Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | September 26, 2021

Scroll to top

Top

craxi Archives - Diritto di critica

L’ipotesi della magistratura: l’Isvap coprì il crack dei Ligresti

29 Maggio 2013 |

I pm di Milano e Torino ne sono convinti: qualcuno, ai vertici dell’Isvap (oggi Ivass, organo di vigilanza delle assicurazioni) ha coperto, per anni, la famiglia Ligresti. Read More

Mani Pulite secondo Stefania Craxi

18 Febbraio 2012 |

Per Stefania Craxi, una delle pagine più buie della Repubblica italiana. Poi accusa – con nomi e cognomi – giornalisti, politici e – ovviamente – magistrati.Read More

Giuliano Amato, il governatore che non ti aspetti

7 Ottobre 2011 |

E’ stato premier, ministro dell’interno e dell’economia diverse volte, ha guidato la redazione del Trattato di Lisbona. Si è anche parlato di lui come possibile successore di Ciampi al Quirinale – su proposta della Casa delle Libertà. … Read More

Berlusconi e quel “bungabunga” anni Ottanta

23 Gennaio 2011 |

La cosa che realmente meraviglia, perdonate il gioco di parole, è restare meravigliati. Le 389 pagine della Procura di Milano che riportano intercettazioni e interrogatori sul Caso Ruby sostanzialmente non ci svelano niente di nuovo in merito a certe abitudini sessuali del presidente del Consiglio.C’è una vecchia intercettazione del 1986 in cui l’allora imprenditore Berlusconi parlava con Dell’Utri di donne e dell’allora presidente del Consiglio Bettino Craxi.Read More

Craxi, il denuclearizzatore

14 Gennaio 2010 |

Giunti all’apice del revisionismo su Craxi, toccato ieri sera dal direttore del TG1 Minzolini nel suo ultimo editoriale, sarebbe ora il momento di parlare di un fatto nella vita politica dell’ex segretario del Psi che inspiegabilmente nessun dei suoi attuali estimatori osa però ricordare con la dovuta forza. Non ci riferiamo alle sentenze accertate come quelle per le tangenti alla Eni-Sae e alla Metropolitana Milanese e neanche al periodo politico ’83 – ’87 quando il Governo Craxi, come ha ricordato anche enfaticamente il deputato leghista Fedrigo «produsse il tasso di disoccupazione più elevato del dopoguerra e contribuì in misura di oltre venti punti percentuali all’aumento del debito pubblico in rapporto al PIL». Read More

Il curioso caso di Giorgio Napolitano

3 Dicembre 2009 |

«Io non do consigli a nessuno, meno che mai a chi mi ha succeduto al Quirinale. Ma il capo dello Stato, tra i suoi poteri, ha quello della promulgazione. Se una legge non va non si firma. E non si deve usare come argomento che giustifica sempre e comunque la promulgazione che tanto, se il Parlamento riapprova la legge respinta la prima volta, il presidente è poi costretto a firmarla […] è un modo per lanciare un segnale forte, a chi vuole alterare le regole, al Parlamento e all’opinione pubblica[…] Credo che per chi ha a cuore le istituzioni, oggi, l’unica regola da rispettare sia quella del “quantum potes”: fai ciò che puoi. Detto altrimenti: resisti». Era con queste parole che il senatore a vita ed ex Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi spiegava il compito e i poteri che un Capo di Stato italiano può e deve usare in certi momenti delicati della vita del paese. Una frase che lo stesso Ciampi  non indirizzava direttamente all’attuale Presidente della Repubblica ma che aveva nel significato delle sue parole un implicito riferimento al suo successore, Giorgio Napolitano.

Read More