Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | October 16, 2021

Scroll to top

Top

Berlusconi se ne infischia delle multe e torna in tv, stasera a Porta a Porta - Diritto di critica

Berlusconi se ne infischia delle multe e torna in tv, stasera a Porta a Porta

Berlusconi se ne infischia delle multe dell’Agcom che pagheranno i cittadini e torna in tv. Stasera il Cavaliere sarà a Porta a Porta, ospite di Bruno Vespa su Rai Uno. Proprio ieri, secondo i rumors, durante il voto del decreto Omnibus, Berlusconi avrebbe sbottato: “ogni mia parola costa 800mila euro di multa. Siamo all’assurdo, mi impediscono di parlare“. E allora si ripiega sul talk show che spesso gl’ha fatto da tribuna elettorale. Non Annozero (troppo pericoloso il duo Travaglio-Santoro) né Ballarò (Floris resta sempre Floris), ma Porta a Porta. La stessa trasmissione che vide la presentazione del famoso “contratto con gli italiani”.
Come contraddittorio stasera il Cavaliere avrà tre firme del giornalismo italiano: Massimo Franco del Corsera, Stefano Folli del Sole 24 Ore e il direttore del Mattino, Virman Cosenza. A moderare il dibattito, il padrone di casa, Bruno Vespa.

Secondo alcune indiscrezioni, inoltre, la presenza di B. avrebbe dovuto essere preceduta da quella di Pierluigi Bersani. Che però avrebbe rifiutato, con evidente imbarazzo dello staff di Vespa.

Il fuoco incrociato, intanto, starebbe per colpire il Tg3 di Bianca Berlinguer: i quattro commissari dell’Agcom in quota centrodestra – Martusciello, Mannoni, Napoli e Savarese – hanno chiesto di aprire un’istruttoria sulla puntata del 20 maggio scorso quando fu ospite del Tg3 il leader dell’Italia dei Valori, Antonio Di Pietro.

Comments

  1. Giuseppe

    Grande silvio, ci racconterai qualche altra barzelletta.
    Stimo silvio, è un gran comico… ma che ci fa nel parlamento, potrebbe avere molto successo in tv

    • Tindaro

      Questo ora è troppo se va Bersani in tv nessuna multa va Berlusconi c’è la multa!!! O tutti in tv o nessuno!!!

      • Esiste una legge che regola la presenza in televisione dei politici. E se i tiggì sono stati multati ci sarà un motivo: evidentemente la par condicio è stata violata a favore di una sola parte politica. Non ci vuole molto a comprenderlo.

        Emilio

  2. angelinoai

    veramente io non so nemmeno perchè si dia tanta importanza a questo suqllido individuo, con tutti i miliardi che guadagna alle spalle degli Italiani e non solo, anzi anche con quegli Italiani senza cervello che votano l’opposizione, seguendo ancora i programmi suqllidi suoi de della tv pubblica che Lui definisce serva della sinistra quando..ma la gente non si sente presa in giro vedendo questo prepotente dittatore che nega le evidenze come un venditore da piazza,da offendere il vendiotore di piazza che lo fa per vivere…io non capisco veramente e questo Vespa, umile ruffiano ceh gli da tutte le opportunita’ anche le minime occasioni per assecondare i suoi sproloqui ..ma basta ..vattene in una delle tue ville megalattiche e restaci per sempre tanto con tutti i miliardi che hai accumulato in tutti questi anni ..aumentati vertiginosamente d quando sei presidente del consiglio ne hai d’avanzo..