Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | April 7, 2020

Scroll to top

Top

stranieri Archives - Diritto di critica

Lavori faticosi e più disponibilità: ecco perché in Italia si assumono stranieri

20 Gennaio 2014 |

Disponibili a lavorare di più e a svolgere mansioni più pesanti rispetto agli italiani: il ritratto degli stranieri occupati nel nostro Paese mette in luce una realtà – quella del lavoro straniero – in controtendenza con la crisi lavorativa attuale. In particolar modo nelle piccole e medie imprese, quelle messe maggiormente alla prova dalla  congiuntura […]Read More

Negozi gestiti da stranieri? In Lombardia arriva la ”Legge Harlem”

17 Febbraio 2012 |

L’hanno battezzata “legge Harlem” perché si ispira ai provvedimenti dell’ex sindaco di New York Rudolph Giuliani per risollevare le sorti di uno dei quartieri più problematici della città: ma ad essere risollevati  dal “degrado” sarebbero in questo caso i comuni lombardi, che potrebbero essere dotati di un’arma normativa nuova per disciplinare gli esercizi commerciali aperti […]Read More

Se a fare impresa sono gli stranieri. Che assumono gli italiani

29 Novembre 2011 |

Crisi, disoccupazione, precariato: eppure a far lavorare gli italiani spesso sono i piccoli imprenditori stranieri. In barba ai luoghi comuni del «ci portano via il lavoro». A rivelarlo è l’indagine del Consiglio nazionale dell’Economia e del Lavoro (Cnel) dal titolo “Il profilo nazionale degli immigrati imprenditori in Italia” Read More

Europa, la salveranno gli stranieri

3 Agosto 2011 |

Da Vecchio Continente a continente vecchio. E’ stato detto più volte, ed ora l’ultimo rapporto Eurostat lo conferma: sono gli immigrati a salvare l’Europa dal declino demografico, sono i flussi migratori l’unica risorsa per dare slancio ad un continente altrimenti avviato ad un inesorabile e drastico calo della popolazione.Read More

Immigrati? Salvano l’Italia. Parola dell’Inps

10 Giugno 2011 |

L’Italia invecchia, e a pagare il welfare sono gli stranieri. Secondo l’INPS, già oggi gli stranieri versano 7,5 miliardi di euro di pensioni ai nostri anziani, usufruendone appena per il 2%. A questo non indifferente supporto, si aggiunge il lavoro delle badanti, che con le loro cure risparmiano allo Stato 6 miliardi di euro in […]Read More

Vite migranti – «Litighiamo in lingue diverse e facciamo pace in italiano»

19 Maggio 2011 |

Melissa sta facendo i compiti di matematica e conta sulle dita, concentrata: «një, dy, tre, katër…». Inas le si avvicina: «nella mia lingua si dice in modo diverso», contando a sua volta sulle dita, ma in arabo. Melissa ed Inas, entrambe sette anni, sono compagne di classe ed amiche per la pelleRead More

Vite migranti – ”In Italia per salvare mia figlia”

20 Aprile 2011 |

Dashuri è nata in un piccolo paese a sud-ovest dell’Albania, là dove la costa si specchia sullo Ionio e la Grecia puoi scorgerla quasi ad occhio nudo. Ha 53 anni, gli occhi grandi di un castano intenso e la carnagione chiara che diventa rossa ad ogni minimo sussulto del suo cuore, ad ogni fremito di […]Read More

Sciopero degli stranieri, il 1 marzo a colori – Photogallery

2 Marzo 2011 |

Primo marzo, sciopero degli stranieri. L’Italia fa i conti con il contributo quotidiano degli immigrati: nelle fabbriche, in agricoltura, nell’edilizia. Sfruttati e spesso vittima di comportamenti razzisti da parte di certa politica e di alcuni (non tutti) cittadini, gli italiani stranieri sono scesi in strada. Diritto di Critica pubblica alcune immagini della manifestazione: colori, volti […]Read More

Vite migranti – “Il baseball, lo strumento di integrazione più efficace”

24 Febbraio 2011 |

“Solo lavorando con i bambini si può creare un’integrazione reale e duratura. E lo sport è il principale strumento di comunicazione, perché insegna regole universali”. Roberto Greaves, cubano, 47 anni, è arrivato in Sardegna nel ’94, grazie a un progetto di scambio tra la Federazione italiana di baseball e quella cubana. Laureato Isef all’Avana e […]Read More

L’Italia degli infermieri mancati

24 Febbraio 2011 |

Simone ha 22 anni e un sogno nel cassetto. Non è un sogno grande, è “normale”; in fondo fare quello che si ama fare dovrebbe essere la regola. In Italia è l’eccezione. Simone ha studiato tre anni, si è laureato con il massimo dei voti per avere un posto in corsia, in uno dei tanti ospedali del Paese. Ma poi non trova lavoro e si vede scavalcato dagli infermieri stranieri, più economiciRead More