Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | June 23, 2022

Scroll to top

Top

Quella porno-raccomandata a capo dell'ufficio stampa dell'Ingv

Quella porno-raccomandata a capo dell’ufficio stampa dell’Ingv

E dopo il professore di ginnastica, ecco a voi l’attrice porno. Sembra un film di Lino Banfi e Gerry Calà. Ma non ha nulla a che vedere con la commedia sexy all’italiana. Piuttosto di “italiano” ha il modo con il quale certi personaggi sono finiti a ricoprire ruoli chiave nell’Istituto di Geofisica e vulcanologia. Il nuovo direttore dell’Ingv è diplomato Isef. “Non bisogna essere scienziati per ricoprire questo incarico”, si è giustificato Massimo Ghilardi. Ma pochi sapevano che a capo dell’ufficio stampa dello stesso istituto ci fosse un’ex attrice porno.

Dal porno-soft al giornalismo scientifico Si chiama Sonia Topazio e in passato ha lavorato con Tinto Brass e nel programma tv di Gianni Boncompagni “Macao”. Poi è arrivata la laurea in Lettere e Filosofia. Dopo qualche mese viene assunta nell’Ingv. Successivamente è divenuta capo ufficio stampa dell’Istituto, iscritta all’albo dei giornalisti scientifici. A svelare la sua storia alcuni precari dell’Istituto che hanno voluto sottolineare come in un ente serio come l’Ingv ci siano personaggi – in posti chiave – che non sembrano avere particolari competenze né vulcanologiche, né tantomeno giornalistiche.

Raccomandata? “Sì, come gli altri”. “Sì, mi ha raccomandato un politico”, ammette candidamente la Topazio. “Sono qui perché qualcuno mi ha segnalato, esattamente come loro. È solo invidia, ma non sono diversi, sono messi lì dai baroni universitari. La differenza è che io ho un grande passato e posso riciclarmi, loro fuori dall’istituto non contano un cazzo”, spiega con eleganza. Intervista dal Fatto Quotidiano, la Topazio spiega di essere pronta a rivelare il nome del politico che l’ha raccomandata, “a patto di rivelarle i nomi dei “precari che tentano di ancora di screditarmi”. In fondo si chiede: “i comunicati li scrivo bene o male?”. Forse non è questo il vero problema.

Comments

  1. giuseppe barisio

    non c’e niente di male se è in gamba come credo farà bene il suo lavoro. E poi signori guardiamo un po chi abbiamo mandato alla camera e al senato.

    • Mina Cabiale

      alla camera e al senato sono stati mandati quelle delle liste fisse, non scelti liberamente. La signora Topazio raccomandata da un politico? ma va? un grande passato? mi vien che ridere. Lei non è precaria credo, con che coraggio se la prende con i precari, lei è entrate per le “vie giuste” nella sua piccola casta ovvio che per lei gli altri non contino un “cazzo”. Si difende attaccando come tutti quelli che sanno di essere in torto o di aver privilegi immeritati

  2. giuseppe barisio

    persone come brunetta che fa la penichella alla camera io non lo votata,anche se le liste erano chiuse cera gente che meritava invece si è votato per gente come luisi,e compagania briscola.

  3. lukwe

    come vorrei poter condividere con voi alcune delle perle linguistiche condivise dal capo Ufficio Stampa tramite la mailing list d’Istituto in questi anni; come vorrei si indagasse un po’ sui suoi millantatissimi titoli in campo giornalistico, sicuramente come in tutte le peggiori commediole all’italiana verrebbe fuori altro…