Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | October 25, 2021

Scroll to top

Top

Teatro Valle e Macao, non si salva la cultura con l'occupazione - Diritto di critica

Teatro Valle e Macao, non si salva la cultura con l’occupazione

Partiamo da un presupposto: occupare è illegale e contro la legge. Può suonare radical chic, very komunist, magari anche colorato, artistico e divertente. Ma sempre illegale resta. E occupare torri, Macao o teatri, può fare notizia per qualche giorno ma alla lunga si tratta solo di luoghi occupati e nulla più. Il problema della cultura, dei fondi allo spettacolo, ai teatri, degli stipendi minimi degli attori, non si risolve certo così.

Le critiche piovute addosso a Pisapia per lo sgombero del Macao hanno semplicemente dell’assurdo, cos’avrebbe dovuto fare un sindaco, avallare o – peggio – impedire uno sgombero di una situazione illegale? Tollerarla? Certo che no.

Lo stesso dicasi di un altro spazio molto radical chic “occupato”, che piace tanto a certo comunisteggiare con il portafogli pieno: il Teatro Valle di Roma. Se dovesse venire sgomberato al pari del Macao, Alemanno o chi per lui dovrebbe essere elogiato, non criticato. Si tratta di situazioni illegali, tollerate.

Ma ad alimentare la polemica, la scelta – dettata forse dalle critiche dei fan dell’ #occupyqualsiasicosa – di assegnare la sede dell’ex Ansaldo agli ex occupanti del Macao. Quasi fosse un premio.

Comments

  1. “Comunisteggiare con il portafogli pieno” cosa vuol dire? Se vuole fare una critica al Valle la faccia perlomeno costruttiva, argomentando e portando tesi a favore del suo punto di vista (a mio parere non del tutto sbagliato). Il suo “editoriale” invece fa emergere solo un’antipatìa per i cosiddetti “komunist(ma esistono ancora?)” o “radical chic”. E allora Casa Pound che da anni occupa illegalmente uno stabile e viene puntualmente difesa (con soldi del comune) dal sindaco Alemanno? tra l’altro non mi risulta che facciano cultura…

  2. Sarasandy

    non risolveranno il problema ma almeno sono presenti,e non addormentati come noi altri…..

  3. Francesco

    sei triste e solitario…
    occupare è anche LIBERARE
    e una ‘partecipazione’ di cortpi così non si sperimenta o vive più, se non in luoghi liberati come macao o il valle.
    provaci, poi ne riparliamo
    d

  4. Paolo Resta

    Ma é vero che la Torre Galfa appartiene alla Fondiaria Sai il cui presidente onorario é il pregiudicato Ligresti ed il direttore generale é Piergiorgio Peluso, figlio del Ministro dell’Interno Cancellieri? Lo stesso ministro che criticava l’atteggiamento dei figli italiani sempre troppo attaccati alla propria città e a mamma e papà? é vero che i tempi di questo sgombero sono stati di molto più tempestivi della media italiana, per uno stabile abbandonato a sé stesso da 15 anni?

  5. Smallirons

    Torre vuota da 15 anni. Intanto stanno cementando con un mare di nuovi palazzi la zona Garibaldi. E se resteranno vuoti anche quelli lei scriverà qualcosa di comunista? Cosa ci dice di tutti gli altri palazzi vuoti nella zona, precedentemente utilizzati dalla Regione Lombardia, ed ora tutti sfitti dopo il trasloco della Regione  nel nuovo grattacielo? Sa quanti sono? Secondo lei ,vista la disponibilità di tutte queste aree, era proprio necessario investire in altre costruzioni? Si documenti sulla situazione della zona e la smetta di scrivere corbellerie.