Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | December 4, 2021

Scroll to top

Top

Gli annunci impossibili del Berlusconi grillino - Diritto di critica

Gli annunci impossibili del Berlusconi grillino

Berlusconi sulle orme di Beppe Grillo, torna a parlare alla pancia degli italiani: “uscire dall’euro non è una bestemmia”. Infatti è una sonora sciocchezza. E non accadrà mai. Berlusconi lo sa. Ma che la prospettiva di un ritorno alla cara vecchia lira sia inapplicabile e lontano da qualsiasi ipotesi di realtà, al Cav. importa poco, l’importante è che gli italiani sospirino un “magari” e lo indirizzino proprio a Berlusconi.

«La soluzione principale – ha detto ieri il Cav. – è che la Germania si convinca che la Bce deve fare la banca di garanzia, pagare i titoli ed emettere moneta». Se così non fosse, «cosa può accadere? O che Berlino si ritiri dall’euro, o che gli stati singoli ritornino alle monete nazionali […] la Merkel sta sbagliando tutto». Frecciatine ad Angela a parte, non accadrà nulla di quanto previsto da Berlusconi che ha poi parlato di una “svalutazione competitiva”, concetto vago e poco chiaro ma soprattutto inattuale: nel caso di un ritorno alla lira, infatti, ci sarebbe una drammatica svalutazione dei beni che sarebbe tutt’altro che competitiva. Ed è questo uno dei peggiori silenzi di quanti sostengono un ritorno alla lira.

Preoccupato dai sondaggi che danno il Pdl sempre più in caduta libera rispetto a Beppe Grillo e al Movimento 5 Stelle, dunque, Berlusconi torna a parlare alla pancia degli italiani. E poco importa se i concetti espressi non troveranno mai un’applicazione pratica. E’ lo stesso format del “meno tasse per tutti”: gli italiani si ritrovarono a pagare molte più tasse di prima, ma sul momento la trovata piacque a tanti. E lo votarono per questo. Tra sparate contro le istituzioni bancarie e europee e gli annunci per un possibile ritorno alla lira, oggi il Silvio Nazionale sta riscoprendo la cara vecchia strada degli annunci elettorali: “non è vero ma ci credo”.

Comments

  1. pasquale

    Crepa!!!

  2. donni7

    come al condannato si lascia l’ultima sigaretta, al nano lasciamogli l’ultima campagna elettorale, sarà la più comica di tutte…

  3. Alessandro

    Un uomo politicamente povero che per convincere gli elettori dice cose a sensazione e questo la dice lunga su come giudica gli elettori prima delle elezioni vedrete che cercheranno di far passare il movimento 5 stelle per dei pazzi sprovveduti ma io credo che dentro di se gia’ di essere finito.