopo 10 ore di camera di consiglio la Corte di Cassazione ha confermato la sentenza della Corte d’Appello del 18 luglio scorso e stabilito l’assoluzione definitiva per il caso Ruby. Chi mi risarcirà? Il leader di FI si è detto felice per essersi “tolto un macigno dal cuore” e pronto […]Read More

Mattarella al Quirinale e la partita aperta sulla Corte Costituzionale

31 gennaio 2015 |

LO SCENARIO – Archiviata l’elezione del Capo dello Stato, la partita politica si sposta sulle riforme ancora da fare e sulla nomina dei giudici alla Corte Costituzionale. Con l’elezione di Sergio Mattarella alla presidenza della Repubblica, infatti, adesso i posti vacanti sono due. L’ultima volta le “fumate nere” furono, tra settembre e novembre 2014, una ventina. […]Read More

Sergio Mattarella in pole per il Quirinale, il suo cursus honorum

29 gennaio 2015 |

di Rossella Assanti E’ il punto di domanda esteso su tutta l’Italia in queste ore: chi sarà il nuovo presidente della Repubblica? Da giorni i media sono invasi da le ipotesi e illazioni. Un nome spicca: Sergio Mattarella, candidato del PD. Figlio della politica degli anni ’80, eletto deputato nel 1983. Una risposta chiara, la sua, a […]Read More

Renzusconi, perché tra i due litiganti solo il terzo gode

22 gennaio 2015 |

L’ANALISI – L’aula di palazzo Madama ha detto si al “supercanguro”, l’emendamento che taglia più di 35 mila emendamenti all’Italicum. Con alcune modifiche, ma senza stravolgimenti, l’iter della nuova legge elettorale prosegue il suo cammino. Il salto del canguro e l’ipotesi Renzi bis. I due emendamenti di Michele Gotor di modifica al testo sulle nomine […]Read More

Tutti i nodi da sciogliere tra Renzi e Berlusconi

7 gennaio 2015 |

La discussione sull’Italicum entra nel vivo proprio mentre traballa il cosiddetto patto del Nazareno. La norma “Salva-Berlusconi” inserita di straforo nel decreto fiscale da non si sa chi ed esplosa in mano al governo nei giorni scorsi, ha destabilizzato i rapporti tra Renzi e Berlusconi, dividendo la stessa Forza Italia dove ora volano gli stracci. […]Read More

Il gelato del giornalismo

6 novembre 2014 |

Ieri in molti hanno storto il naso per quel titolaccio sul ministro Marianna Madia fotografata da “Chi” in modo cafonal mentre gusta un gelato. Anche grazie a un titolo forzato, l’allusione a ben altre pratiche è palese.Read More

Tutti in piazza, il giuoco delle parti a sinistra del Pd

30 ottobre 2014 |

L’ANALISI – Vendola ha ormai fatto il suo tempo e Renzi è andato troppo a destra per tanti di sinistra. Nonostante il gioco di parole e punti di riferimento, il ragionamento è chiaro: si è aperta la “guerra” per le terre “a sinistra” del Partito democratico. E in piazza scendono tutti, a contendersi visibilità e […]Read More