Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | December 5, 2022

Scroll to top

Top

Scilipoti, tutti al suo congresso - Diritto di critica

Scilipoti, tutti al suo congresso

È arrivato il momento. Anche per lui. Il re dei peones, il “responsabile” per eccellenza, Domenico Scilipoti festeggia la nascita del suo partito con un congresso in grande stile, domani all’Auditorium del Massimo di Roma, “per costruire insieme un’altra Italia”.

Piccoli Berlusconi crescono. E come fece il Cavaliere nel 1994, Scilipoti si allea con i fascisti. Non c’è Gianfranco Fini ma Gaetano Saya, famoso per i raduni con le camicie brune. L’Msi è invitato a partecipare ai lavori del congresso del suo Movimento. L’ incontro tra i due è avvenuto a fine settembre ed “è servito a trattare dei principali problemi che attanagliano, in questo delicato momento politico, la nostra nazione: famiglia, cristianità, sicurezza, economia e stato sociale”, un manifesto condiviso in tutto e per tutto da neo-fascisti.

“Il Congresso vuole essere un momento di presentazione al grande pubblico, di quali sono le idee, i progetti ed il lavoro complessivo che il Movimento ha intenzione di portare avanti in questi momenti così difficili per la politica italiana”, spiega Scilipoti nel comunicato diffuso nei giorni scorsi per annunciare ufficialmente il primo Congresso del suo partito. “Accanto agli argomenti principali Patria, Famiglia, Cristianità ne saranno trattati altri come le Criticità Bancarie, la Medicina non Convenzionale, Olismo, Ambiente, Lavoro giovanile, Sanità, etc. da sempre argomenti su cui ci siamo costantemente impegnati”, conclude.

E, come se non bastasse, a dare lustro al Congresso non mancherà lui, l’ispiratore del qualunquismo del terzo millennio, Silvio Berlusconi. Appuntamento, quindi, domani mattina all’Auditorium del Massimo di Roma, in zona Eur, “Per una nuova Italia”. Non mancate.

Comments

  1. re vi

    Li chiamano anche Responsabili………
    Sai di cosa? Del mantenimento in vita di questo governo, traditori corrotti, alla forca.

  2. Carloalberto

    Bleeeeaahhh!….Vomitoooo!