Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | October 16, 2019

Scroll to top

Top

tunisini Archives - Diritto di critica

Italians – Quando i “clandestini” eravamo noi

4 Maggio 2011 |

“Sporchi”, “ladri”, terroristi”. E ancora: “violenti”, “incivili”, “barbari”. E come se non bastasse “rubano il lavoro ai nostri giovani”. Così molti italiani definiscono i migranti che sbarcano sulle nostre coste o arrivano comodamente in aereo o in pullman dall’Europa orientale. Così chiamavano gli italiani quando ad emigrare eravamo noiRead More

Le voci dei tunisini delusi dall’Italia: “Si rischia la vita per nulla”

19 Aprile 2011 |

Un ragazzo tunisino mi ha consegnato una fotografia scattata qualche settimana fa. In questi giorni post-rivoluzionari per intenderci. Nella foto si vedono due ragazzi in un tetto con il cappio al collo e, sotto ai loro piedi, un cartello con la scritta “il lavoro o la morte”. Dopo le manifestazioni e la caduta del regime, il popolo tunisino vuole i fatti. “Questa è la realtà della Tunisia oggi.Read More

Clandestino o rifugiato? La differenza manipolata

13 Aprile 2011 |

Le televisioni e il governo raccontano agli italiani che i tunisini non sono rifugiati per la semplice ragione che non c’è guerra nel loro Paese. Al massimo possono chiedere lo Status di rifugiato i libici. L’opposizione tace. Molto probabilmente, hanno messo nel dimenticatoio i trattati internazionali che loro stessi hanno firmato, in modo particolare la Convenzione di Ginevra del 1951Read More

Dopo la rivoluzione, il turismo in Tunisia riparte dal couchsurfing

6 Aprile 2011 |

“Dopo che è scoppiata la rivoluzione, volevo cancellare il biglietto aereo: la stampa mondiale diceva che la Tunisia non era sicura per i turisti. Ma il mio amico Mohamed mi ha consigliato di partire tranquillamente, perché il paese si sta avviando verso la stabilità”. Sema, appena tornata a Smirne (Turchia), racconta la sua esperienza di “couchserfer” in Tunisia.Read More

Immigrazione: tra i dimenticati di Manduria – Photogallery

5 Aprile 2011 |

Una tendopoli improvvisata, poco lontano dal campo di Manduria. I migranti tunisini “evasi” dal centro di “accoglienza” si riparano come possono dal sole: abbandonati nel nulla delle campagne pugliesi, appendono una giacca a due bastoni, si rifugiano sotto un materasso. Dispersi nel nulla delle campagne, senza servizi né corrente elettrica, i migranti sperano in questo […]Read More

Berlusconi ai tunisini: “Vi aspettiamo a braccia aperte”

2 Aprile 2011 |

“Gli italiani sono stati un popolo che ha lasciato l’Italia e che è emigrato verso altri paesi. Ciò ci impone il dovere di guardare a quanti vogliono venire in Italia con una totale apertura di cuore e di dare a coloro che vengono la possibilità di un lavoro, una casa, la scuola per i figli, l’apertura dei nostri ospedali alle loro necessità”. Lo ha dichiarato proprio Silvio Berlusconi, intervistato il 18 agosto 2009 dalla televisione tunisina Nessma TvRead More

Casinò, nobel e colore. Lo show berlusconiano a Lampedusa tra promesse e claque

31 Marzo 2011 |

“A Lampedusa il nobel per la Pace”. In una giornata ventosa e soleggiata, Silvio Berlusconi atterra sull’isola martoriata e promette che il governo si impegnerà per questo riconoscimento. Parole che rimbombano dagli altoparlanti tra le strade della cittadina mentre la gente applaude. Una bacchetta magica che risolve tutto, dalla munnizza di Napoli alle macerie dell’Aquila.Read More

Quel muro che trasforma i padani in terroni

1 Marzo 2011 |

«Alziamo un muro tra l’Italia e la Svizzera». L’ultima provocazione di Giuliano Bignasca, leader della Lega ticinese. La barriera servirebbe a fermare i migranti che stanno sbarcando in questi giorni a Lampedusa. Ma il vero obiettivo sono gli italiani, soprattutto i lombardi, accusati di rubare lavoro agli svizzeri e di portare la delinquenza nel Canton Ticino. Anche per colpa dell’ “amico” Roberto Maroni.Read More